IndyCar, Belle Isle race-1: Marcus Ericsson vince per la prima volta in carriera!

Marcus Ericsson vince per la prima volta in carriera nell’IndyCar Series al termine di una competizione in cui è successo di tutto. L’ex pilota di F1 conquista race-1 del doubleheader di Belle Isle, settimo impegno stagionale con la seguitissima categoria americana riservata alle monoposto. Salgono a sette i vincitori diversi dal Barber ad oggi, un numero incredibile che potrebbe crescere già domani sera.

La race-1 nello Stato del Michigan si è aperta con un’interessante scelta strategica di molti piloti che dopo soli 2 giri hanno deciso subito di montare la mescola più dura delle due a disposizione. Scott Dixon (Ganassi #9) ha conquistato la leadership con il gioco dei pit stop che ha caratterizzato i primi chilometri della corsa.

Il primo episodio da segnalare è arrivato al 23° giro quando, nel secondo settore della pista, lo svedese Felix Rosenqvist è finito violentemente contro le barriere protettive. Al portacolori della McLaren è rimasto bloccato l’acceleratore e non ha potuto più gestire la sua monoposto. Gli uomini della sicurezza sono intervenuti subito sul posto per aiutarlo ad uscire dall’abitacolo. La prova è stata neutralizzata e successivamente sospesa al fine di soccorrere l’atleta e riparare le barriere distrutte dall’impatto.

Alla ripartenza, avvenuta al giro 30, Will Power si è trovato al comando viste la prima sosta dei diretti rivali. L’australiano di Penske ha preceduto sotto la green flag lo svedese Marcus Ericsson (Ganassi #8) ed il giapponese Takuma Sato (Rahal #30), rispettivamente secondo e terzo. I giri successivi sono stati tiratissimi con i primi tre del gruppo separati da pochi decimi.

Dopo l’ultimo turno di soste la situazione al vertice non è cambiata con Power davanti ad Ericsson ed all’olandese Rinus Veekay (Ed Carpenter #21). Il #12 di Penske ed il #8 di Ganassi hanno allungato sulla concorrenza ed hanno dato vita ad un interessantissimo duello per il primato.

Tutto è cambiato a sei passaggi dalla conclusione quando, nella zona più guidata della pista di Belle Isle, il francese Romain Grosjean è finito a muro. L’alfiere di Coyne ha portato la direzione gara ad inserire una nuova bandiera rossa per permettere la conclusione regolare della corsa. Pochi secondi prima del restart abbiamo assistito al secondo colpo di scena della serata. Un problema tecnico costringeva infatti il campione australiano ad alzare bandiera bianca quando si trovava al comando.

La leadership è passata nelle mani di Marcus Ericsson che, negli ultimi passaggi, è stato impeccabile. Il #8 di Ganassi ha gestito il ritorno di Veekay e del messicano Pato O’Ward (McLaren #5), rispettivamente secondo e terzo sotto la bandiera a scacchi. 

Appuntamento a domani alle 18.00 italiane per altri 70 giri tra i muretti di Belle Isle (Detroit/Michigan).

Classifica finale IndyCar Belle Isle race-1

  1. Marcus Ericsson
  2. Rinus Veekay
  3. Pato O’Ward
  4. Takuma Sato
  5. Graham Rahal

 

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ciclismo, Tom Dumoulin: “Non sono ancora al livello che vorrei in vista dei Giochi Olimpici”

Softball, Serie A1 2021: Caserta sorprende a metà Forli. MKF vincente nel derby di Bollate