Seguici su

Sci Alpino

Sci alpino, i precedenti di Sofia Goggia in Val d’Isere: pista francese particolarmente gradita

Pubblicato

il

Secondo weekend consecutivo dedicato alla velocità per la Coppa del Mondo 2023-2024 di sci alpino femminile. Dopo aver rotto il ghiaccio in stagione a Sankt Moritz (Svizzera), ci si sposta in terra francese, dove torna protagonista in calendario dopo un anno di pausa la Val d’Isère con in programma una discesa e un superG.

Si torna sua una pista particolarmente gradita a Sofia Goggia, che sulla ‘Orellier-Killy’ può vantare in totale otto podi: tre vittorie, due secondi e tre terzi posti. La storia di grande successo per la bergamasca in Val d’Isère inizia il 16 dicembre 2016 con il terzo posto in combinata, disciplina che ormai è quasi totalmente tramontata. Il giorno dopo Goggia sale sul podio anche in discesa, appropriandosi del terzo gradino alle spalle della slovena Ilka Stuhec e dell’austriaca Cornelia Huetter. L’azzurra chiuse la tripletta di gare che si svolsero ormai sette anni fa sulla pista transalpina con un’uscita in superG.

Per Goggia il debutto sulla ‘Orellier-Killy’ era però avvenuto due anni prima, con una serie di piazzamenti oltre la trentesima posizione e due cadute. Dal 2017 ad oggi si sono disputate otto gare nella località francese e la campionessa olimpica di discesa è scesa dal podio in solo un’occasione, il superG del 2020, quando fu settima.

Arriviamo quindi ad entrare nei dettagli dell’annata 2017, quando si disputarono due superG consecutivi. Il 16 dicembre l’azzurra fu seconda alle spalle della campionessa americana Lindsey Vonn, mentre il giorno successivo la bergamasca chiuse in terza posizione dietro a Anna Veith e Tina Weiraither. Di tutte le atlete sul podio quell’anno solo  Goggia e Ragnhild Mowinckel sono ancora in attività, con le altre quattro che hanno già appeso gli sci al chiodo.

Salto temporale di 3 anni e Goggia torna sulla ‘Orellier-Killy’ nel 2020, quando è già campionessa olimpica e trova la prima vittoria. Tre anni fa era previsto addirittura un trittico di appuntamenti: il 18 dicembre l’italiana fu seconda dietro alla svizzera Corinne Suter in discesa, salendo sul primo gradino del podio nella stessa specialità il giorno successivo (scambiandosi proprio le posizioni con l’elvetica). Quell’annata si chiuse con il superG, dove Sofia non fu in grado di incidere e si dovette accontentare della settima posizione.

Si giunge così alle ultime competizioni disputate in Val d’Isère, quelle risalenti al 2021. Quell’anno Goggia fu davvero ingiocabile, imponendosi per due volte, una in superG e una in discesa. Nella disciplina regina l’azzurra precedette la statunitense Breezy Johnson e l’austriaca Mirjam Puchner (una delle principali avversarie anche questo fine settimana); mentre nella disciplina con le porte più ravvicinate completò la festa azzurra Elena Curtoni, che salì sul terzo gradino del podio.

Analizzando i piazzamenti di Sofia Goggia sulla ‘Orellier-Killy’  si evince come la bergamasca sia imbattuta in discesa libera dal 19 dicembre 2020, e sia presenza fissa sul podio addirittura dal 2016 (ovviamente considerando solo le gare in cui l’azzurra è stata al cancelletto e i salti temporali in calendario che la tappa francese ha avuto). Le premesse per un weekend a forte tinte ‘Goggia’ ci sono tutte, non resta che sederci sul divano e goderci le imprese di questa super fuoriclasse.

Foto: LaPresse