Seguici su

Senza categoria

Scacchi: Mondiali rapid e blitz 2021 oggi al via a Varsavia. Magnus Carlsen contro tutti, ci sono anche Luca Moroni e Danyyil Dvirnyy

Pubblicato

il

Come ormai tradizione vuole, la chiusura dell’anno è dedicata ai Campionati del Mondo rapid e blitz. Si gioca dal 26 (oggi) al 30 dicembre, per quello che è ormai un evento particolarmente atteso negli ultimi giorni di dicembre, nonché una delle occasioni per vedere all’opera una larga fetta di big assoluti sia a livello Open che femminile. Tra questi c’è ovviamente Magnus Carlsen: il cinque volte Campione del Mondo difende i titoli conquistati nel 2019 (il 2020 è stato saltato per vicende fin troppo note). Dal 2012 a oggi, il norvegese si è preso il gradino più alto del podio per tre volte nel rapid e per quattro nel blitz.

Occorre ricordare, a questo proposito, due dettagli a livello organizzativo. Il primo è legato alla città in cui si svolgono i due eventi: Varsavia. Non era la prescelta, ma i problemi di ingresso legati a normative anti-Covid hanno costretto la FIDE a rinunciare a Nur-Sultan, in Kazakistan, e a cambiare i piani in corsa, trovando rapidamente nella città polacca la sede. Il secondo è legato alla scansione temporale degli eventi: i Mondiali rapid vanno in scena da oggi fino al 28 dicembre, quelli blitz il 29 e il 30.

Sono leggermente differenti i format per quel che riguarda il torneo Open e il femminile. Innanzitutto, tra gli Open si gareggia sulle 13 partite, così suddivise: 5 oggi, 4 domani e 4 martedì, mentre per le donne la sequenza è 4-4-3. Questo per quanto riguarda la sezione rapid, mentre in termini di blitz tutto cambia così: il 29 Open dal 1° al 12° turno e donne dal 1° al 9°, il 30 Open dal 13° al 21° turno e donne dal 10° al 17°. Di seguito la cadenza temporale completa, previe situazioni difficilmente prevedibili.

Scacchi: i Mondiali rapid e blitz di fine 2021 spostati ufficialmente a Varsavia

RAPID

DOMENICA 26 DICEMBRE
Ore 15:00 – 1° turno
Ore 16:15 – 2° turno
Ore 17:30 – 3° turno
Ore 18:45 – 4° turno
Ore 20:00 – 5° turno (solo Open)

LUNEDÌ 27 DICEMBRE
Ore 15:00 – 6° turno Open/5° donne
Ore 16:15 – 7° turno Open/6° donne
Ore 17:30 – 8° turno Open/7° donne
Ore 18:45 – 9° turno Open/8° donne

MARTEDÌ 28 DICEMBRE
Ore 15:00 – 10° turno Open/9° donne
Ore 16:15 – 11° turno Open/10° donne
Ore 17:30 – 12° turno Open/11° donne
Ore 18:45 – 13° turno Open

BLITZ

MERCOLEDÌ 29 DICEMBRE
Ore 15:00 – 1° turno
Ore 15:30 – 2° turno
Ore 16:00 – 3° turno
Ore 16:30 – 4° turno
Ore 17:00 – 5° turno
Ore 17:30 – 6° turno
Ore 18:00 – 7° turno
Ore 18:30 – 8° turno
Ore 19:00 – 9° turno
Ore 19:30 – 10° turno (solo Open)
Ore 20:00 – 11° turno (solo Open)
Ore 20:30 – 12° turno (solo Open)

GIOVEDÌ 30 DICEMBRE
Ore 14:00 – 13° turno Open/10° donne
Ore 14:30 – 14° turno Open/11° donne
Ore 15:00 – 15° turno Open/12° donne
Ore 15:30 – 16° turno Open/13° donne
Ore 16:00 – 17° turno Open/14° donne
Ore 16:30 – 18° turno Open/15° donne
Ore 17:00 – 19° turno Open/16° donne
Ore 17:30 – 20° turno Open/17° donne
Ore 18:00 – 21° turno Open

Va ricordata, a questo proposito, la cadenza di gioco dei due tornei. Il rapid si svolge con tempo a disposizione di 15 minuti più 10 secondi di incremento a ogni mossa per giocatore, mentre il blitz procede con un tempo di 3 minuti più 2 secondi a testa. Inoltre, va specificato come, in caso di parità per il primo posto, sia rapid che blitz, ulteriori minimatch da due partite a 3’+2″ siano previsti fino allo sblocco della parità.

Veniamo ora al campo dei partecipanti: nell’Open ci sono sostanzialmente tutti, con qualche piccola variazione tra le liste di partecipazioni rapid e blitz. Come detto, Carlsen torna per conquistare tutti e tre gli allori iridati nello stesso anno. A sfidarlo, numerosi degli attuali big: l’oramai francese Alireza Firouzja (l’unico, secondo il norvegese, che gli darebbe stimoli per difendere il titolo classico), l’italoamericano e storico avversario Fabiano Caruana, il russo sfidante di Dubai Ian Nepomniachtchi, l’americano e grande specialista dei tempi veloci Hikaru Nakamura, e davvero tanti altri. Da tenere d’occhio anche il polacco Jan-Krzysztof Duda e il russo Sergey Karjakin, che rivedremo nel Torneo dei Candidati 2022, e il francese Maxime Vachier-Lagrave. A proposito di Firouzja, se è vero che è diventato il 14° essere umano a sfondare l’ELO di 2800 a cadenza classica, è altrettanto vero che alcune inopinate sconfitte rapid (leggere alla voce World Cup) ne hanno provocato la discesa del relativo rating (diverso da quello normale) a 2656: è però evidente che non si tratta della sua forza reale. Sarà, quella di Varsavia, anche la prima presenza come rappresentante degli Stati Uniti dell’armeno Levon Aronian, che qualche mese fa ha risolto così gli attriti pendenti con la propria Federazione. Da non dimenticare neppure Daniil Dubov, che fu vincitore nel 2018 a San Pietroburgo. Complessivamente ci sono 181 partecipanti, tra cui, come vedremo tra poco, due italiani.

Per quel che riguarda le partecipazioni nell’evento femminile, invece, le prime otto sono divise in una proporzione 4-2-2 tra Russia (o meglio, Federazione russa: anche qui vale il principio delle sanzioni WADA), Ucraina e India. Difende il proprio titolo l’indiana Humpy Koneru, la seconda donna dopo Judit Polgar a sfondare quota ELO 2600 nel 2009 e ancora oggi tra le personalità di maggior spicco dell’ambiente internazionale. Il contingente russo è guidato da Kateryna Lagno (vincitrice blitz due anni fa) e Aleksandra Goryachkina, mentre l’Ucraina manda le sorelle Anna e Mariya Muzychuk. Sono in questo caso 105 le partecipanti: tra di loro nessun’italiana, ma tante che possono dire la loro oltre a quelle citate: le russe Alexandra Kosteniuk, Valentina Gunina e Polina Shuvalova, l’indiana Dronavalli Harika, la georgiana Nana Dzagnidze e la bulgara Antoaneta Stefanova. Così come nell’evento maschile, non ci sono cinesi: questo si spiega anche con il fatto che essi stiano riducendo notevolmente le loro presenze internazionali, giocando più spesso in tornei online quando possibile (ma abbiamo potuto apprezzare anche Hou Yifan, la migliore del tempo attuale, nel commento per chess.com di Carlsen-Nepomniachtchi).

L’Italia, come detto, schiera due uomini, che inizialmente neanche dovevano esserci. Tuttavia, le problematiche inerenti la loro partecipazione sono state risolte: Luca Moroni e Danyyil Dvirnyy, così, possono giocare questo evento e misurarsi con alcuni tra i migliori al mondo. Se nella lista ELO classica Moroni è davanti a Dvirnyy, in quella rapid le posizioni si invertono: per questo il primo turno più semplice dovrebbe capitare al trentunenne che è in Italia da quando aveva 13 anni, è nostro connazionale a tutti gli effetti e da italiano ha iniziato a giocare a scacchi ad alto livello. Per il ventunenne lombardo, invece, il fatto di non essere nei primi 90 della lista partecipanti avrà come effetto quello di pescare un nome di grosso calibro.

Andiamo ora a riepilogare i premi che verranno elargiti al termine delle due manifestazioni. Va precisato che per rapid e blitz le quote sono identiche.

OPEN
1° posto – 60.000 $
2° – 50.000 $
3° – 40.000 $
4° – 30.000 $
5° – 25.000 $
6° – 22.000 $
7° – 18.000 $
8° – 14.000 $
9° – 11.000 $
10° – 8.000 $
11°-16° – 5.000 $ ciascuno
17°-25° – 3.000 $ ciascuno
26°-35° – 1.500 $ ciascuno

FEMMINILE
1° posto – 40.000 $
2° – 30.000 $
3° – 20.000 $
4° – 15.000 $
5° – 10.000 $
6° – 7.000 $
7° – 6.000 $
8° – 5.000 $
9° – 4.000 $
10° – 3.000 $
11°-15° – 2.000 $ ciascuna.

Il montepremi totale è dunque di 900.000 $ così suddivisi: 350.000 $ sia per l’Open rapid che per l’Open blitz, 150.000 $ per il femminile rapid che per il femminile blitz.

Foto:

Per scoprire quote, pronostici, bonus, recensioni bookmaker su scommesse sportive e molto altro su sport betting è possibile consultare la nostra nuova sezione dedicata alle scommesse online