Triathlon, saranno 16 i Paesi che si contenderanno i tre pass per la staffetta mista dei Giochi. C’è l’Italia

Sabato scorso sono stati assegnati 28 pass per i Giochi Olimpici nel triathlon: si è chiuso infatti ad inizio maggio il periodo di qualificazione tramite il ranking per quanto concerne la staffetta mista, che ha consegnato ai primi sette Paesi in graduatoria il biglietto per le Olimpiadi per due uomini e due donne e, di conseguenza, l’automatica qualificazione nel format per la prova olimpica.

Nella classifica sono stati presi in considerazione i cinque migliori risultati per ciascuna Nazionale nella staffetta mista nel periodo tra l’11 maggio 2018 ed il 16 marzo 2020, quando i ranking sono stati congelati. Al massimo tre risultati potevano essere presi in considerazione tra quelli ottenuti tra l’11 maggio 2018 ed il 10 maggio 2019, ed al massimo tre tra quelli ottenuti tra l’11 maggio 2019 ed il 16 marzo 2020.

Nel ranking olimpico della staffetta mista, nell’ordine, hanno ottenuto i pass olimpici Francia, Australia, USA, Gran Bretagna, Nuova Zelanda, Germania e Paesi Bassi, mentre non ce l’ha fatta l’Italia, decima, che dovrà provare a conquistare uno degli ultimi tre posti in palio nell’evento di qualificazione olimpica in programma il 21 maggio a Lisbona, in Portogallo.

Nella gara lusitana saranno ben 16 i Paesi in gara: Canada, Svizzera, Austria, Portogallo, Repubblica Ceca, Russia, Messico, Danimarca, Irlanda, Spagna, Norvegia, Italia, Sudafrica, Ungheria, Brasile, Belgio. Si tratta dell’unico evento diretto di qualificazione olimpica in questo format: in caso di mancata qualificazione, per prendere parte alla staffetta mista, in alternativa, si dovranno qualificare ai Giochi due uomini e due donne attraverso il ranking individuale.

PAESI ISCRITTI AL PREOLIMPICO NELLA STAFFETTA MISTA DEL TRIATHLON

Canada
Svizzera
Austria
Portogallo
Repubblica Ceca
Russia
Messico
Danimarca
Irlanda
Spagna
Norvegia
Italia
Sudafrica
Ungheria
Brasile
Belgio

PAESI GIA’ QUALIFICATI ALLE OLIMPIADI NELLA STAFFETTA MISTA

Francia
Australia
USA
Gran Bretagna
Nuova Zelanda
Germania
Paesi Bassi

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giro d’Italia 2021: Vincenzo Nibali, recupero lampo e obiettivo tappe. Pensando alle Olimpiadi

Equitazione, Jumping Nations Cup 2021: spostata la tappa di La Baule, cancellata quella di Hickstead, alle quali era iscritta l’Italia