Seguici su

Sci Alpino

Sci alpino, Mattia Casse si rammarica: “Oggi il Ciaslat non è stato mio amico. Nel complesso buona gara”

Pubblicato

il

mattia Casse pentaphoto

Mattia Casse si mangia le mani, senza mezzi termini, dopo il suo superG della Val Gardena, valevole per la Coppa del Mondo di sci alpino 2023-2024. Il 33ene nativo di Moncalieri ha sprecato una grande chance all’altezza dei Prati del Ciaslat, lasciando 4 decimi che sono costati al nostro alfiere sia la vittoria, sia il podio, dato che i distacchi sono risultati davvero ridottissimi.

Al momento al comando svetta Vincent Kriechmayr con soli 2 centesimi su Daniel Hemetsberger e 3 su Marco Odermatt. Quarto Marco Schwarz a 13, quinto James Crawford a 15. Peccato, quindi, per Mattia Casse che ha tagliato il traguardo della Saslong a 29 centesimi dalla prima posizione.

Al termine della gara il nostro portacolori ha raccontato le sue sensazioni ai microfoni della Rai: “Che dire? L’anno scorso il Ciaslat è stato mio amico, questa volta meno – sorride – La mia gara? Oggi non volevo regalare niente a nessuno e ci sono andato quasi vicino. Sto sciando bene in questo inizio di stagione, anche in superG. Pensavo di fare bene e ci sono riuscito abbastanza. Tutto sommato una buona giornata”. 

Sci alpino, Dominik Paris non si nasconde: “Gara andata male, non cerco scuse”

A questo punto la mente va già alla gara di domani:Io ho la consapevolezza di poter fare bene. Ho vissuto una buona estate e anche un autunno nel quale ho lavorato molto e bene. Finalmente abbiamo incominciato a fare sul serio dopo tante cancellazioni, ma siamo solamente alla seconda gara. Domani avremo la discesa dall’alto e le condizioni saranno diverse per tutti. Più dure”.

Foto: Pentaphoto