Seguici su

Basket

Basket, l’Olimpia Milano non sa più vincere. Sassari domina un tempo, poi evita la beffa

Pubblicato

il

Stephane Gombauld

Si è conclusa al PalaSerradimigni la sfida valevole per la decima giornata della Serie A di basket e in campo sono scese la Banco di Sardegna Sassari e l’EA7 Emporio Armani Milano. Due squadre che hanno iniziato male questa stagione, due deluse che avevano bisogno di una vittoria per rialzare la testa. Ecco come è andata.

Partenza da incubo per l’Olimpia, che nei primi minuti perde alcune pessime palle con Lo, subito tolto da Messina, mentre al tiro non entrano le triple agli ospiti. Ne approfitta un Sassari più quadrato e preciso e con un ottimo Gombauld, ma non solo, mettono a segno un parziale iniziale di 12-0. Milano in grandissima difficoltà e serve un ottimo assist di Tonut a Melli per sbloccare gli ospiti. Così l’EA7 prova a ricucire il divario, lo fa con un ottimo Tonut che sblocca i suoi anche da oltre l’arco, segna sei punti nel primo quarto e Milano che torna a -4. Nel finale, però, trovano due canestri i padroni di casa e Sassari va al riposo sul 20-14.

Anche a inizio secondo quarto fatica troppo Milano a costruire azioni offensive e nuovo parziale di Sassari, con tripla di Gentile, che porta in doppia cifra i suoi con un parziale di 8-2 nei primi due minuti del quarto. Milano ha sempre troppa paura di tirare e Lo e compagni rifiutano triple fattibili e, così, faticano gli ospiti a costruire gioco. Così si resta attorno ai 10 punti di vantaggio per Sassari, che punisce Milano a ogni errore di Voigtmann e compagni e così si va al riposo con la Dinamo comodamente avanti 41-30.

Prova a reagire Milano a inizio terzo quarto, ma risponde subito Sassari che dopo essere scivolata a -8 riallunga subito sul +13 e nuovo timeout per Messina, che si ritrova anche con Melli con 4 falli troppo presto. Un parziale di 7-0 per Milano firmato Poythress e Shields riapre i giochi, ma Sassari resta sempre vicino alla doppia cifra di vantaggio e una tripla di Mckinnie a 2’ dalla fine del quarto spegne la rimonta milanese e si torna sul +12. Risponde Flaccadori, poi Shields ruba palla e schiaccia e match di nuovo riaperto. Altra palla persa di Sassari, segna Poythress e partita di colpo sul -5. Segna Sassari e si va all’ultimo stop sul 65-58.

Avvio da incubo per Milano nell’ultimo quarto, con fallo subito da Tyree, arbitri che assegnano i due punti del canestro e anche tecnico che vale il -11 per l’Olimpia. Milano che soffre troppo da oltre l’arco, con 3/20 nei primi tre quarti, e Sassari non fatica a restare avanti. Proprio due triple di Flaccadori valgono il -6 per Milano, poi è Hall a trovare il canestro da oltre l’arco e -3 a 6’ dalla fine e tutto da rifare, o quasi, per Sassari. Flaccadori da sotto firma il -1, ma è Gentile a sbloccare Sassari, anche se Shields da oltre l’arco pareggia i conti. Parziale di 4-0 per Sassari che riprende fiato, risponde ancora Shields da oltre l’arco e si lotta punto a punto ora. Ancora Shields da oltre l’arco a 2’ dalla fine e nuovo pareggio, ma subito è Gentile a punire Milano da tre. Ma Shields supera quota 30 punti da oltre l’arco, ma risponde di nuovo Sassari. E quando Voigtmann non trova neanche il ferro da oltre l’arco Sassari ha il pallone della vittoria. Ed è la tripla di Tyree a chiudere i discorsi e la Dinamo vince 89-83, con 24 punti di Tryee per Sassari, mentre non bastano i 31 di Shields a Milano.

Credits: Ciamillo