Scacchi, World Cup 2021: Magnus Carlsen soffre, ma avanza. Tra le donne salta la numero 2 Kateryna Lagno

Entra ormai nel vivo la World Cup, l’evento che a Sochi sta definendo due partecipanti per il Torneo dei Candidati 2022 e che, per la prima volta, ha anche una sua controparte femminile. La differenza è che, se nell’Open (in pratica il maschile) il tabellone si è allineato ai quarti di finale, per quanto riguarda le donne si è invece già alle semifinali.

Il torneo rischia di perdere Magnus Carlsen, costretto alla terza serie di spareggi per avere ragione del russo Andrey Esipenko: il Campione del Mondo riesce a prevalere per 5-3 dopo aver avuto una sola occasione nelle prime quattro partite (patte), la vittoria nella quinta e la sconfitta nella sesta, questa dovuta a un errore in apertura che lo lascia letteralmente travolto dall’attacco di Esipenko. Questi, in almeno un’occasione, rischia di buttare via tutto, ma rimane concentrato e allunga ancora la serie. Nel blitz, però, Carlsen si dimostra troppo più abituato del suo avversario, mettendo a frutto tutta la propria esperienza. Sfiderà il francese Etienne Bacrot, anche lui vittorioso agli spareggi col brivido: dopo aver perso la terza con il polacco Kacper Piorun, porta a casa tutte le tre successive, compreso un finale di Torre e pedoni in cui il suo avversario butta via una posizione patta in ristrettezze di tempo.

Rilevante la performance dell’altro polacco Jan-Krzysztof Duda, cui basta un’unica vittoria nel primo dei due confronti rapid per avere ragione del russo Alexander Grischuk e andare a sfidare l’indiano Vidit Gujrathi, noto spesso solo come Vidit, vittorioso per 1.5-0.5 sull’azero Vasif Durarbayli. Vittorie agli spareggi anche per il russo Vladimir Fedoseev (in predicato di scalare numerose posizioni nel ranking mondiale) e l’iraniano Amin Tabatabaei, rispettivamente sul serbo Velimir Ivic e sull’armeno Haik Martirosyan. Nel maggiore dei big match, alla sesta di spareggio il russo Sergey Karjakin riesce a eliminare il francese Maxime Vachier-Lagrave, guadagnando un appuntamento con l’americano Sam Shankland, vittorioso sull’altro quotato russo Peter Svidler.

Tra le donne, invece, tutti confronti finiti piuttosto nettamente (tre prima degli spareggi, uno con due vittorie rapid). Nella parte alta la numero 1 del tabellone, la russa Aleksandra Goryachkina, elimina la kazaka Dinara Sadukassova e sfiderà l’ucraina Anna Muzychuk (superata la georgiana Nana Dzagnidze) per una sfida che sarà interessante da seguire. Esce di scena invece la numero 2 del seeding, l’altra russa Kateryna Lagno, per mano della cinese Zhongyi Tan: non ci sarà derby con Alexandra Kosteniuk, autrice di un rotondo 2-0 sulla connazionale Valentina Gunina.

Le partite del torneo maschileLe partite del torneo femminileTabelloni maschile e femminile

Foto: StockphotoVideo / Shutterstock.com

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Canottaggio, Aisha Rocek: “Bene scendere in acqua ad armi pari”

Nuoto pagelle Olimpiadi 26 luglio. Pellegrini infinita, Paltrinieri commovente, Ceccon: “special acceso”