Mountain Bike, Coppa del Mondo XCO 2021: van der Poel brucia Pidcock nello Short Track di Nove Mesto. Tra le donne esulta Batten

La seconda tappa stagionale di Coppa del Mondo 2021 di cross country, la quale si svolge a Nove Mesto, in Repubblica Ceca, si è aperta oggi con gli Short Track. Tra gli uomini ha trionfato il Fenomeno neerlandese Mathieu van der Poel che ha preceduto il britannico Tom Pidcock e il campione del Mondo Jordan Sarrou. Tra le donne, invece, il successo è andato alla statunitense Haley Batten, mentre al secondo posto troviamo la transalpina Loana Lecomte e al terzo la svedese Jenny Rissveds.

La prova maschile ha visto un duello al cardiopalma tra i due fuoriclasse di ciclismo su strada e ciclocross Mathieu van der Poel e Tom Pidcock. Il neerlandese ha attaccato più volte nel corso della penultima e dell’ultima tornata, ma il britannico ha sempre risposto presente. Pidcock, successivamente, ha superato l’avversario in discesa e, così, ha potuto iniziare lo sprint finale dalla prima posizione. Il portacolori del Team Ineos sembrava destinato a vincere, ma van der Poel, con una volata portentosa, lo ha bruciato negli ultimi cinquanta metri.

La gara femminile, invece, si è rivelata semplicemente durissima e il gruppo si è spezzato già al primo giro. Nella quarta delle sei tornate in programma, davanti sono rimaste la statunitense Haley Batten e la francese Loana Lecomte. La due hanno dato vita a un bel duello, ma la prima ne aveva di più e ha staccato anche la campionessa del Mondo U23. Negli ultimi due giri, Batten ha continuato a guadagnare sulle inseguitrici e si è imposta con 16″ di margine su Lecomte e 21″ su Jenny Rissveds.

Va segnalata, inoltre, una bruttissima caduta di cui è stata vittima la campionessa del Mondo Pauline Ferrand-Prevot.
Ancora non si sanno le reali conseguenze, ma la transalpina non è riuscita a concludere la gara e ha dovuto cedere la testa della classifica generale della Coppa del Mondo alla connazionale Lecomte.

Foto: Romeo Deganello

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Canoa velocità, Coppa del Mondo Szeged 2021: Alessandro Gnecchi va in Finale nel K1 500

MotoGP, avvio in salita per Francesco Bagnaia. La pioggia potrebbe costringerlo alla Q1 a Le Mans