Seguici su

Boxe

Boxe, i piazzamenti dei migliori italiani nelle classifiche mondiali WBC, WBA, WBO e IBF

Pubblicato

il

Michael Magnesi

Alla fine di un altro anno, il 2023, si va a rimarcare come le presenze degli italiani nelle classifiche delle quattro sigle più note del pugilato mondiale siano ancora abbastanza limitate. Sono sei, infatti, gli esponenti della boxe azzurra classificati tra i primi 15 in base alle ultime graduatorie. Prima di iniziare, va ricordato che l’ultimo aggiornamento della WBC è del 30 novembre, mentre per quanto riguarda la WBA si è avuto il 1° dicembre, per l’IBF il 12 dicembre e per la WBO il 15 dicembre.

Ciò ravvisato, la carrellata inizia con Simone Federici. Il trentenne di Tivoli è attualmente al decimo posto nei massimi leggeri per la WBC, nonché al tredicesimo per la WBA. L’ultimo suo combattimento risale allo scorso febbraio con il georgiano Levani Lukhutashvili a Genova. La sua attività è al momento assai limitata; maggiore è quella di Fabio Turchi, che però è ancora lontano dalla top 15 allo stato attuale delle cose.

Nei supermedi, invece, Ivan Zucco è l’unico italiano presente nella graduatoria WBC a livello di primi 15 con il 14° posto. Attuale detentore del titolo Internazionale WBC di questa categoria di peso, difenderà questa cintura il prossimo 27 gennaio dall’assalto del croato Luka Plantic.

Boxe, Daniele Scardina torna a casa dopo 10 mesi. Foto a tavola con il sorriso

Quanto ai medi, Matteo Signani continua a tenersi nei 15 per la WBC con il 13° posto che rimane pur se il titolo europeo è ora nelle mani del britannico Tyler Denny. La sua uscita dai 15 nella graduatoria IBF, invece, coincide con l’ingresso di Etinosa Oliha, che è 13° per l’IBF ed è forte della cintura iridata IBO.

Veniamo ai supermedi e al meglio piazzato di tutti, Michael Magnesi, sesto per la WBC e con evidenti mire verso l’alto: è, degli italiani, colui che meglio può preparare la scalata ai piani più alti. Per il Lupo Solitario tricolore c’è anche il decimo posto IBF.

Infine, i pesi piuma, che vedono Mauro Forte sempre più convincente per gli osservatori internazionali e non solo. Il 13° posto per la WBC e l’11° per la WBO confermano la crescita del pugile che, nello scorso maggio, ha sconfitto Francesco Grandelli per la cintura europea.

Foto: LiveMedia/Domenico Cippitelli – LivePhotoSport.it