Seguici su

Pallavolo

Volley, Italia-Argentina 3-0: pagelle Olimpiadi volley. Egonu passeggia, staffette palleggiatrici-centrali

Pubblicato

il

L’Italia ha sconfitto l’Argentina per 3-0 alle Olimpiadi di Tokyo 2021, conquistando così la terza vittoria nella fase a gironi e ipotecando la qualificazione ai quarti di finale. Tutto facile per le ragazze del CT Davide Mazzanti contro un avversario oggettivamente molto modesto ed in grado di impensierire la Nazionale di volley femminile soltanto nel primo set. Di seguito le pagelle di Italia-Argentina 3-0.

PAGELLE ITALIA-ARGENTINA OLIMPIADI VOLLEY

PAOLA EGONU: 7. Avversario troppo semplice per testare il polso a una fuoriclasse del suo calibro, ma l’opposto non delude mai le aspettative e timbra il cartellino con assoluta personalità, siglando 17 punti in totale scioltezza.

ALESSIA ORRO e OFELIA MALINOV: 6,5. Mazzanti decide di fare staffetta tra le due palleggiatrici: apre con la titolare designata, poi subentra la riserva. Entrambe disputano un incontro concreto e solido, senza dover esagerare e distribuendo bene palloni tra attaccanti e centrali.

SARAH FAHR: 7. Granitica sottorete, in ottimo spolvero durante le prime tre uscite e sempre più importante nelle dinamiche di squadra: 7 punti con 3 muri.

ANNA DANESI: 6. Non riceve molti palloni nei primi due set e può attaccare molto bene, gioca precisa a muro e poi viene sostituita. Aveva convinto abbondantemente nei primi due incontri decisamente più probanti.

CATERINA BOSETTI: 7. Ancora una prestazione eclettica e di estrema completezza: in ricezione non deve strafare contro avversarie inferiori, abile a trovare la doppia cifra (10 punti) con una buona prova offensiva

ELENA PIETRINI: 6,5. Risponde sempre presente quando viene chiamata in causa in queste Olimpiadi. Ottima tenuta del campo di gara, puntuale in tutti i meccanismi, 9 punti a referto.

CRISTINA CHIRICHELLA e RAPHAELA FOLIE: 6,5. Le due centrali giocano il terzo set al posto di Danesi e Fahr. Folie sontuosa con i primi tempi e a muro (3), Chirichella ma appariscente ma molto efficace.

MONICA DE GENNARO: 6. Non c’è bisogno di inventarsi magie particolari contro le sudamericane, partita di amministrazione.

INDRE SOROKAITE, MIRIAM SYLLA: S.V. Giocano giusto qualche scambio nel terzo set.

Foto: Lapresse

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *