Rally Grecia 2021: Kalle Rovanpera vince l’Acropolis davanti a Tanak e Ogier che allunga nella generale

Il finlandese Kalle Rovanperä (Toyota Yaris) ha vinto il Rally di Grecia 2021. L’Acropolis ha eletto lo scandinavo a vero e proprio dominatore. Dopo due giorni di gare nelle quali aveva preso il comando con pieno merito, oggi ha chiuso i conti già dal primo stage, gestendo poi la situazione nelle fasi conclusive. Anzi, per non farsi mancare nulla il finlandese ha conquistato anche il Power Stage finale, per sancire il suo weekend perfetto.

Kalle Rovanperä ha fatto sua la nona tappa del Mondiale WRC 2021, centrando il secondo successo della carriera, precedendo di ben 52.1 secondi l’estone Ott Tanak (Hyundai i20) e 1:11 il francese Sebastien Ogier (Toyota Yaris). Quarta posizione per lo spagnolo Dani Sordo (Hyundai i20) a 3:01, quinto il britannico Gus Greensmith (Ford Fiesta) a 5:45, sesto il suo connazionale Elfyn Evans (Toyota Yaris) a 6:42, quindi settimo il francese Adrien Fourmaux (Ford Fiesta) a 6:54, davanti al belga Thierry Neuville (Hyundai i20) ottavo a 8;41.

A questo punto a livello di classifica generale Sebastien Ogier rafforza la sua leadership con 180 punti contro i 136 di Elfyn Evans ed i 130 di Thierry Neuville. 

LA GARA

La giornata ha preso il via con la SS13 Tarzan 1 dominata da Kalle Rovanpera che ha staccato Ott Tanak di 14.1 secondi e Sebastien Ogier di ben 28.0. Quarto Adrien Fourmaux a 29.2, quinto Dani Sordo a 29.9, sesto Thierry Neuville a 42.1. Secondo impegno, la lunghissima SS14 Pyrgos 1 di 33.2 chilometri con Ott Tanak davanti a tutti con 9.1 secondi di vantaggio su Sebastien Ogier e 9.9 su Kalle Rovanpera che gestisce la situazione. Il Rally di Grecia si è concluso con la SS15 Tarzan 2 di 12.68 chilometri, valevole come Power Stage con l’ennesimo successo di Kalle Rovanpera con 1.2 secondi si Elfyn Evans e 3.9 su Sebastien Ogier che brucia Thierry Neuville.

Foto: LPS Nikos Katinis

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Davide Tizzano sarà presidente della Confederazione dei Giochi del Mediterraneo. L’ex olimpionico del canottaggio è candidato unico

F1, Marcell Jacobs: “Essere qui a Monza è un’emozione più grande che a Tokyo”