F1, questa è la Ferrari che vogliamo! Ora il 2022, le nuove regole e l’obiettivo di tornare a lottare per il Mondiale

La Ferrari che ci si aspetta e si spera possa esserci in futuro. A Silverstone (Gran Bretagna), la SF21 ha mostrato gli artigli nel corso del GP di Silverstone, tappa del Mondiale 2021 di F1.

Il secondo e sesto posto del monegasco Charles Leclerc e dello spagnolo Carlos Sainz vanno valutati con il segno “+” per il semplice fatto che su una pista, teoricamente, ostica per una monoposto come quella di Maranello si è vista una grande velocità. Finalmente la Rossa ha permesso ai piloti di lottare per qualcosa di importante e se c’è un po’ di rammarico per quel sorpasso subito da Lewis Hamilton nelle ultime tornate, con Leclerc in testa, significa che un bel lavoro è stato fatto.

Da questi presupposti, il team dovrà continuare a evolvere per sviluppare quella metodologia di lavoro tale per cui nel 2022 essere della partita per l’iride. È ormai noto da tempo che le nuove vetture saranno caratterizzate da una reintroduzione massiccia dell’effetto suolo, generando la maggior parte del carico aerodinamico con il fondo vettura, accanto a una radicale semplificazione delle ali.

Anche i sassi sanno anche dell’adozione per la prima volta degli pneumatici montati su cerchi da 18 pollici contro i 13 pollici attuali, richiedendo dunque un totale rifacimento del concetto delle sospensioni, attualmente improntato alla massima rigidezza. Si va quindi verso un modello più standardizzato, ma non chiaramente verso un appiattimento progettuale nel complesso.

In altre parole l’inventiva tecnica, abbinata alla lettura dei regolamenti in quest’ottica farà la differenza. La Ferrari sta investendo tantissime risorse per la nuova macchina e i lavori completati sul nuovo simulatore sono da accogliere con il sorriso. Già in quest’annata la correlazione tra i dati al banco e quelli in pista sono stati soddisfacenti e potendo partire da una vettura completamente nuova, a differenza di questa stagione, si potrà ambire a grandi traguardi. Non resta che attendere i riscontri reali.

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Charles Leclerc GP Gran Bretagna F1 2021 Mondiale F1 2021

ultimo aggiornamento: 18-07-2021


Lascia un commento

Volley femminile, l’Italia vince i Mondiali Under 20: chi sono le azzurre? Guiducci MVP, Omoruyi di lusso, tanta A2

Vuelta a España 2021, chi parteciperà? Sicuri Roglic e Bernal, incognita Pogacar. Presente Giulio Ciccone