Tokyo 2021, il caldo sarà un avversario in più per gli atleti alle Olimpiadi

Non è solo il Covid-19 a preoccupare gli atleti nelle ormai imminenti Olimpiadi di Tokyo. Dal 23 luglio all’8 agosto l’evento a Cinque Cerchi si guadagnerà l’attenzione di tutti e un altro aspetto sarà particolarmente importante: il caldo associato a un alto tasso di umidità.

I primi a dover fare i conti con questa criticità sono stati i giocatori di beach volley: ieri alcune squadre hanno dovuto interrompere gli allenamenti perché la sabbia era bollente e i beacher si sono riparati sotto gli ombrelloni mentre gli addetti spruzzavano l’acqua sui campi, stando quanto riportato dal New York Times.

Giova ricordare che il torneo si terrà allo Shiokaze Park di Tokyo, metropoli in cui ieri si è registrata la giornata più calda dell’anno con 32 persone, fra i 13 e i 92 anni, che sono state addirittura trasportate in ospedale per colpi di calore, come riferito dai media locali.

Proprio il timore di temperature estremamente alte nei mesi scorsi ha spinto gli organizzatori a spostare la sede della maratona da Tokyo a Sapporo. A evidenziare questa problematica è stata anche la Nazionale italiana di ciclismo, che sta affinando la preparazione sulle strade nipponiche in vista della prova in linea. “Queste temperature faranno la differenza. L’alto tasso di umidità inciderà molto in corsa e si suderà tantissimo. Sarà come essersi fatti una doccia...”, le parole a RaiSport di Vincenzo Nibali.

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Ciclismo, Jai Hindley e Sergio Higuita verso la Bora-Hansgrohe. Esteban Chaves nel mirino dell’EF

Tennis, Andreas Seppi: “Non so se giocherò ancora il prossimo anno”