Seguici su

Biathlon

Biathlon, Mondiali Nove Mesto 2024. Al maschile l’Italia aspetta una medaglia da ben 31 anni

Pubblicato

il

Tommaso Giacomel
Giacomel / Pentaphoto

Fossero una partita di baseball, i Mondiali di biathlon di Nove Mesto na Morave abbandonerebbero la fase ascendente per entrare in quella discendente. Per chi non fosse avvezzo al gergo del batti-e-corri, comincia la metà conclusiva della manifestazione. Il 14 febbraio sarà la volta dell’individuale maschile, settima delle dodici gare dalle quali è articolato l’evento ceco.

Quella di San Valentino sarà peraltro una giornata storica, poiché verrà conferito il L titolo iridato. Si raggiunge, quindi, la significativa pietra miliare delle cinquanta edizioni. D’altronde parliamo del format originario, quello che il 9 febbraio 1958 assegnò le prime medaglie di sempre.

Nonostante la riduzione del numero di prove nell’arco dell’inverno e qualche “mutazione”, quale deve essere considerata la cosiddetta “Short Individual” (con chilometraggio e penalità ridotte del 25%), l’Individuale resiste ancora oggi con i suoi connotati più puri. L’augurio è che possa continuare a farlo il più a lungo possibile, respingendo qualsiasi contaminazione esterna.

Calendario Mondiali biathlon Nove Mesto 2024: programma, orari giornalieri, tv, streaming

MONDIALI BIATHLON 2024
IDENTIKIT INDIVIDUALE MASCHILE

ATLETA PIU’ VINCENTE IN ASSOLUTO
FOURCADE Martin [FRA] – 4 titoli
2013, 2015, 2016, 2020

CAMPIONI DEL MONDO IN ATTIVITÀ
BØ Tarjei [NOR] (2011)
FAK Jakov [SLO] (2012)
BAILEY Lowell [USA] (2017)
LÆGREID Sturla Holm [NOR] (2021)
BØ Johannes Thingnes [NOR] (2023)

MEDAGLIATI TOUT-COURT IN ATTIVITÀ
2 – BØ Johannes T. [NOR] (Oro 2023; Argento 2020)
2 – LÆGREID Sturla H. [NOR] (Oro 2021; Argento 2023)
2 – FAK Jakov [CRO/SLO] (Oro 2012; Bronzo 2009)
2 – BØ Tarjei [NOR] (Oro 2011; Bronzo 2019)
1 – ILIEV Vladimir [BUL] (Argento 2019)
1 – EDER Simon [AUT] (Bronzo 2016)
1 – DALE Johannes [NOR] (Bronzo 2021)
1 – SAMUELSSON Sebastian [SWE] (Bronzo 2023)
N.B. (I): Curiosamente Fak è andato a medaglia con due bandiere diverse. Nel 2009 rappresentava ancora la nativa Croazia, mentre nel 2012 aveva già “traslocato” in Slovenia.
N.B. (II): vengono riportati tutti gli uomini formalmente in attività, al lordo di eventuali embarghi, squalifiche o impedimenti di altra natura.

ALBO D’ORO ULTIMO DECENNIO
2013 – FOURCADE Martin [FRA]
2015 – FOURCADE Martin [FRA]
2016 – FOURCADE Martin [FRA]
2017 – BAILEY Lowell [USA]
2019 – PEIFFER Arnd [GER]
2020 – FOURCADE Martin [FRA]
2021 – LÆGREID Sturla Holm [NOR]
2023 – BØ Johannes Thingnes [NOR]

MEDAGLIERE COMPLESSIVO PER NAZIONI
30 (10-9-11) – NORVEGIA
26 (10-10-6) – URSS
25 (9-10-6) – GERMANIA [All-Inclusive]
15 (6-3-6) – FINLANDIA
8 (6-1-1) – FRANCIA
8 (1-2-5) – AUSTRIA
6 (1-3-2) – RUSSIA
6 (1-1-4) – REP.CECA [All-Inclusive]
5 (1-1-3) – SVEZIA
5 (0-2-3) – BIELORUSSIA
4 (1-3-0) – POLONIA
3 (1-2-0) – STATI UNITI
1 (1-0-0) – ITALIA
1 (1-0-0) – SLOVENIA
1 (0-1-0) – ROMANIA
1 (0-1-0) – BULGARIA
1 (0-0-1) – CROAZIA
1 (0-0-1) – LETTONIA

TUTTE LE MEDAGLIE DELL’ITALIA

Oro (1)
1993 (Borovetz) – ZINGERLE Andreas

INDIVIDUALE MASCHILE, INVERNO 2023-24
TUTTI I PODI

Östersund
1. REES Roman (GER)
2. STRELOW Justus (GER)
3. BØ Johannes T. (NOR)

Anterselva
1. BØ Johannes T. (NOR)
2. BØ Tarjei (NOR)
3. KÜHN Johannes (GER)
N.B. : trattasi, in questo caso, di cosiddetta “Short Individual”. Ovvero 15 km e penalità di 45″. L’Ibu equipara, comunque, le due versioni.

TUTTI I PIAZZAMENTI DEGLI AZZURRI NEL 2023-24
GIACOMEL Tommaso: 8 – 8
HOFER Lukas: 22 – 65
BIONAZ Didier: 32 – 49
ZENI Elia: 44 – 42
BRAUNHOFER Patrick: 75 – 36
N.B. : la “x” indica assenza