Seguici su

Atletica

LIVE Atletica, Campionati Italiani 2022 in DIRETTA: Elena Vallortigara vola a 1,98, seconda al mondo nel 2022! Tamberi vince allo spareggio

Pubblicato

il

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA LIVE

21.49 La nostra diretta live termina dunque qui, grazie per averci seguito fino a questo punto, buon proseguimento di serata con il riepilogo e le cronache dei campionati italiani assoluti di atletica leggera su OA Sport.

21.47 Vince il Cus Pro Patria Milano che firma dunque la doppietta (Francesco Domenico Rossi, Andrea Blesio, Luca Sito e Andrea Panassiti) chiudono in 3’06″43 e conquistano il titolo italiano anche al maschile per la società meneghina.

21.44 Parte la seconda serie.

21.39 Questa la seconda serie che chiuderà i campionati italiani: Pro Sesto, Atletica Biotekna. Atletica Riccardi Milano 1946, Cus Pro Patria Milano, Atletica Futura Roma.

21.36 Vince l’Atletica Vicentina (Leonardo Prebianca, Lorenzo Frivoli, Matteo Beria e Michele Bertoldo) in 3’12″00.

21.33 Parte la prima serie della 4×400 maschile.

21.30 Prima la premiazione del decathlon, dove ad imporsi è stato Enrico Dester (Carabinieri).

21.28 Questa la prima serie: Virtus Emilsider, Atletica Stud. Rieti Andrea Milardi, Atletica Vicentina, Team-A Lombardia, Atletica Sandro Calvesi.

21.26 In corso la premiazione del salto in lungo femminile dove Larissa Iapichino ha confermato il proprio titolo italiano, ora le due serie della staffetta 4×400 maschile che chiuderanno questi campionati.

21.23 Vince la Cus Pro Patria Milano, Ilaria Burattin, Serena Troiani, Alexandra Troiani e Virginia Troiani fanno segnare un 3’44″99 e vanno a conquistare il secondo titolo nazionale consecutivo per la società lombarda.

21.20 Partita la staffetta 4×400 femminile.

21.17 In corso le premiazioni del getto del peso maschile che ha incoronato Nick Ponzio nuovo campione italiano.

21.15 Tra poco al via la staffetta 4×400 femminile: Atletica Sandro Calvesi, Atletica Vicentina, Cus Pro Patria Milano, Atletica Brescia, Atletica Roma Acquacetosa, Nissolino, Cus Parma, La Fratellanza.

21.13 Questo il podio del decathlon: 1. Dario Dester (Carabinieri) 8020, 2. Lorenzo Naidon (US Quercia Trentingrana) 7647, 3. Alessandro Sion (Atletica Libertas Unicusano Livorno) 7321.

21.10 Tra poco le staffette 4×400 femminili e maschili che chiuderanno questa manifestazione.

21.08 Simone Ronzoni (Imola Sacmi Avis) conquista i 1500 del decathlon in 4’22″89.

21.03 Adesso 1500 del decathlon e staffette 4×400 femminile e maschile che chiuderanno questi campionati italiani assoluti 2022.

20.55 Leonardo Feletto (Atletica Mogliano) è campione italiano dei 1500 metri, il classe 1995 vince in 8’30″06. Secondo Yassin Bouih (Fiamme Gialle) in 8’31″99. Terzo Abderrazzak Gasmi (Toscana Atletica Futura) in 8’38″93 (nuovo personale). Poi Enrico Vecchi (Atletica Rodengo Saiano) e Marco Fontana Granotto (Atletica Insieme Verona) che firmano entrambi il loro nuovo personale, rispettivamente 8’40″03 e 8’49″16.

20.52 Nick Ponzio (Atl. Club 96) conquista il titolo italiano del getto del peso con il 21.34 del terzo turno in pedana. Secondo Leonardo Fabbri (Aeronautica), 20.47 sempre al terzo tentativo. Terzo Sebastiano Bianchetti (Fiamme Oro) con 19.58.

20.49 Larissa Iapichino si conferma campionessa italiana nel lungo femminile con il 6.64 trovato al secondo tentativo. Per la classe 2002 delle Fiamme Gialle purtroppo non arriva il minimo per i Mondiali (6.82). Seconda Marta Amani (Cus Pro Patria) 6.51, terza Elisa Naldi (Carabinieri) 6.21.

20.46 Partono i 3000 siepi.

20.43 Tra poco i 3000 siepi maschili: Vecchi, Forner, Molmenti, Goffi, Feletto, Boni, Gatto, Fontana Granotto, Bouih, Contran, Gasmi, Sahran.

20.40 Martina Merlo conferma il titolo italiano sui 1500 metri. La classe 1993 dell’Aeronautica Militare vince in 9’51″81. Seconda Laura Dalla Montà (Assindustria Sport) in 9’58″88, terza Eleonora Curtabbi (Atletica Giò 22 Rivera) in 10’03″64.

20.37 Marta Amani trova un 6.42 al quarto tentativo nel lungo femminile che la porta al secondo posto provvisorio dietro a Larissa Iapichino (6.64).

20.35 Secondo errore a 4.65 per Roberta Bruni che sta proseguendo da sola nell’asta dopo aver conquistato la vittoria.

20.32 Questa la situazione del getto del peso maschile dopo il terzo turno: 1. Ponzio 21.34, 2. Fabbri 20.47, 3. Bianchetti 19.58.

20.30 Il programma della pista proseguirà ora con 3000 siepi femminili e maschili.

20.29 Roberta Bruni supera al primo tentativo 4.55.

20.26 Roberta Bruni (Carabinieri) conquista il titolo italiano assoluto nell’asta con 4.45, misura raggiunta anche da Elisa Molinarolo (Fiamme Oro) ma con più errori (3) in precedenza rispetto alla prima (1). Terza Virgina Scardanzan (Atletica Silca) 4.30.

20.23 Questa la situazione del lungo femminile dopo il terzo turno in pedana: 1. Iapichino 6.64, 2. Amani 6.40, 3. Naldi 6.21.

20.20 Vince Diego Aldo Pettorossi (Atletica Libertas Unicusano Livorno) in 20″54 (nuovo primato personale). Secondo Rijo Hillary Wanderson Polanco (Atletica Riccardi Milano 1946) in 20″66. Terzo Andrea Federici (Atletica Biotekna) in 20″80.

20.18 Ora i 200 metri maschili: Guglielmi, Faggin, Federici, Polanco, Donola, Pettorossi, Tonella, Ori.

20.15 GIMBO! Arriva la misura per il campione olimpico in carica che conquista dunque il titolo italiano. Secondo Marco Fassinotti (Aeronautica), terzo Silvano Chesani (Fiamme Oro).

20.14 Sbaglia Fassinotti a 2.26, match-point per Tamberi.

20.13 DALIA KADDARI! Terzo titolo italiano assoluto consecutivo per la classe 2001 delle Fiamme Oro che si impone in 22″87. Seconda Vittoria Fontana (Carabinieri) in 23″24. Terza Irene Siragusa (Esercito) in 23″58.

20.10 Parte la finale dei 200 femminili: Angelini, Riva, Fontana, Bellinazzi, Siragusa, Kaddari, Bruney, Melon.

20.09 Un perplesso Tamberi supera 2.24 facendo dunque proseguire lo spareggio per la vittoria del titolo italiano nell’alto maschile, il classe 1992 marchigiano delle Fiamme Oro si sarebbe forse aspettato una serata diversa.

20.08 Fassinotti supera 2.24.

20.07 LARISSA IAPICHINO! 6.64 per la classe 2002 delle Fiamme Gialle (primato stagionale) che si porta in testa al lungo dopo il secondo turno.

20.06 Niente da fare per Tamberi, quarto errore a 2.26 anche per il campione olimpico, lo spareggio prosegue.

20.05 Errore per Fassinotti a 2.26, ora Tamberi, in caso di ulteriore nullo si abbasserebbe la quota.

20.02 Terzo errore a 2.26 per Silvano Chesani che chiude terzo nell’alto. Per il titolo sarà spareggio tra Gianmarco Tamberi e Marco Fassinotti.

20.01 OSSAMA MESLEK! Vittoria in volata sui 1500 metri per il classe 1997 dell’Atletica Vicentina, nuovo campione italiano. 3’44″69. Secondo Pietro Arese (Fiamme Gialle) in 3’44″79. Terzo Nesim Amsellek (Rocchino) in 3’45″78.

19.59 Arriva il terzo errore a 2.26 per Gianmarco Tamberi che in questo momento è primo ad aex-aequo con Marco Fassinotti.

19.57 Il primo a superare 2.26 nell’alto è l’australiano Brandon Starc (fuori concorso), terzo errore per Marco Fassinotti.

19.56 Secondo errore a 2.26 anche per Marco Fassinotti e Silvano Chesani, nel frattempo è partita la gara dei 1500 maschili.

19.55 Secondo errore per Gianmarco Tamberi a 2.26 mentre nel lungo femminile Larissa Iapichino apre con un nullo la propria gara.

19.54 Un errore a 2.26 anche per Silvano Chesani.

19.53 Sbaglia anche Gianmarco Tamberi a 2.26.

19.52 La prossima gara della pista sarà quella dei 1500 metri maschili.

19.51 Primo errore a 2.26 per Marco Fassinotti.

19.49 Terzo errore a 2.23 per Edoardo Stronati che chiude quarto nell’alto. In testa Gianmarco Tamberi e Marco Fassinotti, percorso netto fino a 2.23, poi Silvano Chesani che ha superato la misura al terzo tentativo.

19.46 Ludovica Cavalli (Aeronautica Militare) è la nuova campionessa italiana dei 1500 metri. La classe 2000 vince in 4’14″14, seconda Sintayehu Vissa (Brugnera) in 4’14″78, terza Elena Bellò (Fiamme Azzurre) in 4’15″24.

19.44 Queste invece le atlete al via nel salto in lungo femminile: Naldi, Costella, Battistella, Bacco, Amani, De Andreis, Visibelli, Crida, Strati, Iapichino, Zangobbo, Dale (Australia, fuori concorso).

19.43 2.23 al primo tentativo per Gianmarco Tamberi.

19.41 Silvio Chesani supera al terzo tentativo 2.20 mentre Fassinotti supera al primo tentativo 2.23, a contendersi la vittoria sono rimasti poi Tamberi e Stronati.

19.39 Al via i 1500 metri femminili: Bortoli, Selva, Tozzi, Castelli, Cortesi, Giuseppetti, Bella, Bellò, Cavalli, Majori, Vissa, Zenoni, Baldini.

19.37 Terzo errore a 2.20 per Mattia Furlani che resta in quarta posizione provvisoria.

19.35 Questo il podio definitivo dell’eptathlon: 1. Marta Giaele Giovannini (Atletica Livorno) 5425, 2. Alice Lunardon (Atletica Riviera del Brenta) 5238, 3. Giulia Riccardi (Trilacum) 5157.

19.34 2.20 al primo tentativo per Gianmarco Tamberi e Marco Fassinotti.

19.33 Il programma proseguirà ora con le finali dei 1500 maschili e femminili e il salto in lungo femminile dove ci sarà Larissa Iapichino.

19.30 Nel frattempo è in corso la premiazione del getto del peso femminile che vedrà Chiara Rosa (Fiamme Azzurre) per l’ultima volta sul gradino più alto del podio.

19.28 Alice Lunardon vince gli 800 dell’eptathlon in 2’21″60 davanti a Marta Giaele Giovannini (Atletica Livorno), 2’21″61 con quest’ultima che conquista il titolo italiano. Terza Rebecca Gennari (Atletica Varese) in 2’22″39.

19.27 Errore per Mattia Furlani al primo tentativo a 2.20, limite italiano a livello allievi.

19.25 Stefano Sottile si salva al terzo tentativo a 2.15.

19.22 2.15 al primo tentativo anche per Marco Fassinotti, si proseguirà ora con gli 800 metri dell’eptathlon che assegneranno il titolo.

19.20 2.15 al primo tentativo per Gianmarco Tamberi, così come per il campione italiano allievi Mattia Furlani (classe 2005).

19.17 Vince Catalin Tecuceanu (Silca Ultralite Vittorio Veneto) in 1’46″62, secondo Simone Barontini (Fiamme Azzurre) in 1’47″63, terzo Francesco Conti (Imola Sacimi Avis) in 1’48″02.

19.14 Al via la finale degli 800 maschili: Peron, Dieng, Pernici, Tecuceanu, Conti, Barontini, Lazzaro, Riccobon.

19.11 Tamberi ha deciso di passare le prime due misure e inizierà a saltare direttamente da 2.15.

19.08 Chiara Rosa chiude la propria carriera con la conquista del diciassettesimo titolo italiano assoluto consecutivo nel getto del peso. La padovana classe 1983 delle Fiamme Azzurre si impone con un 16.26 trovato nel corso del quinto turno in pedana. Seconda Monia Cantarella (Arc Cus PG) 15.89, terza Elisa Francesca Pintus (Cus Cagliari), 14.46.

19.05 Vince Eloisa Coiro (Fiamme Azzurre) che si laurea come nuovo campionessa italiana in 2’03″23. Seconda Federica Del Buono (Carabinieri) in 2’03″51. Terza Eleonora Vandi (Avis Macerata), 2’03″85.

19.02 Al via la finale degli 800 femminili: Troiani, Giobelli, Pellicoro, Mattagliano, Vandi, Del Buono, Coiro, Vian.

18.59 Elias Sagheddu è il nuovo campione italiano di salto in lungo. Il classe 1995 Sisport trionfa con 7.75 davanti a Gabriele Chilà (Fiamme Gialle) 7.60. Terzo Lorenzo Mantenuto (Atletica Gran Sasso Teramo) 7.57.

18.56 Il programma proseguirà ora con il giavellotto del decathlon e in pista con gli 800 femminili e maschili, in corso la presentazione del salto con l’asta maschile dove il campione olimpico Gianmarco Tamberi andrà a caccia del titolo italiano.

18.53 Speriamo non sia nulla di grave per il classe 1999 napoletano delle Fiamme Gialle, finalista a Tokyo nei 400 ostacoli che sarebbe dovuto essere in gara anche giovedì nella tappa di Diamond League di Stoccolma e ai Mondiali di Eugene.

18.51 Vince Edoardo Scotti (Carabinieri) in 45″69 davanti a Vladimir Aceti (Fiamme Gialle) in 45″91, terzo Davide Re (Fiamme Gialle) in 45″99. Si è fermato Alessandro Sibilio per un risentimento muscolare al quadricipite sinistro.

18.50 Questi i quattrocentisti al via: Grendene, Pivotto, Aceti, Scotti, Sibilio, Re, Benati, Lopez.

18.49 Saranno questi gli avversari di Gimbo: Pavoni, Furlani, Meloni, Cesana, Nava, Falocchi, Fassinotti, Lando, Chesani, Stronati, Sottile, Starc (Australia, fuori concorso).

18.46 Tra poco al via il salto in alto maschile con Gianmarco Tamberi e la finale su pista più attesa di questa ultima giornata, quella dei 400 maschili.

18.43 Vince Alice Mangione (Esercito) in 51″66 davanti ad Anna Polinari (Carabinieri), 52″33. Terza Virgina Troiani (Cus Pro Patria Milano) in 52″57.

18.42 Al via la finale dei 400 femminili: Vandi, Lukudo, Mangione, Trevisan, Troiani, Polinari, Bonora, Chigbolu.

18.40 Questi i finalisti del lungo dove dopo il quarto turno comanda Elias Sagheddu (7.75): Sagheddu, Mantenuto, Chilà, Trio, Chahboun, Rinaldi, Forte, Quarratesi.

18.37 Monia Cantarella si porta in testa al peso con un 15.34 al secondo tentativo.

18.34 La prossima gara della pista sarà la finale dei 400 femminili alla quale seguirà quella al maschile che promette scintille.

18.31 Nel frattempo è entrato in pedana per il riscaldamento Gianmarco Tamberi, che sarà impegnato nella finale del salto in alto a partire dalle 18.50.

18.28 Vince Mario Lambrughi (Atletica Riccardi Milano 1946), nuovo campione italiano assoluto in 49″22. Secondo Josè Reynaldo Bencosme De Leon (Avis Barletta) in 49″59. Terzo Giacomo Bertoncelli (Atletica Insieme Verona) che chiude in 50″40 davanti a Mattia Contini (Aeronautica Militare), 50″46.

18.25 Sta per partire la finale dei 400 ostacoli: Gaggioli, Bertoldo, Veroli, Contini, Lambrughi, Bencosme De Leon, Bertoncelli, Pina Barros.

18.22 Si chiude il giavellotto dell’eptathlon con la vittoria di Matilde Carboncini (37.51) davanti a Marta Giovannini (37.10) e Alice Lunardon (36.81).

18.20 Dopo il terzo salto Lorenzo Mantenuto si è invece portato in testa nel lungo con 7.57 davanti a Gabriele Chilà (7.54) e Antonino Trio (7.50).

18.18 Inizia anche il getto del peso femminile mentre la prossima gara della pista sarà quella dei 400 metri ostacoli maschili.

18.15 AYOMIDE TEMILADE FOLORUNSO! La classe 1996 conquista il titolo italiano vincendo in 54″60, a sei millesimi dal record italiano di Yadisleidy Pedroso. Seconda Rebecca Sartori (Fiamme Oro) in 55″43, terza Eleonora Marchiando (Carabinieri) in 55″69.

18.13 Queste le partecipanti della finale dei 400 ostacoli femminili tra poco al via: Cavo, Seramondi, Olivieri, Marchiando, Folorunso, Sartori, Ghergo, Muraro.

18.11 Nel frattempo è cominciata anche la finale del salto con l’asta femminile.

18.08 Questa la situazione nel salto in lungo dopo il secondo turno: 1. Chilà 7.54, 2. Trio 7.50, 3. Mantenuto 7.38.

18.05 Per Elena Vallortigara l’1.98 di oggi è coinciso con la seconda prestazione mondiale del 2022:

18.02 Questi i finalisti dei 200 metri piani maschili: Diego Aldo Pettorossi (Unicusano Livorno), Andrea Federici (Biotekna), Rijo Polanco (Riccardi Milano), Mattia Donola (Carabinieri), Loris Tonella (Biotekna), Alessandro Ori (La Fratellanza), Alessio Faggin (Fiamme Oro Padova), Federico Guglielmi (Carabinieri).

17.59 Dopo il primo giro di salti Gabriele Chilà comanda nel lungo con 7.54.

17.56 Si proseguirà ora con lancio del giavellotto dell’eptathlon e in pista le finali dei 400 ostacoli femminili e maschili.

17.53 Arrivo al photo-finish con Andrea Federici che precede Rijo Hillary Wanderson Polanco in 20″94, terzo Alessandro Ori in 21″05.

17.50 Questa la seconda batteria: Polanco, Bianchini, Federici, Ori, Ricci, Guglielmi.

17.47 Diego Aldo Pettorossi si impone nella prima batteria dei 200 maschili in 20″64 davanti a Mattia Donola (21″03), terzo Loris Tonella con lo stesso tempo.

17.45 Queste le finaliste dei 200 metri piani: Dalia Kaddari (Fiamme Oro Padova), Giorgia Bettinazzi (Brugnera), Maya Fonda Bruney (Bracco Atletica), Irene Siragusa (Esercito), Ilenia Angelini (Asa Ascoli Piceno), Vittoria Fontana (Carabinieri), Chiara Melon (Fiamme Azzurre), Giulia Riva (Fiamme Oro Padova).

17.42 E’ iniziato nel frattempo il salto in lungo maschile: Trio, Mersal, Quarratesi, Chilà, Frayne (Australia, fuori concorso), Forte, Sagheddu, Mantenuto, Chahboun, Rinaldi, Paz.

17.40 Elena Vallortigara, campionessa italiana assoluta nell’alto, decide di abortire il suo secondo tentativo a 2.00 e finisce qui la sua gara.

17.38 Vince Irene Siragusa in 23″63 davanti a Vittoria Fontana (23″77), terza Chiara Melon in 23″78.

17.36 Al via la seconda batteria: Siragusa, Fontana, Accame, Riva, Melon, Cattaneo.

17.35 Dalia Kaddari vince la prima batteria dei 200 femminili in 22″90.

17.34 La campionessa italiana sbaglia il primo tentativo a 2.00.

17.32 VALLORTIGARA! La classe 1991 dei Carabinieri supera al terzo tentativo 1.98.

17.31 Parte la prima batteria dei 200 femminili.

17.30 Due errori a 1.98 per Elena Vallortigara, già sicura del titolo italiano nell’alto.

17.28 Questa la prima batteria dei 200 femminili: Bonicalza, Kaddari, Bruney, Niotta, Ricci, Angelini, Bellinazzi.

17.25 Vallortigara proseguirà ora con 1.98, stanno invece per partire le batterie dei 200 femminili.

17.22 1.96 superati al secondo tentativo per Vallortigara (primato stagionale e quarta prestazione mondiale), la veneta suggella così il suo terzo titolo italiano consecutivo.

17.20 Vallortigara sbaglia il primo tentativo a 1.96, è il primo nullo di giornata per l’atleta di Schio.

17.17 Elena Vallortigara resta dunque in gara da sola e supera 1.93 al primo tentativo, la classe 1991 dei Carabinieri sarà nuovamente in scena anche giovedì nell’ottava tappa di Diamond League a Stoccolma.

17.14 Arriva anche il terzo errore a 1.88 per Erika Furlani (Fiamme Oro) che si dividerà dunque l’argento con Marta Morara (Atletica Lugo).

17.11 1.90 al primo tentativo per Elena Vallortigara.

17.08 Elena Vallortigara ha invece deciso di passare la misura andando a saltare direttamente a 1.90. Il programma della pista ripartirà alle 17.30 con le batterie dei 200 metri femminili.

17.05 Nel salto in alto femminile arriva il secondo errore per Erika Furlani a 1.88.

17.02 Questo dunque il podio del lancio del disco femminile: 1. Daisy Osakue (Fiamme Gialle) 63.24, 2. Stefania Strumillo (Fiamme Azzurre) 55.84, 3. Diletta Fortuna (Carabinieri) 50.87.

17.00 Vallortigara sale a 1.86, nulla di fatto per Pieroni.

16.57 Argento per Strumillo a 55.84, altro nullo per Osakue che è comunque campionessa italiana.

16.55 Errori per Tavernini e Rossi a quota 1.84.

16.53 Altro lancio corto per Osakue che viene annullato.

16.51 50.62 per Diletta Fortuna che si avvicina alla medaglia di bronzo! Scavalcata Benedetta Benedetti.

16.49 Secondo nullo di fila per Daisy Osakue.

16.46 55.84: si migliora di qualche centimetro Stefania Strumillo.

16.45 Nullo nel disco per Benedetta Benedetti, ora Stefania Strumillo e poi Daisy Osakue.

16.43 Errore per Smrekar a 1.81, il secondo: un salto efficace a questa quota le regalerebbe il primato personale.

16.40 Comincia con il piede giusto anche Erika Furlani.

16.38 Senza problemi a 1.81 Elena Vallortigara nel salto in alto, bene anche Pieroni.

16.36 Termina l’eptathlon femminile con la vittoria di Giulia Riccardi davanti ad Alice Lunardon e Linda Maria Pircher.

16.32 Nullo per Daisy Osakue al terzo lancio.

16.28 E’ cominciato anche il salto in lungo dell’eptathlon: Riccardi al comando con 5.88, seconda Alice Lunardon a 20 centimetri di distanza dalla prima.

16.25 Si conclude la seconda serie di lanci nel disco con al comando Daisy Osakue, seconda Stefania Strumillo staccata di otto metri dalla leader.

16.22 Nel salto in alto femminile esce Chiara Crippa a 1.74 così come Giulia De Marchi e Rebecca Pavan.

16.18 Primato stagionale per Daisy Osakue! 63.24, vicinissima al primato italiano!

16.13 Nulla da fare per Naidon che comunque vince la gara di salto con l’asta. Oro ipotecato per Dario Dester nel decathlon.

16.09 Niente da fare per Dario Dester che si ferma a 4.90 e non migliora il suo primato all’aperto.

16.06 Comincia anche il lancio del disco femminile: buon inizio per Daisy Osakue con un 56.37.

16.03 Naidon va ad un passo dal fare la misura a 5.00! E’ andato altissimo.

15.59 Sta per cominciare anche il salto in alto femminile.

15.56 Dario Dester avanza a 5.00! Si salva all’ultimo tentativo a 4.90.

15.53 Naidon passa i 4.90 e sale a 5.00!

15.50 Sion sbaglia tre volte e chiude terzo nell’asta del decathlon.

15.47 Dester avanza a 4.90 al secondo tentativo.

15.44 Sion sbaglia al primo tentativo a 4.80.

15.41 Naidon vola a 4.80! Dester sbaglia a 4.80.

15.38 Modugno esce a 4.70. Naidon riesce a superare questa misura al secondo tentativo.

15.36 Alessandro Sion è il primo atleta a superare quota 4.70!

15.34 Errori per Modugno e Naidon a 4.70. Soprattutto quest’ultimo ha buttato via il salto dopo essere andato altissimo.

15.32 Modugno tornerà in gara a 4.70, mentre Dester a 4.80.

15.30 Pareggia il primato personale all’aperto Alessandro Sion: 4.60 anche per lui.

15.29 Naidon sbaglia a 4.60, ma ha dimostrato di avere nelle braccia questa misura.

15.28 Apre bene il suo concorso anche Dario Dester a 4.60.

15.26 Modugno entra in gara in maniera efficace a 4.50.

15.23 Nell’asta Naidon e Sion riescono a superare 4.40 al primo tentativo.

15.21 Primo titolo italiano assoluto di sempre per Simone Falloni dopo ben sei secondi posti.

15.19 Nullo anche per Olivieri, Simone Falloni è campione d’Italia!

15.18 Nullo per Marco Lingua! Sarebbe stato un grandissimo lancio.

15.16 Davide Costa non si migliora: 63.51 e quarta posizione buona per il classe 2002 genovese.

15.14 Ronzoni esce nell’asta del decathlon a 4.30: prosegue immacolato il percorso di Cerrato.

15.11 Cerrato balza in testa nell’asta del decathlon con un bel salto da 4.30.

15.09 71.02! Terzo lancio oltre i 71 metri per Simone Falloni! Che regolarità!

15.07 Incrementa la sua misura Davide Costa: 65.86 e confermata la quarta posizione.

15.05 Nell’asta si issano a 4.20 Ronzoni, Cerrato e Sion.

15.02 In terza posizione Marco Lingua con un lancio da 69.89.

14.59 Falloni ancora oltre i 70 metri: 71.10. Si avvicina il primo titolo italiano.

14.56 Nell’asta arrivano a 4.10 Cerrato e Zandarco: già due errori per Nicola.

14.54 Nullo per Simone Falloni, ma il 32enne rimane comunque in testa.

14.52 Quarta posizione nel martello per Davide Costa: 65.35 e solo un metro e mezzo dal primato personale.

14.50 Nel salto con l’asta esce anche Kasibovic a quattro metri. Hanno fatto la misura a 4.00 Ronzoni, Nicola e Zandarco.

14.48 70.08 per Giorgio Olivieri: seconda posizione per il classe 2000 dei Carabinieri.

14.45 63.71 per Giorgis che si avvicina sensibilmente al record personale.

14.43 Secondo nullo in tre lanci per Lingua.

14.41 FALLONI! Va oltre i 70 metri! 71.32, l’atleta dell’aeronautica è al comando!

14.39 Proserpio si migliora nel martello: 63.62 e quinta posizione provvisoria.

14.37 Kasibovic riesce a superare i 3.90 all’ultimo tentativo possibile.

14.35 Anche Kasibovic vicino all’estromissione a 3.90.

14.33 Esce di scena Alberto Brini nell’asta del decathlon non riuscendo ad oltrepassare i 3.80.

14.31 Ma in testa ci va Marco Lingua! Il veterano firma un 69.78 che lo porta davanti a Falloni e Olivieri.

14.29 Falloni si porta al comando! 68.81! 74 centimetri di vantaggio su Olivieri.

14.27 Brini si salva nel salto con l’asta a 3.70. I primi a sorpassare 3.80 sono Zandarco e Nicola.

14.25 In seconda posizione c’è Proserpio con un lancio da 60.74.

14.23 68.07 per Giorgio Olivieri! Il campione italiano promesse è il primo a superare abbondantemente i 65 metri e si porta in testa.

14.21 Primi lanci validi anche nel martellio: Giorgis è il migliore con un discreto 60.48.

14.18 Nicola passa i 3.70 al secondo tentativo, adesso il terzo colpo per Brini.

14.16 Secondo errore di Brini a 3.70: adesso è a rischio eliminazione.

14.14 Nell’asta del decathlon fanno registrare la misura di 3.60 Alberto Brini e Amar Kasibovic. Errore per lo stesso Brini e per Riccardo Nicola a 3.70.

14.11 Entrano ora sul prato dello stadio Guidobaldi di Rieti i protagonisti del lancio del martello.

14.07 Alberto Brini e Riccardo Nicola sono i primi a saltare nell’asta del decathlon: 3.50. Dester decide di entrare in gara a 4.60.

14.04 Si comincia con la finale del lancio del martello maschile e il salto con l’asta valevole per il decathlon.

14.01 Buon pomeriggio amici di OA Sport e benvenuti alla DIRETTA LIVE della terza e ultima giornata dei Campionati Italiani 2022 di atletica leggera.

Il programma di oggi

Buongiorno e benvenuti alla DIRETTA LIVE della terza e ultima giornata dei Campionati Italiani 2022 di atletica leggera. Si preannuncia grande spettacolo allo Stadio Guidobaldi di Rieti, dove alcuni dei big azzurri scenderanno in pista e pedana alla caccia di grandi prestazioni quando mancano soltanto tre settimane ai Mondiali di Eugene. L’uomo più atteso del giorno è Gianmarco Tamberi, che sarà chiamato a un colpaccio nel salto in alto: il Campione Olimpico cercherà di non deludere le aspettative e di lanciarsi nel miglior modo possibile verso la rassegna iridata.

Roberta Bruni ha migliorato il record italiano di salto con l’asta lo scorso fine settimana e punta a ripetersi anche in questa occasione. Da seguire con grande attenzione Larissa Iapichino, alla caccia di un guizzo nel salto in lungo: la toscana sembra essersi un po’ smarrita, servirebbe un gran balzo per ritrovare fiducia. Si spera in una buona prova di Elena Vallortigara nel salto in alto e si ricerca il miglior Nick Ponzio nel getto del peso. Da non perdere anche i 200 metri con Dalia Kaddari, i 1500 metri di Elena Bellò e Pietro Arese, i 400 metri di Alessandro Sibilio, Davide Re, Vladimir Aceti.

OA Sport vi propone la DIRETTA LIVE della terza e ultima giornata dei Campionati Italiani 2022 di atletica leggera: cronaca in tempo reale, minuto dopo minuto, gara dopo gara, per non perdersi davvero nulla. Si inizia alle ore 14.00 e si andrà avanti fino alle ore 21.40 circa. Buon divertimento a tutti.

Foto: Lapresse

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online