Beach volley, World Tour 2021 Ostrava. Impresa Windisch/Cottafava! Battuti Guto/Arthur: sono in tabellone principale!

Inizia nel migliore dei modi l’avventura dell’Italbeach nel torneo di Ostrava, il 4 stelle della Repubblica Ceca che chiude il percorso di qualificazione olimpica. In attesa di ratificare la terza coppia a Tokyo per l’Italia, arriva una bellissima notizia dalle qualificazione che promuovono a sorpresa ma con grande merito Jakob Windisch e Samuele Cottafava al tabellone principale, mentre Ranghieri e Viscovich si devono arrendere ma vendono cara la pelle contro gli ex vice-campioni del mondo austriaci Doppler/Horst.

Windisch/Cottafava hanno prima dovuto fare i conti con una coppia di ottimo livello come quella tedesca composta da Bergmann e Harms, battuti 2-0. Primo set tiratissimo con gli azzurri che sono riusciti ad avere la meglio ai vantaggi (23-21) e secondo parziale tutto di marcia italiana con Windisch e Cottafava che festeggiano il passaggio del turno con un meno palpitante 21-16.

Nella finale per l’ingresso al tabellone principale prestazione strepitosa per gli azzurri contro i brasiliani Guto/Arthur che solo nel primo set sono riusciti a tenere il ritmo di Windisch/Cottafava arrendendosi solo con il punteggio di 21-19, mentre nel secondo set hanno subito fin dalle prime battute il gioco degli italiani, vittoriosi senza problemi 21-12.

Impresa solo sfiorata, invece, per l’altra coppia azzurra iscritta alle qualificazioni, composta da Alex Ranghieri e Marco Viscovich. Gli azzurri, opposti a Doppler/Horst, hanno lottato strenuamente in un primo set infinito arrendendosi solo con il punteggio di 36-34, con tanti set ball annullati da una parte e dall’altra. Nel secondo set la coppia italiana non ha mollato la presa ma si è arresa con il punteggio di 21-18, denotando comunque una grande crescita rispetto alò debutto di Sochi.

Primo turno qualificazioni maschili: Guto/Arthur (BRA)-Sepka/Semerad (CZE) 2-0 (21-15, 21-16), Windisch/Cottafava (ITA)-Bergmann/Harms (GER) 2-0 (23-21, 21-16), Huber/Dressler (AUT)-Kuvichka/Kislytsyn (RUS) 1-2 (19-21, 21-18, 10-15), Menéndez/Huerta (ESP)-Koekelkoren/van Walle (BEL) 2-0 (21-18, 21-18), Krattiger/Breer (SUI)-Krou/Barthelemy (FRA) 2-0 (31-29, 21-19), Pokeršnik/Zemljak (SLO)-Saxton/O’Gorman (CAN) 0-2 (16-21, 13-21), Mol/Berntsen (NOR)-Åhman/Hellvig (SWE) 1-2 (21-16, 22-24, 19-21), Pedrosa/Campos (POR)-Hörl/Pristauz (AUT) 1-2 (21-23, 21-16, 12-15), Doppler/Horst (AUT)-Viscovich/Ranghieri (ITA) 2-0 (36-34, 21-18), Renato/Vitor Felipe (BRA)-Brunner/Schalk (USA) 0-2 (19-21, 18-21), Azaad/Capogrosso (ARG)-Pfretzschner/Sowa (GER) 0-2 (18-21, 18-21), Kruk/Miszczuk (POL)-Liamin/Myskiv (RUS) 0-2 (11-21, 19-21), Heidrich/Gerson (SUI)-Hartles/Nicklin (NZL) 2-0 (21-14, 21-17), O’Dea/O’Dea (NZL)-Boermans/de Groot (NED) 0-2 (15-21, 14-21), Aye/Gauthier-Rat (FRA)-Métral/Haussener (SUI) 1-2 (21-18, 20-22, 11-15), Fredericks/Williams (RSA)-Seidl/Waller (AUT) 0-2 (9-21, 12-21)

Secondo turno qualificazioni maschili: Guto/Arthur (BRA)-Windisch/Cottafava (ITA) 0-2 (19-21, 12-21), Kuvichka/Kislytsyn (RUS)-Menéndez/Huerta (ESP) 0-2 (15-21, 6-21), Krattiger/Breer (SUI)-Saxton/O’Gorman (CAN) 1-2 (21-15, 20-22, 12-15), Åhman/Hellvig (SWE)-Hörl/Pristauz (AUT) 2-1 (21-18, 16-21, 15-11), Doppler/Horst (AUT)-Brunner/Schalk (USA) 2-1 (21-18, 17-21, 15-13), Pfretzschner/Sowa (GER)-Liamin/Myskiv (RUS) 1-2 (18-21, 21-15, 8-15), Heidrich/Gerson (SUI)-Boermans/de Groot (NED) 0-2 (17-21, 15-21), Métral/Haussener (SUI)-Seidl/Waller (AUT) 1-2 (16-21, 21-15, 12-15)

Primo turno qualificazioni femminili: Walsh Jennings/Sweat (USA)-Bye, Böbner/Vergé-Dépré (SUI)-Schoon/Stam (NED) 0-2 (17-21, 16-21), Arvaniti/Karagkouni (GRE)-Makhno/Makhno (UKR) 0-2 (18-21, 18-21), Tolentino/Savonije (AHO)-Dabizha/Rudykh (RUS) 0-2 (16-21, 14-21), Amaranta/Lobato (ESP)-Berntsen/Ulveseth (NOR) 2-0 (21-16, 23-21), Álvarez/Moreno (ESP)-Strauss/Strauss (AUT) 2-1 (17-21, 22-20, 15-8), Tainá/Victoria (BRA)-van Driel/van Driel (NED) 0-2 (14-21, 16-21), Zolnercikova/Svobodova (CZE)-Megan/Nicole (CAN) 0-2 (15-21, 8-21), van Iersel/Ypma (NED)-Dostalova/Dostalova (CZE) 2-0 (21-12, 21-7), Davidova/Lunina (UKR)-Frolova/Voronina (RUS) 0-2 (16-21, 17-21), Bocharova/Ganenko (RUS)-Lunde/Olimstad (NOR) 2-1 (21-14, 10-21, 15-11), Legieta/Gromadowska (POL)-Soria/Carro (ESP) 0-2 (12-21, 10-21), Lehtonen/Ahtiainen (FIN)-Ceynowa/Lodej (POL) 2-1 (21-14, 19-21, 15-10), Klinger/Klinger (AUT)-Jupiter/Chamereau (FRA) 2-0 (21-18, 21-17), Placette/Richard (FRA)-Gordon/Marcelle (CAN) 2-0 (21-17, 21-13), Dunarova/Resova (CZE)-Behrens/Ittlinger (GER) 0-2 (15-21, 4-21)

Secondo turno qualificazioni femminili: Walsh Jennings/Sweat (USA)-Schoon/Stam (NED) 1-2 (18-21, 21-19, 12-15), Makhno/Makhno (UKR)-Dabizha/Rudykh (RUS) 0-2 (16-21, 17-21), Amaranta/Lobato (ESP)-Álvarez/Moreno (ESP) 2-1 (21-19, 19-21, 17-15), van Driel/van Driel (NED)-Megan/Nicole (CAN) 0-2 (21-23, 13-21), van Iersel/Ypma (NED)-Frolova/Voronina (RUS) 1-2 (16-21, 21-17, 12-15), Bocharova/Ganenko (RUS)-Soria/Carro (ESP) 0-2 (12-21, 11-21), Lehtonen/Ahtiainen (FIN)-Klinger/Klinger (AUT) 2-0 (21-18, 22-20), Placette/Richard (FRA)-Behrens/Ittlinger (GER) 0-2 (16-21, 26-28).

 

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Rugby, finale Top 10: Rovigo batte il Petrarca a tempo scaduto e si laurea campione d’Italia

Roland Garros 2021, Fabio Fognini: “Il match contro Fucsovics è stato stancante. Sto bene posso togliermi delle belle soddisfazioni”