Vuelta a España 2021, finale convulso e niente volata. Cosa è successo: Trentin beffato, occasione persa per Dainese

L’odierna Belmez – Villanueva de la Serena, tredicesima tappa della Vuelta a España 2021, proponeva un tracciato totalmente pianeggiante, adatto agli sprinter. Tuttavia, il finale, per via di curve, rotonde e vento, si è rivelato assai spettacolare. La Deceuninck-Quick Step, infatti, a tre chilometri dalla meta, si è prodotta in un’azione devastante e ha spaccato il gruppo in diversi tronconi.

A un certo punto, in testa erano rimasti solo gli uomini della Deceuninck-Quick Step e Matteo Trentin, il quale si era infiltrato tra loro. Successivamente, alcuni corridori dell’Alpecin-Fenix hanno riportato sotto una piccola parte del gruppo. A circa un chilometro dall’arrivo, la maglia verde Fabio Jakobsen ha perso contatto dai suoi gregari. La Deceuninck, per questo motivo, si è vista costretta a puntare sul transalpino Florian Sénéchal.

Prima dell’ultima curva, Alexander Krieger dell’Alpecin-Fenix ha provato, senza successo, la sparata da finissuer. Il suo compagno Sacha Modolo, che si è ritrovato senza gambe quando era in ottima posizione, nel mentre, ha fatto il buco ad Alberto Dainese che era alle sue spalle. Il giovane velocista veneto, con uno scatto prepotente, ha provato a riportarsi sui primi, ma non è riuscito a riacciuffare Trentin e Sénéchal.

Alberto, così, si è dovuto accontentare della terza piazza, mentre Trentin si è giocato la vittoria col francese. Sénéchal è partito molto lungo, ma la sua volata si è rivelata assai poderosa. Trentin, con un po’ di fatica, è riuscito ad affiancarlo. Tuttavia, negli ultimi metri, gli sono mancate le energie e non è stato in grado di eseguire il colpo di reni vincente.

Foto: UAETeamEmirates/Fizza

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Vuelta a España 2021, Florian Senechal: “Jakobsen ha forato, ma abbiamo mantenuto la calma”

Classifica Vuelta a Espana 2021, 13a tappa: Eiking leader, Aru perde altri 2’20”, guadagna Bernal