Giro d’Italia 2021: i grandi assenti. Da Roglic a Pogacar, passando per gli ex vincitori Geoghegan Hart, Carapaz, Froome e Quintana

Nella lunga startlist di coloro che prenderanno il via del Giro d’Italia 2021 sabato 8 maggio, nel cuore di Torino, nonostante il parterre di altissimo livello, è inevitabile pensare che non saranno presenti tanti altri big; molti dei quali hanno caratterizzato la prima parte di questo 2021. Uomini che, ovviamente, hanno preferito focalizzarsi sul Tour de France al posto della Corsa Rosa, ritenendolo più congeniale.

Tra di loro spiccano, su tutti, i due più grandi leader delle corse a tappe degli ultimi tempi: Primoz Roglic e Tadej Pogacar. Il primo ha già affrontato il Giro in passato, e in molti si ricorderanno il suo terzo posto nell’edizione del 2019 che aveva in pugno sino a pochi giorni prima della conclusione di Verona. Pogacar invece, il suo acerrimo rivale che lo ha battuto nella conquista della maglia gialla del Tour proprio lo scorso anno, non ha ancora debuttato nella corsa a tappe tricolore. Ma ha ancora davanti a sé tantissimo tempo per rifarsi.

Assenti anche ben quattro vincitori del Giro che ritroveremo alla Grande Boucle, e stiamo parlando delle ultime due maglie rosa, ossia Tao Geoghegan Hart, che ha fatto sua l’edizione dello scorso anno, e il suo compagno di squadra Richard Carapaz, vincitore proprio nel 2019 davanti a Vincenzo Nibali e lo stesso Roglic; ma anche Chris Froome, trionfatore nel 2018, e Nairo Quintana, primatista nel 2014.

Non ci saranno altri uomini di classifica come il vincitore del Tour del 2018 Geraint Thomas che lo scorso anno, proprio sulle strade del Giro, è incappato tra le mani della sfortuna, rimanendo coinvolto in un futile incidente nelle prime fasi della terza tappa di Enna, per poi esser costretto ad abbandonare la corsa il giorno dopo. Assenti anche altri possibili candidati alla classifica generale come Miguel Angel Lopez, Jakob Fuglsang o lo stesso Fabio Aru.

Da non dimenticare nemmeno tre uomini che hanno animato le classiche della primavera 2021 e che avrebbero potuto regalare non poco spettacolo in un possibile debutto al Giro, soprattutto dopo quanto avevano già dimostrato alla Tirreno-Adriatico.  Stiamo parlando di Mathieu Van der Poel, Wout Van Aert e il campione del mondo Julian Alaphilippe.

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giro d’Italia, Egan Bernal: “Non mi spaventa essere il favorito. Spero di farvi divertire”

Lotta, Abraham Conyedo gladiatorio! Vince la battaglia con Bataev e si qualifica per le Olimpiadi di Tokyo 2021!