Calcio femminile, la Juventus sfida il Chelsea in Champions League: si sogna la replica del match maschile all’Allianz Stadium

L’appuntamento è fissato per domani, 13 ottobre, alle ore 21.00. L’Allianz Stadium di Torino sarà teatro della sfida tra Juventus-Chelsea, match valido per il Gruppo A della Champions League di calcio femminile.

Per un curioso gioco del destino, le bianconere affronteranno la squadre inglese come quanto già fatto dai loro colleghi nella competizione continentale per club e sempre allo Stadium. Un paio di settimane fa fu Federico Chiesa a stendere i campioni d’Europa in carica e a portare la Vecchia Signora a punteggio pieno nel proprio raggruppamento. Da parte loro, le ragazze allenate da Joe Montemurro sognano di replicare quanto fatto dai loro colleghi.

L’uso del verbo ‘sognare’ è da prendere alla lettera perché Cristiana Girelli e compagne dovranno affrontare una formazione giunta in Finale nell’ultima edizione di Champions e detentrice del titolo nazionale. Una vera e propria corazzata con giocatrici di altissimo profilo come l’australiana Samantha Kerr, capocannoniere nell’ultimo campionato inglese con 21 realizzazioni, o la danese Pernille Harder a segno nel primo incontro del raggruppamento contro il Wolfsburg come l’aussie.

Un pari spettacolare (3-3) per il Chelsea che quindi obbligherà le campionessa d’Inghilterra a cambiare registro in questo secondo confronto. Discorso diverso per la Juve, a segno per 3-0 sul campo del Servette e autrice di un grande inizio di stagione che si è riflettuto in particolare in Italia dove le bianconere sono in serie vittoriosa da ben 30 partite.

Ci sono tutti i presupposti per assistere a un bel match nell’impianto che nel mese di maggio (2022) sarà teatro della Finale della rassegna. Una partita che ci dirà anche a che livello si possa ritenere la compagine di Torino al cospetto di un avversario così forte, candidato al successo della manifestazione.

Foto: LPS

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Ciclismo, Sonny Colbrelli rinnova con la Bahrain-Victorious. Nuovo contratto per il Campione d’Europa

America’s Cup, a che punto siamo? Novità su date, sede e partecipanti: New Zealand tace, Luna Rossa aspetta