Seguici su

Nuoto

Nuoto, quarta giornata a Otopeni, è il Razzetti-day! Simona Quadarella a caccia del podio bis

Pubblicato

il

Alberto Razzetti

Fari puntati soprattutto sulle finali del pomeriggio nella quarta giornata dell’Europeo di Otopeni che potrebbe regalare all’Italia emozioni forti e un bottino di medaglie importante per risalire la china nel medagliere in vista del gran finale.

L’uomo del pomeriggio è Alberto Razzetti che va a giocarsi due chances importanti nella speranza che il fisico, dopo tanti sforzi ravvicinati, possa reggere a livello di resistenza. In apertura di sessione di finali e semifinali è in programma la finale dei 200 misti, gara che ha regalato ultimamente grandi soddisfazioni al ligure allievo di Stefano Franceschi. Una finale dove Razzetti si troverà un avversario come Duncan Scott, molto difficile da battere. Verso la fine della sessione sarà la volta dei 200 farfalla, di cui Razzetti è stato campione europeo e mondiale (con la presenza dell’ungherese Milak) nel 2021 e nella quale il ligure punta al massimo.

Simona Quadarella vuole marchiare Otopeni con una bella medaglia al collo e ci proverà nei “suoi” 1500 stile libero, nonostante una condizione non ottimale. Nella finale dei 100 dorso ci saranno Sofia Morini e Chiara Tarantino a caccia di un risultato di prestigio.

In mattinata, invece, l’Italia del nuoto dovrà cercare di limitare i danni in vista dei fuochi d’artificio finali. Non c’è una azzurra di punta nei 100 dorso donne, anche se Margherita Panziera, campionessa europea in carica ma non al meglio, può puntare alla finale, mentre Matteo Ciampi e Marco De Tullio proveranno a giocarsela quantomeno per la finale nei 200 stile libero che vedono al via alcuni dei grandi protagonisti del panorama mondiale, compreso il padrone di casa Popovici.

Non ci sono azzurre di punta al via nelle batterie dei 100 farfalla donne, dove Giulia D’Innocenzo proverà a dire la sua per il passaggio del turno, così come non ci saranno italiani al via dei 200 rana, in quella che è la specialità meno frequentata dagli atleti di casa nostra, soprattutto in vasca corta. Assenze importanti nei 200 misti donne, prive di Franceschi e Cusinato. Ci proverà l’instancabile Costanza Cocconcelli a prendersi una finale, così come Michele Busa, Matteo Rivolta e Christian Ferraro tenteranno di fare l’exploit nei 50 farfalla.

Foto Lapresse