Ginnastica, Mondiali 2021: USA rimaneggiati e senza nome altisonante? DiCello e Wong da seguire. Frazier e McClain…

Gli USA si presenteranno con una formazione fortemente rimaneggiata ai Mondiali 2021 di ginnastica artistica, in programma a Kitakyushu (Giappone) dal 18 al 24 ottobre. Tutte le big sono rimaste a casa dopo le fatiche delle Olimpiadi di Tokyo 2020, la corazzata a stelle e strisce non è di certo la formazione dei giorni migliori e il quartetto inviato nel Sol Levante non stuzzica le fantasie degli appassionati oltreoceano e degli amanti delle Polvere di Magnesio.

Per la prima volta nella storia contemporanea gli Stati Uniti d’America risponderanno all’appello con quattro esordienti alla rassegna iridata e nessun nome da urlo, quantomeno per il grande pubblico. Le quattro convocate sono state selezionate attraverso dei test valutati effettuati la scorsa settimana a Indianapolis e manca la trascinatrice annunciata. Simone Biles, Sunisa Lee, Jade Carey, MyKayla Skinner, Jordan Chiles, Grace McCallum non saranno della partita e il movimento non offre poi più di tanto.

Chance dunque per Kayla DiCello e Leanne Wong, che erano riserve ai Giochi. Non avranno il nome altisonante a livello internazionale (ma su questo aspetto incide la sosta dovuta alla pandemia) ma si tratta comunque di ottime atlete, magari meno esplosive di diverse connazionali ma con interessanti prospettive e sicuramente in grado di battagliare per traguardi importanti. DiCello ha 17 anni ed era già stata eccellente seconda alla American Cup 2020 (gara di Coppa del Mondo), proprio alla vigilia dello stop. Leanne Wong ha invece 18 anni e lei la American Cup l’ha vinta nel 2019 (precedendo McCallum, Mai Murakami ed Ellie Black). Saranno anche gli USA più deboli degli ultimi anni, ma le due leader possono essere concrete pretendenti nel concorso generale. Nei test valutativi ha prevalso DiCello (55.350: 14.55 al volteggio, 13.95 alle parallele, 13.25 alla trave, 13.60 al corpo libero) nei confronti di Leanne Wong (53.40: 14.250, 12.250, 13.100, 13.800).

Sono meno conosciute le altre due componenti del quartetto. eMjae Frazier (non si tratta di errori di battitura, nome e cognome si scrivono ufficialmente in questo modo) ha 17 anni e potrebbe essere un valido elemento soprattutto al corpo libero e alla trave, anche perché ai test di selezione ha chiuso in seconda posizione sul giro completo (54.050: 14.15, 13.20, 13.00, 13.70). Konnor McClain è un grande talento della classe 2005 (16 anni), tra le juniores ha giganteggiato (ha trionfato anche a Jesolo), ma non ha ancora avuto modo di dire la sua tra le seniores: sarà questa l’occasione buona? Sembra essere decisamente completa su tutti gli attrezzi.

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Ciclismo, accertamenti al cuore per Gianni Moscon. Riscontrate anomalie in gara: niente allarmismi

Golf: cancellati per Covid gli Australian Open 2022