Seguici su

Biathlon

LIVE Biathlon, Staffetta mista Mondiali 2023 in DIRETTA: azzurri meravigliosi, argento stratosferico! Giacomel si è giocato l’oro con Johannes Boe!

Pubblicato

il

Dorothea Wierer e Lisa Vittozzi

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

I PETTORALI DI PARTENZA DELLA STAFFETTA MISTA

16:06 La nostra DIRETTA LIVE termina qui! Il Mondiale di biathlon è solo agli albori e promette grande spettacolo e grandi soddisfazioni per i colori azzurri! Grazie mille a tutti i lettori di OA Sport per averci seguito, a Oberhof il prossimo appuntamento è fissato per venerdì alle 14.30 con la sprint femminile.

16:04 Giornata incredibile per i colori azzurri, dopo il titolo Mondiale in Super-G di Marta Bassino arriva la medaglia d’argento dalla staffetta mista di biathlon. Inizio pazzesco di Mondiali delle discipline invernali per l’Italia!

16:02 La solita garanzia in prima frazione offerta da Vittozzi, lo splendido ultimo giro di Wierer nella seconda parte, la crescita esponenziale di Bionaz nella sua frazione e il poligono a terra di Tommaso Giacomel. E’ difficile trovare un particolare per ogni atleta azzurro, ma veramente ogni frazionista ha messo il suo in questa medaglia d’argento, che splende di luce propria. Italia che torna sul podio ai Mondiali dopo l’assenza di Pokljuka.

16:00 Inizia nel migliore dei modi la campagna tedesca ai Mondiali per l’Italia, con uno splendido argento in una gara straordinaria da parte di tutti e 4 i frazionisti. Sono diversi i paesi che oggi si devono leccare le ferite, Germania e Svezia su tutti: i padroni di casa chiudono in sesta posizione a +1’26” dalla testa, mentre gli svedesi alla fine, con il disastro di Samuelsson, sono 9° con un ritardo di 2’33”.

15:58 Prestazione stellare al poligono per il Belpaese, gli azzurri hanno utilizzato 6 ricariche. Italia che ha sognato anche l’oro, ma come detto in sede di presentazione serviva un suicidio totale norvegese, che per poco non si è verificato.

15:56 Rispetto al quartetto storico per l’Italia quest’oggi sono rimaste invariate le donne, con Wierer e Vittozzi protagoniste di due frazioni magistrali. Sono invece cambiati i due ragazzi, con Hofer e Windisch sostituiti da Bionaz e Giacomel, due ragazzi del 2000 che ci faranno divertire parecchio.

15:54 Gli azzurri tornano sul podio nella staffetta mista in un grande evento dopo Anterselva 2020, bissando il secondo posto con uno schema di gara simile. 3 anni fa Dominik Winisch si giocò l’oro con Johannes Boe, quest’oggi a Oberhof Tommaso Gaicomel si è giocato il titolo con lo stesso atleta norvegese. Purtroppo gli esiti sono stati due argenti, ma sono due medaglie di un peso specifico incredibile.

15:52 Con un brivido finale con Fillon Maillet che stava sbagliando strada, la Francia riesce a mantenere il terzo posto e si prende la medaglia di bronzo. Medaglia d’oro per la Norvegia (1 +9), argento per l’Italia (0 +6) a 12″, bronzo per la Francia (0 +9) a 57″.

15:51 BRIVIDI PER LA SPLENDIDA SECONDA POSIZIONE E MEDAGLIA D’ARGENTO PER L’ITALIA!!!!!! GRANDI RAGAZZI, GRAZIE RAGAZZI!

15:50 Rettilineo finale, LA NORVEGIA VINCE LA STAFFETTA MISTA DEI MONDIALI DI OBERHOF 2023!

15:49 Johannes Boe se ne va e guadagna 8″ su Giacomel. E’ in arrivo una strepitosa medaglia d’argento per la squadra italiana!!!!!!!!!!

15:48 Fillon Maillet terzo dopo 8 poligoni a 23″, quarta la Repubblica ceca dispersa a 56″ dalla testa.

15:47 Vai Tommaso! L’azzurro prova a tenere il passo del norvegese sulla salita più aspra!

15:46 E’ MEDAGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAAA PER L’ITALIA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Tommaso è insieme a J. Boe, entrambi hanno dovuto utilizzare una ricarica, con l’azzurro che ha sbagliato l’ultimo bersaglio. Ultimo giro rusticano! Vediamo se il trentino riuscirà a giocarsela anche per l’oro.

15:45 ULTIMO POLIGONO!!!!! QUANTA TENSIONE AMICI…

15:45 Al km 21.1 Italia e Norvegia davanti, a 26″ la Francia e a 42″ la Repubblica Ceca.

15:44 Il norvegese ha ripreso l’azzurro, ma non vuole fare la differenza e si accoda per giocarsela all’ultimo poligono. Johannes Boe teme Tommaso Giacomel!

15:43 JOHANNES BOE E TOMMASO GIACOMEL SI GIOCANO LA MEDAGLIA D’ORO ALL’ULTIMO POLIGONO!!!! AVREMMO MESSO LA FIRMA, E’ UN SOGNO DA REALIZZARE!

15:42 ITALIA IN TESTA DOPO 7 POLIGONI!!!!!!!!!!!!! Azzurri davanti con Johannes Boe (che ha dovuto utilizzare 3 ricariche) ad inseguire a 7″, terzo Fillon Maillet a 20″ da Tommaso che si salva utilizzando tre ricariche. Mentre disastro di Samuelsson che gira 3 volte!

15:42 VAI TOMMASOOOOOOO!!!!!!! ZERO DI GIACOMEL E SBAGLIANO TUTTI!!!!!!!!!!!!!! CHE ITALIAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

15:40 Settimo poligono, penultimo della gara.

15:38 Al km 19.1 la situazione è la seguente: Norvegia in testa con il marziano J. Boe che ha staccato tutti, a 7″ Fillon Maillet; terzo con un  ritardo di 18″ Giacomel, braccato da Samuelsson (a 6″ dall’azzurro).

15:36 Per ora la prova dell’Italia è encomiabile: dopo due frazioni femminili perfette Bionaz ha retto alla grande il confronto con atleti di grandissimo livello, ora gli azzurri potranno contare su Giacomel per andare alla caccia del podio. Per la Norvegia in pista Johannes Boe, per la Francia Fillon Maillet e per la Svezia Samuelsson.

15:35 Terzo e ultimo cambio: Norvegia e Francia davanti, a 8″ l’Italia che si gioca le medaglia anche con la Svezia, a 15″ dalla testa. Non sono escluse dai giochi per il podio Repubblica Ceca e Austria, con un ritardo di 27″ dalla Norvegia.

15:34 Scintille in testa! Bionaz ora perde qualche metro! Ci si avvicina al cambio, Didier sembra essere al gancio.

15:33 Bionaz sta gettando il cuore oltre l’ostacolo e tenendo le code di Laegreid e Jacquelin. Recupera 2″ al 17.1 km Ponsiluoma in quarta posizione, a 25″ Krcmar.

15:33 AMICI DI OA SPORT CHE BELLA STAFFETTA MISTA STIAMO VEDENDO! Dopo 6 poligoni al comando un terzetto con Norvegia, Francai e Italia! Insegue a 18″ la Svezia e a 25″ la Svizzera!

15:32 Purtroppo arriva il doppio errore di Bionaz, sbaglia anche Jacquelin mentre fenomenale LAEGREID con lo zero!

15:30 Siamo nei pressi del poligono probabilmente più importante della gara per azzurri. Sesta serie, in piedi e l’ultima della terza frazione.

15:29 Bionaz regge bene nella seconda tornata, Jacquelin al km 15.1 ha un ritardo di 6″ dall’azzurro, a 23″ Laegreid e a 33″ Ponsiluoma.

15:28 GIRA LA GERMANIA! Ponsiluoma si salva ed è staccato di 41″ dall’Italia, Doll gira e dopo 5 poligoni paga 1’02” dalla testa.

15:27 ITALIA IN TESTA DOPO 5 POLIGONI! Bionaz con 13″ su Jacquelin, errori a ripetizione per Germania e Svezia. Laegreid arriva da dietro e con lo 0 si porta in quarta posizione a 31″ da Didier.

15:26 BRAVO DIDIER!!!!!!! Una ricarica per l’azzurro, mentre gli altri sbagliano tutti!

15:25 Quinto poligono, primo della terza frazione con la Francia che stacca di qualche metro l’Italia.

15:23 Jacquelin riprende immediatamente Bionaz, che prova a rimanere sulle code del francese. Al km 13.1 Svezia e Germania pagano 28″, a 49″ la Norvegia con Laegreid.

15:22 Le ragazze azzurre hanno fatto il loro lavoro in maniera egregia, ora i due 2000 azzurri sono chiamati ad una prestazione maiuscola. Per l’Italia in pista Bionaz, che dovrà affrontare Jacquelin, Doll e Ponsiluoma.

15:21 ITALIA DAVANTI DOPO LE FRAZIONI FEMMINILI! Super prestazione di Vittozzi e Wierer! Azzurri al comando con 7″ sulla Francia, a 27″ Germania e Svezia. In difficoltà nell’ultimo giro Roeiseland, con la Norvegia che cambia a 50″ dalla testa.

15:19 Duello pazzesco tra Herrmann e E. Oeberg in questo ultimo giro, mentre Wierer stacca A. Chevalier. CHE WIERER RAGAZZIIII!!!! SI SOGNA CON L’ITALIAAAAAAA!!!!!!!!!

15:18 RIENTRA DOROTHEA WIERER SU ANAIS CHEVALIER! L’AZZURRA HA INSERITO LE MARCE ALTE! Italia incollata alle code della Francia, al km 10,6 Svezia e Germania a 34″, Norvegia staccata di 10″ dal terzo posto.

15:16 Sale il vento e arrivano un po’ di errori! Sbaglia due volte E. Oeberg, 3a 34″, errore di Herrmann con la Germania 4a a 41″ dalla testa, doppio errore anche per Roeiseland con la Norvegia 6a a 50″.

15:15 Perfetta Chevalier, deve purtroppo utilizzare una ricarica Wierer. Dopo 4 poligono Francia in testa con 7″ sull’Italia.

15:14 Rettilineo che riconduce allo stadio; in arrivo il quarto poligono, ultimo delle frazioni femminili. Wierer sorpassa Chevalier in discesa per andare in piazzola n.1!

15:12 Al km 9.1 Francia e Italia la coppia al comando, seguite a 13″ dalla Svezia. Quarto il Canada a 31″, a 35″ Germania, Svizzera e Norvegia.

15:11 Wierer si è attaccata alle code di Chevalier, tutti i paesi candidati alle medaglie sono davanti, divisi da 40″.

15:10 Pazzesca la serie di Roeiseland e Herrmann; Norvegia e Germania escono dal terzo poligono in 6a e 7a posizione a 40″ dalla testa. Bene anche E. Oeberg che nonostante una ricarica esce in 4a posizione a 18″ dalla Francia.

15:09 Una ricarica per Chevalier e poligono pulito di Wierer! Italia dopo 3 poligoni a 2″ dalla Francia.

15:07 Ci si avvia verso il terzo poligono, di nuovo a terra.

15:06 E. Oeberg si è portata sulle code di Wierer, portandosi dietro anche la canadese Moser. Herrmann dopo 1km ha tirato giù 10″ rispetto al cambio, con Roeiseland alle calcagne.

15:04 Seconda frazione con nomi importantissimi: al primo rilevamento cronometrico la Francia con A. Chevalier guadagna 2″ sull’Italia, in pista con Dorothea Wierer. Elvira Oeberg per la Svezia prova a fare la differenza e porta il suo ritardo dai francesi subito sotto i 20″.

15:03 Dopo i primi 6km la Germania è 11a a 1′ dalla testa, a meno di 5″ dalla Norvegia. Il tandem Roeiseland/Herrmann ora in pista potrebbe fare la differenza.

15:02 Primo cambio: Francia in testa con 10″ sull’Italia, in terza posizione la Slovacchia a 15″ e in quarta il Canada a 16″. La Svezia conclude la prima frazione in quinta posizione a 25″, mentre la Norvegia è ottava a 55″, ancora in lotta per qualsiasi medaglia.

15:01 Italia al km 5.1 in seconda posizione in compagnia del Canada, con 3″ di vantaggio sulla Slovacchia, a 10″ la Svezia.

15:00 Simon fa la differenza nel terzo giro, al km 4.6 la Francia aumenta di 5″ il margine su Vittozzi. Tandrevold perde un paio di secondi, ci si avvia verso il primo cambio.

14:59 Dopo il secondo poligono la Norvegia esce con un distacco di 56″ dalla testa.

14:58 GIRA LA NORVEGIA! Tandrevold sbaglia anche sull’ultima ricarica e ora i giochi si aprono anche per la vittoria! Scappa via dopo 2 poligoni la Francia, con 6″ di vantaggio sull’Italia e il Canada. Quinta la Svezia a 16″ e 14a la Germania a 45″!

14:57 Simon pazzesca ma Lisa risponde! Tandrevold in crisi ne sbaglia 3!

14:56 Secondo poligono, l’ultimo della prima frazione, in piedi.

14:56 Lisa prova a fare il vuoto! Vittozzi guadagna 10 metri su Simon e Tandrevold, grandissimo atteggiamento della sappadina!

14:55 Tra le candidate al podio in ritardo la Germania, con Voigt in difficoltà fin dal primo metro. Padroni di casa staccati di 22″ al km 3.6, il secondo rilevamento del secondo giro.

14:54 Cinque squadre in testa al km 2.6, Julia Simon si è subito riportata sulle code di Vittozzi. Hanna Oeberg in grande rimonta sta per accodarsi al gruppo al comando.

14:52 ZERO DI VITTOZZI!!! Italia in testa dopo il primo poligono, una ricarica per la Francia e due per la Svezia. Dopo la prima serie azzurri al comando seguiti dalla Svizzera, dal Canada e dalla Norvegia. Leggermente più attardate Svezia (a 13″) e Germaniz (a 18″).

14:51 Primo poligono con una leggera brezza, a terra.

14:50 Siamo già sul lungo rettilineo che conduce al primo poligono, già un momento importante per il quartetto azzurro.

14:49 Sono davanti tutte le nazioni di vertice che battaglieranno per le medaglie, al km 1.1 al comando Simon, seguita da H. Oeberg, Tandrevold e Vittozzi.

14:48 Al primo rilevamento cronometrico passa in testa la Svizzera tallonata dalla Francia, Italia in 6a posizione sulle code delle prime.

14:47 Gruppo compatto sulla prima salita, Julia Simon a dettare il ritmo. Per l’Italia in pista Vittozzi, specialista assoluta del lancio.

14:45 SONO INIZIATI I MONDIALI DI BIATHLON A OBERHOF! E’ PARTITA LA STAFFETTA MISTA! Buon divertimento e buon biathlon a tutti!

14:44 Il tracciato di 2km di Oberhof è durissimo, subito dopo il poligono si affronta la salita più impegnativa presente in questa località, ma è il chilometro in falsopiano che conduce al poligono il vero banco di prova. Le condizioni meteo, come già detto, sono perfette: sole e poco vento. Gli ingredienti ci sono tutti, primi frazionisti pronti sulla linea di partenza!

14:42 La Francia schiera un quartetto altamente competitivo (Simon, A. Chevalier, Jacquelin e Fillon Maillet), la Svezia dopo l’apertura delle sorelle Oeberg (Hanna al lancio) punta su Ponsiluoma e Samuelsson, mentre la Germania padrona di casa scenderà in pista con Voigt, Herrmann, Doll e Rees.

14:40 La battaglia per il podio sarà apertissima e avvincente: Francia, Svezia e Germania (con l’Italia da tenere in seria considerazione) si presentano come le principali candidate alle altre due medaglie. La sorpresa potrebbe arrivare dal quartetto svizzero, in grande ascesa e con la voglia di far saltare il banco.

14:38 L’Italia parte in questa gara con il pensiero è l’obiettivo del podio, la frazione decisiva in quest’ottica potrebbe essere la terza, la prima maschile. Nel comparto femminile gli azzurri schierano probabilmente la miglior coppia dell’intero lotto, con Lisa e Dorothea (4a e3a in classifica generale) che potrebbero anche dare il cambio a Didier in prima posizione. Bionaz a gennaio è cresciuto esponenziale, e con una grande prestazione al poligono nelle posizioni di vertice si potrebbe vedere ancora il tricolore; a questo punto sarebbe tutto sulle spalle di Tommy Giacomel, entrato a gran voce nell’élite del biathlon Mondiale.

14:36 La formazione azzurra è pronta a cogliere qualsiasi possibilità e desiderosa di iscriversi per la lotta alle medaglie. L’Italia schiererà così il suo quartetto, in rigoroso ordine cronologico: Lisa Vittozzi, Dorothea Wierer, Didier Bionaz e Tommaso Giacomel. La formazione scelta dallo staff tecnico è la stessa messa in pista a Pokljuka ad inizio gennaio, quando i ragazzi del Belpaese colsero uno splendido secondo posto; la differenza rispetto alla gara slovena è senza dubbio l’inversione delle frazioni femminili con quelle maschili, ma soprattutto la presenza di tutti i big del circuito in una competizione che si annuncia di livello stellare.

14:34 Al lancio per i norvegesi ci sarà Tandrevold, seguita da un’attesissima Roeiseland; probabilmente non il segmento femminile, almeno sulla carta, più competitivo, ma sicuro tra quelli di spicco. La Norvegia nel settore maschile aveva l’imbarazzo della scelta, lo staff tecnico ha deciso di affidare a Laegreid il compito del n.3, mentre a chiudere i giochi ci sarà il dominatore Johannes Boe.

14:32 La staffetta mista dei Mondiali di Oberhof ha una grande favorita d’obbligo: la Norvegia. Gli scandinavi sono i plurivincitori in questa specialità (già 6 allori), imbattuti nei grandi appuntamenti da un quadriennio e si presentano al via con una formazione che fa paura (soprattutto nelle frazioni maschili).

14:30 Entriamo ora nello specifico della gara che scatterà tra 15 minuti, la staffetta mista 4x6km. Come detto saranno le ragazze in pista per le prime due frazioni, mentre in chiusura ci saranno gli uomini. Il chilometraggio è lo stesso per entrambi i sessi, essendoci meno km sugli sci il poligono potrebbe essere ancora più decisivo, ma sappiamo bene come la pista di Oberhof sia nota per la sua durezza.

14:27 Per la prima volta dal lontano 1993 le gare di un Mondiale di biathlon non vedranno assegnati punti validi per le classifiche di Coppa del Mondo. Questo, secondo i dirigenti IBU, eleverà ancora di più l’importanza della singola competizione. Senza dubbio avremo gare emozionanti e coinvolgenti, come solo il biathlon riesce a regalare in tutte le sue sfaccettature.

14:25 Attesa alle stelle per questa competizione iridata in una delle località storiche per il biathlon, dove vincono solo i veri Campioni. La località della Turingia è solitamente celebre per la sua durezza, per il vento e la nebbia, per uno dei poligoni più difficili del panorama Mondiale; quest’oggi il clima è però soleggiato e apparentemente poco ventoso durante l’azzeramento, le condizioni ideali per uno spettacolo di primissimo livello!

14:22 Inizia con la staffetta mista il programma dell’evento clou della stagione invernale di biathlon, come ormai avviene da tradizione dal 2011 in poi; sarà il quindicesimo titolo Mondiale messo in palio da questo format. Ad aprire le danze ci saranno le due frazioni femminili, mentre quelle maschili saranno in chiusura, l’Italia sogna subito in grande e vuole provare a sbloccare il numero di podi già dalla prima competizione!

14:20 Buon pomeriggio amici di OA Sport e benvenuti alla DIRETTA LIVE del Mondiale di biathlon 2023 di Oberhof (Germania)!

Buon pomeriggio amici di OA Sport e benvenuti alla DIRETTA LIVE della gara inaugurale dei Mondiali 2023 di biathlon di Oberhof (Germania)! Inizia con la staffetta mista il programma dell’evento clou della stagione invernale di biathlon, come ormai avviene da tradizione dal 2011 in poi; sarà il quindicesimo titolo Mondiale messo in palio da questo format. Ad aprire le danze ci saranno le due frazioni femminili, mentre quelle maschili saranno in chiusura, l’Italia sogna subito in grande e vuole provare a sbloccare il numero di podi già dalla prima competizione!

La staffetta mista dei Mondiali di Oberhof ha una grande favorita d’obbligo: la Norvegia. Gli scandinavi sono i plurivincitori in questa specialità (già 6 allori), imbattuti nei grandi appuntamenti da un quadriennio e si presentano al via con una formazione che fa paura (soprattutto nelle frazioni maschili). Al lancio per i norvegesi ci sarà Tandrevold, seguita da un’attesissima Roeiseland; probabilmente non il segmento femminile, almeno sulla carta, più competitivo, ma sicuro tra quelli di spicco. La Norvegia nel settore maschile aveva l’imbarazzo della scelta, lo staff tecnico ha deciso di affidare a Laegreid il compito del n.3, mentre a chiudere i giochi ci sarà il dominatore Johannes Boe. Una formazione che davvero sembra inarrivabile per le altri concorrenti, ma qui siamo a Oberhof! La battaglia per il podio sarà apertissima e avvincente: Francia, Svezia e Germania si presentano come le principali candidate alle altre due medaglie. La Francia schiera un quartetto altamente competitivo (Simon, A. Chevalier, Jacquelin e Fillon Maillet), la Svezia dopo l’apertura delle sorelle Oeberg (Hanna al lancio) punta su Ponsiluoma e Samuelsson, mentre la Germania padrona di casa scenderà in pista con Voigt, Herrmann, Doll e Rees. La sorpresa potrebbe arrivare dal quartetto svizzero (E. Gasparin, Haecki, Stalder e Hartweg), in grande ascesa e con la voglia di far saltare il banco. Lo spettacolo si annuncia davvero imperdibile. 

Pronta a cogliere qualsiasi possibilità e desiderosa di iscriversi per la lotta alle medaglie anche la formazione azzurra. L’Italia schiererà così il suo quartetto, in rigoroso ordine cronologico: Lisa Vittozzi, Dorothea Wierer, Didier Bionaz e Tommaso Giacomel. La formazione scelta dallo staff tecnico è la stessa messa in pista a Pokljuka ad inizio gennaio, quando i ragazzi del Belpaese colsero uno splendido secondo posto; la differenza rispetto alla gara slovena è senza dubbio l’inversione delle frazioni femminili con quelle maschili, ma soprattutto la presenza di tutti i big del circuito in una competizione che si annuncia di livello stellare. L’Italia parte in questa gara con il pensiero è l’obiettivo del podio, la frazione decisiva in quest’ottica potrebbe essere la terza, la prima maschile. Nel comparto femminile gli azzurri schierano probabilmente la miglior coppia dell’intero lotto, con Lisa e Dorothea (4a e3a in classifica generale) che potrebbero anche dare il cambio a Didier in prima posizione. Bionaz a gennaio è cresciuto esponenziale, e con una grande prestazione al poligono nelle posizioni di vertice si potrebbe vedere ancora il tricolore; a questo punto sarebbe tutto sulle spalle di Tommy Giacomel, entrato a gran voce nell’élite del biathlon Mondiale. Italia mina vagante ma con le idee chiare, con una grande prestazione ci siamo anche noi a lottare per le medaglie.

OA Sport vi offre la DIRETTA LIVE della staffetta mista 4×6 km, gara inaugurale del Mondiale di biathlon di Oberhof 2023 (Germania). Attesa alle stelle per questa competizione iridata in una delle località storiche per il biathlon, dove vincono solo i veri Campioni. La località della Turingia è ormai celebre per la sua durezza, per il vento e la nebbia, per uno dei poligoni più difficili del panorama Mondiale, un posto degno di incoronare un Campione del Mondo. La staffetta mista si annuncia imperdibile, gara con un coefficiente tecnico altissimo. La Norvegia è la chiara favorita, ma la battaglia per il podio sarà incredibile con l’Italia grande protagonista. Il via della gara è previsto alle 14.45, buon divertimento e buon biathlon a tutti!

Foto: LaPresse

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online