WEC, 8h Portimao: debutto di Glickenhaus tra le Hypercar, Ferrari all’attacco in GT

Ad oltre un mese di distanza dalla 6h di Spa-Francorchamps (Belgio), il FIA World Endurance Championship si appresta a scendere in pista da Portimao per la prima volta nella sua storia. Sono 8 le ore previste in Portogallo, circuito che di fatto rimpiazza l’iconico circuito di Sebring (USA-Florida) che per il secondo anno si trova costretta a rinunciare il Mondiale.

Nel week-end in cui si sarebbe dovuta svolgere la 24h di Le Mans, corsa che si terrà in via eccezionale ad agosto, il WEC si prepara a vivere un evento che vedrà il debutto in pista di una nuova auto nella classe regina. Dopo aver rinunciato alla prima sfida nelle Ardenne, i sali e scendi dell’Algarve saranno il teatro della prima uscita ufficiale della nuova Glickenhaus, marchio americano che gareggerà tra le Hypercar.

Ryan Briscoe/Romain Dumas/Richard Westrook #907 sono stati scelti per portare al debutto questa vettura che gareggerà nella classe regina del WEC insieme a Toyota ed Alpine. I giapponesi, nonostante alcune difficoltà, hanno vinto il primo atto di Spa-Francorchamps e sono pronti a confermarsi in Portogallo. Sébastien Buemi/Kazuki Nakajima/Brendon Hartley #8 e Kamui Kobayashi/Mike Conway/José Maria Lopez #7 sono confermati sulle due auto giapponesi, mentre André Negrão/Matthieu Vaxiviere/Nicolas Lapierre #36 si alterneranno sull’Alpine.

Alcune importanti assenze sono da segnalare in LMP2, la seconda realtà in pista riservata ai prototipi. United Autosports ha vinto l’opening round in Belgio, ma a Portimao dovrà fare a meno di uno dei propri alfieri. La formazione inglese si trova costretta a rinunciare al padrone di casa Filipe Albuquerque, pilota che è impegnato a Belle Isle (Detroit-Michigan) nell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship. Il campione in carica cede il posto allo scozzese Paul Di Resta che guiderà l’Oreca #22 con Philip Hanson e Fabio Scherer.

Attenzione a JOTA Sport, squadra che ha ben figurato nella prima uscita stagionale con Stoffel Vandoorne/Tom Blomqvist/Sean Gelael #28 ed Antonio Felix da Costa/Anthony Davidson/Roberto Gonzalez #38. Non dimentichiamoci anche di WRT, squadra che sta dominando la scena nell’European Le Mans Series. Robin Frijns/Ferdinand Habsburg-Lothringen/Charles Milesi #31 sono pronti a far bene anche nel Mondiale in un evento in cui mancherà all’appello anche l’olandese Rengen van der Zande ed il francese Loïc Duval, impegnati come Albuquerque in IMSA negli USA. I due verranno rimpiazzati dagli elvetici Louis Deletraz e Mathias Beche, rispettivamente in pista con Inter Europol e con Realteam Racing.

Ferrari sfida Porsche, casa che ha letteralmente dominato in quel di Spa-Francorchamps. La casa di Stoccarda si prepara alla 8h di questo week-end con i medesimi equipaggi che utilizzerà a Le Mans. Vi saranno infatti 3 piloti e non 2 come scelto dalle due Rossi ufficiali. L’austriaco Michael Christensen raggiungerà Kevin Estre/Niel Jani #92, pronti a difendere la leadership in classifica. Sulla gemella #91 ritroveremo, invece, il francese Fred Mako con l’austriaco Richard Lietz ed il nostro Gimmi Bruni.

Miguel Molina/Daniel Serra #52 ed Alessandro Pier Guidi/James Calado #51 rappresenteranno Ferrari in una corsa che non vedrà in pista la Corvette. La casa americana si ripresenterà solamente a Le Mans visti gli impegni in America nell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship.

La casa di Maranello insegue il bis in quel di Portimao dopo la vittoria in Belgio con François Perrodo/Alessio Rovera/Nicklas Nielsen #83. AF Corse ha ben figurato nelle Ardenne in una corsa in cui anche Aston Martin si è ben difesa con Ben Keating/Felipe Fraga/Dylan Pereira #33. Il famoso brand inglese cerca un riscatto con la #98 di Paul Dalla Lana/Augusto Farfus/Marcos Gomes, terzetto da cui ci si attendeva di più nella prima uscita stagionale.

Attenzione nell’Algarve al Cetilar Racinc con Roberto Lacorte/Giorgio Sernagiotto/Antonio Fuoco #47 ed alle Porsche che non sono riuscite a completare la prima competizione. L
Sono molte, invece, le squadre che sono chiamate a rifarsi in Portogallo. La prima è l’Aston Martin #98 di Paul Dalla Lana/Augusto Farfus/Marcos Gomes, terzetto da cui ci si attendeva molto di più al primo round in programma. Sono invece 0 i punti raccolti a maggio dalle Porsche.

Tra incidenti nel test ufficiale e nelle prove prima della corsa, la casa di Stoccarda si è ritrovata a gareggiare a Spa con una sola auto che per delle noie tecniche si è fermata prima della bandiera a scacchi.

Christian Ried/Julien Andlauer/Matt Campbell (Dempsey – Proton Racing #77) ed Egidio Perfetti/Matteo Cairoli/Riccardo Pera (Project 1 #46) sono gli equipaggi da tenere in considerazione nella lotta per il successo questa domenica. Ricordiamo che non ci sarà in pista la 911 RSR-19 #54 di Project 1, auto che ha avuto un incidente durante in Belgio.

L’appuntamento è per domani con le qualifiche ufficiali, mentre la competizione di domenica scatterà a partire dalle 12.00.

Foto: Pier Colombo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

F1, danni limitati per la Red Bull di Verstappen. Nessun problema al telaio, trasmissione da verificare

IndyCar, Belle Isle: due prove da non perdere tra i muri di Detroit