Seguici su

Formula 1

F1, Carlos Sainz ora è un problema vero per la Ferrari. Errori a ripetizione, la striscia diventa preoccupante

Pubblicato

il

Carlos Sainz confidava in ben altro finale per il suo Gran Premio di Spagna, sesto appuntamento del Mondiale di Formula Uno 2022. Sul tracciato del Montmelò, infatti, il padrone di casa per eccellenza (non ce ne voglia Fernando Alonso) voleva centrare il suo primo successo in carriera, non solo il primo da quando guida una Ferrari.

Invece, dopo essere scattato dalla terza casella della griglia, il nativo di Madrid oggi non ne ha azzeccata una. Letteralmente. Allo spegnimento dei semafori, infatti, la sua F1-75 numero 55 quasi “stallava” e la sua gara è iniziata subito in salita, venendo superato da diversi avversari. Come se non bastasse, poi, Carlos sbaglia l’approccio in curva 4 dopo pochi giri e finisce nella ghiaia. Lo spagnolo rientra solamente in undicesima posizione e deve nuovamente ricostruire la gara. Una missione che riesce, dato che si ferma ai piedi del podio, ma solo per un problema tecnico di Lewis Hamilton che lo aveva superato nei giri conclusivi.

Una nuova prova decisamente negativa per il pilota del Cavallino Rampante che, a quanto pare, sta attraversando un periodo quanto mai complicato. Tutto nasce dalle qualifiche del Gran Premio d’Australia. Quella infausta bandiera rossa provocata da Fernando Alonso, infatti, ha tolto a Sainz la possibilità di entrare comodamente nella Q3 e lo ha relegato nella pancia del gruppo. La sua gara di Melbourne non è durata che pochi chilometri, dopo un errore grave che lo ha visto finire nella ghiaia di curva 9 nelle primissime battute.

F1, uno-due Red Bull a Barcellona: vince Verstappen, Leclerc si ritira. 4° Carlos Sainz

Nella tappa successiva, ad Imola, il passo falso è arrivato nelle qualifiche del venerdì, con la sua Ferrari che è andata a stamparsi nelle protezioni in uscita dalla Rivazza 2. In gara, ancora una volta, pochi chilometri effettuati, per colpa di un contatto alla Variante Tamburello con Daniel Ricciardo, un evento del quale però non ha colpe. Colpe, invece, ci sono nell’ennesimo errore della sua stagione, nel corso delle prove libere del Gran Premio di Miami. Un incidente che ha rovinato il suo feeling con il complicato tracciato della Florida ma che, ad ogni modo, lo ha visto salire sul podio. Anche nella gara statunitense, tuttavia, lo spagnolo non è stato impeccabile al via, lasciando strada a Max Verstappen che ha potuto così mettere fiato sul collo a Charles Leclerc sin dall’avvio.

Ecco, questo è l’aspetto più importante della stagione in casa Ferrari. Al momento il monegasco è stato lasciato un po’ troppo “solo” alla domenica, costretto a lottare contro tutti senza l’aiuto del vicino di box. Sia ben chiaro, nulla di intenzionale, ma Carlos Sainz sta mancando un po’ troppe occasioni. Dopo un 2021 nel quale aveva spesso fatto meglio del compagno di squadra, in questo 2022 sta soffrendo parecchio. Urge una svolta, sin da Montecarlo, per non entrare ufficialmente in un tunnel di negatività che non farà bene a nessuno, men che meno a Charles Leclerc. 

Foto: LPS DPPI