Basket, Olimpiadi Tokyo: la Francia ai raggi X. Sfida proibitiva per gli azzurri, ma…

C’è chi l’ha definita la sfida più difficile di tutte in relazione ai quarti di finale, in misura anche maggiore rispetto a un teorico confronto con Team USA. Quello contro la Francia, per gli azzurri, è un quarto di finale che presenta delle notevoli difficoltà soprattutto vicino a canestro, soprattutto a causa di un nome che in NBA ha ormai acquisito un credito altissimo.

Si sta naturalmente parlando di Rudy Gobert, il centro degli Utah Jazz che è ormai ben noto per le sue doti difensive. Ai Jazz come al servizio di Collet non è lui il principale cardine offensivo, ma quel che conta è a rimbalzo (7.7 di media alle Olimpiadi, 11.3 nell’ultima stagione NBA in soli termini di regular season, diventati 12.3 nei playoff). E soprattutto, anche se finora non ha ancora avuto modo di dimostrarlo, c’è il lato delle stoppate che ha contribuito a renderlo per tre volte miglior difensore dell’anno nelle lega professionistica americana: si parla di un giocatore che dall’annata 2014-2015 non è mai sceso sotto quota 2 di media. Per gli azzurri sarà un problema anche perché sotto canestro si è sofferto in più di un’occasione, con l’Australia che ha spesso sfruttato quella debolezza per trovare diversi giochi con Landale e Kay.

Fino ad ora, il go to guy, per la squadra di Vincent Collet, è sempre stato uno: Evan Fournier. Finito nel corso della stagione passata ai Boston Celtics dopo quasi sette anni di Orlando Magic, in questa rassegna a cinque cerchi ha letteralmente demolito gli Stati Uniti con 28 punti e sta viaggiando a una media di 17.3 con il 38.1% dall’arco, e per le sue caratteristiche di guardia-ala è forse l’uomo più complicato da marcare per gli azzurri insieme, naturalmente, a Gobert.

I duelli più interessanti li potremmo vedere nello spot di play, dove l’estro e il genio dell’attuale MVP francese, Nando De Colo, si scontra con le grandi capacità di Nico Mannion di trovare numerose soluzioni offensive. E la questione del cambio non è da meno, con Thomas Heurtel (al centro di una vicenda complicatissima tra Barcellona, ASVEL e Real Madrid nell’ultima stagione) che darà fiato e minuti a De Colo, oltre a una prospettiva da 45% dall’arco, ma con la prospettiva di un Alessandro Pajola a cercare di mordere in difesa come ha sempre fatto finora.

Vale poi anche l’esperienza di Nicolas Batum, come pure la crescita di Timothé Luwawu-Cabarrot, l’uno ancora in grado di essere importante in NBA, l’altro che spazio dalla panchina se lo guadagna di là dall’Oceano. Frank Ntilikina è invece tornato dopo l’infortunio che ha messo fine alla sua stagione con i New York Knicks: ha giocato 19 minuti contro l’Iran, ed è da vedere se e quanto Collet lo rischierà contro l’Italia. E potrebbe risultare questo un piccolo anello mancante nella catena transalpina.

C’è poi la panchina, che è di più che buona qualità nella maggior parte dei casi. Guerschon Yabusele l’ha appena scelto il Real Madrid per rinforzare lo spot di ala grande (e troverà vicino a canestro Vincent Poirier, che in Eurolega sposta eccome), Moustapha Fall sarà il prossimo centro dell’Olympiacos, Andrew Albicy è uno dei punti fermi del Gran Canaria dalla stagione appena trascorsa. Completa il roster Petr Cornelie, ala grande del Pau Orthez che ha basso minutaggio.

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Atletica, Olimpiadi Tokyo: Gaia Sabbatini in semifinale nei 1500 metri, eliminata Federica Del Buono

Canoa velocità, Olimpiadi Tokyo: Samuele Burgo affronterà i quarti di finale nel K1 1000 maschile