Seguici su

Basket

NBA, i risultati della notte (30 novembre): 16 punti per Simone Fontecchio non bastano ai Jazz, Jalen Brunson trascina i Knicks. Vittorie per Thunder e Warriors

Pubblicato

il

Simone Fontecchio

Altra grande notte per la NBA, con ben nove partite disputate per la regular season 2023-2024 tra la Eastern e la Western Conference. Non sono mancate, come sempre, le grandi giocate da parte dei campioni che militano nella lega cestista più famosa al mondo: andiamo quindi a fare un breve recap di quanto accaduto oltreoceano.

Colpo esterno dei Portland Trail Blazers (6-12) sui Cleveland Cavaliers (10-9) per 95-103: dopo una partita equilibrata per 36’, gli ospiti operano il sorpasso decisivo nel quarto conclusivo grazie anche alla doppia doppia di Shaedon Sharpe (29 punti e 10 rimbalzi) – 23 punti di Donovan Mitchell e 20 punti di Evan Mobley tra i padroni di casa. I New York Knicks (11-7) rispettano il fattore campo sconfiggendo al Madison Square Garden i Detroit Pistons (2-17) col punteggio di 118-112 con ben 42 punti di uno scatenato Jalen Brunson e la tripla doppia sfiorata da Julius Randle (29 punti, 10 rimbalzi ed 8 assist) – ai Pistons non bastano i 31 punti di un mai domo Cade Cunningham per ribaltare l’inerzia del match nel finale. Affermazione casalinga anche per i Miami Heat (11-8) sui temibili Indiana Pacers (9-8) per 142-132: decisivo il quarto conclusivo con un parziale di 45-32 che consente ai vice-campioni in carica di volare verso la vittoria, grazie alla doppia doppia di Jimmy Butler (36 punti ed 11 rimbalzi) e ai 24 punti di Jaime Jacquez Jr. dalla panchina – per i Pacers, invece, 44 punti e 10 assist di Tyrese Haliburton e 25 punti di Obi Toppin.

Calendario Serie A basket: orari partite 2-3 dicembre, programma, tv, streaming

Blitz fuori casa dei Charlotte Hornets (6-11) sui Brooklyn Nets (9-9) per 128-129 grazie ad un secondo quarto da 34-42 che ha di fatto indirizzato la sfida sui binari giusti per gli ospiti con 37 punti e 13 assist di un Terrance Rozier in formato MVP – 26 punti per Cam Thomas tra i padroni di casa. Gli Atlanta Hawks (9-9) espugnano San Antonio battendo gli Spurs (3-15) col punteggio di 135-137: dopo aver condotto per buona parte del match, i texani hanno ceduto nella frazione decisiva sotto i colpi di uno scatenato Trae Young autore di ben 45 punti e 14 assist e ben supportato da Dejounte Murray con 24 punti – 33 punti per Jeremy Sochan tra i padroni di casa e doppia doppia di Victor Wembanyama con 21 punti e 12 rimbalzi. Gli Oklahoma City Thunder (12-6) continuano a rimanere nella parte alta della classifica nella Western Conference grazie al successo interno contro i Los Angeles Lakers (11-9) per 133-110: la franchigia dell’Oklahoma spinge sull’acceleratore nel secondo quarto e lascia i californiani al palo senza concedergli possibilità di replica, con Shai Gilgeous-Alexander top scorer grazie a 33 punti mentre per i giallo-viola doppia doppia messa a referto da Anthony Davis (31 punti e 14 rimbalzi), LeBron James (21-12 nelle medesime voci statistiche) e D’Angelo Russell (16 punti e 10 assist).

Prosegue la marcia in vetta alla graduatoria ad Ovest dei Minnesota Timberwolves (14-4), che prevalgono in casa sugli Utah Jazz (6-13) per 101-90 grazie a 32 punti ed 11 rimbalzi di Karl-Anthony Towns e all’altra doppia doppia di Rudy Gobert con 15 punti e 13 rimbalzi, mentre Simone Fontecchio parte ancora in quintetto e chiude con 16 punti in 33’ ma non bastano ai Jazz per mettere la freccia ed aggiudicarsi il match. Serve un overtime ai Chicago Bulls (6-14) per piegare la resistenza dei Milwaukee Bucks (13-6) per 120-113, dopo che i tempi regolamentari erano terminati sul punteggio di 106-106: decisiva la doppia doppia di Nikola Vucevic con 29 punti e 10 rimbalzi insieme ai 23 punti di Coby White, mentre per i Bucks 26 punti e 14 rimbalzi del solito Giannis Antetokoumpo – 18 punti e 14 assist, invece, per l’altra stella ovvero Damian Lillard. Nell’ultima sfida che chiudeva la lunga notte NBA i Golden State Warriors (9-10) prevalgono sui  Los Angeles Clippers (8-10) per 120-114, rimanendo sempre davanti dalla palla a due fino alla sirena finale: Steph Curry flirta con la tripla doppia (26 punti, 7 rimbalzi ed 8 assist) mentre l’altro ‘Splash Brother’ Klay Thompson mette a referto 22 punti, con Kawhi Leonard top scorer dei Clippers (23 punti).

 I RISULTATI DELLA NOTTE NBA

Cleveland Cavaliers-Portland Trail Blazers 95-103

New York Knicks-Detroit Pistons 118-112

Miami Heat-Indiana Pacers 142-132

Brooklyn Nets-Charlotte Hornets 128-129

San Antonio Spurs-Atlanta Hawks 135-137

Oklahoma City Thunder-Los Angeles Lakers 133-110

Minnesota Timberwolves-Utah Jazz 101-90

Chicago Bulls-Milwaukee Bucks 120-113 dTs

Golden State Warriors-Los Angeles Clippers 120-114

Foto: LaPresse