Scherma, il ritorno di Stefano Cerioni: “Scommetto su Arianna Errigo. Da fuori ho individuato dei difetti da correggere”

Stefano Cerioni, dopo nove anni, torna a essere l’allenatore del fioretto in tema di Nazionale italiana. Il ritorno si è concretizzato dopo che, alle Olimpiadi di Tokyo, non c’è stato nessun oro nonostante cinque medaglie: questo ha portato a una specie di rivoluzione che non ha però coinvolto soltanto lui.

Queste le sue parole alla Gazzetta dello Sport: “Ci speravo tanto, ho sempre avuto la panchina dell’Italia come priorità. La Francia mi ha corteggiato a lungo. Sono stato vicinissimo, addirittura ero già stato annunciato a Parigi. Ma nelle ultime settimane gli sforzi della Federscherma si sono intensificati e sono andati a buon fine. L’avermi cercato così insistentemente mi lusinga e mi carica di stimoli, anche se l’offerta della Francia era molto allettante, in primis dal lato economico“.

Da dove si riparte: “Da un settore che ha comunque grandi potenzialità. A Tokyo è mancata sostanzialmente la medaglia a squadre dei maschi e ha fatto un certo effetto non vedere nemmeno una donna sul podio individuale, perché ci eravamo fatti la bocca buona… Tuttavia il materiale umano resta sempre di prima qualità“.

I punti di riferimento: “Innanzitutto Daniele Garozzo e Alice Volpi, chiaro. E Arianna Errigo. Un’atleta dal talento immenso, che conosco molto bene. Ha passato momenti non facili, ma sono pronto a scommettere. Spero di ritrovare l’Arianna dei miei tempi, ha tutto per essere ancora vincente”. E per quel che riguarda proprio Errigo e il progetto fioretto-sciabola: “Dovrà scegliere. Credo che quella vicenda le abbia tolto molte energie. Oggi non è possibile stare ai vertici in due armi“.

Sull’impostazione del lavoro (quasi) come quella d’un tempo e sulle questioni tecniche: “Ci metterò anche molto dell’esperienza che ho maturato nel quadriennio da c.t. della Russia e poi come maestro individuale di atleti d’alto livello. […] Aver osservato il fioretto azzurro da fuori per nove anni è stato molto istruttivo. Ho visto per esempio alcuni difetti che magari, quando ci sei dentro, un po’ ti sfuggono: successe pure a me“.

Foto: Bizzi / Federscherma

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Alice Volpi Arianna Errigo Daniele Garozzo Stefano Cerioni

ultimo aggiornamento: 17-09-2021


Lascia un commento

Simone Giannelli verso Italia-Serbia: “Sfida avvincente, fiduciosi dei nostri mezzi. Rispettiamo l’avversario, ma…”

Superbike, risultati FP1 GP Catalogna 2021: Jonathan Rea precede Toprak Razgatlioglu, quinto Andrea Locatelli