Giro d’Italia 2021, Egan Bernal: “Avrei preferito la tappa originaria”

Egan Bernal è sempre più il padrone del Giro d’Italia 2021. Il corridore della Ineos-Grenadiers fa il diavolo a quattro nella tappa con arrivo a Cortina d’Ampezzo, amputata delle ascese di Fedaia e Pordoi. Il colombiano se ne va da solo sulla salita del Passo Giau e frammenta il gruppo principale, riprendendo i fuggitivi di giornata e arrivando da solo al traguardo della sedicesima tappa del Giro.

Bernal ha spiegato le sue volontà ad inizio della giornata subito dopo l’arrivo: “Volevo tanto una vittoria di tappa con la maglia rosa addosso. È importante, abbiamo disputato una grande giornata, non si vince tutti i giorni con questa maglia, una delle più belle che ci sono. Oggi sono partito con l’intenzione di fare spettacolo: questo è il ciclismo che mi piace, con una tappa dura come oggi bisogna avere la grinta giusta. Volevo fare qualcosa di speciale; è stato un rischio, ma ci credevo tanto, ringrazio i compagni che hanno creduto in me“.

Un’azione che ad alcuni ha ricordato il Marco Pantani dei bei tempi in quest’azione: “In tanti mi urlavano dietro il suo nome, Pantani, Pantani… mi ha fatto piacere. È il corridore che mi è piaciuto di più in assoluto; a casa ho soltanto un oggetto appartenente al mondo del ciclismo ed è una sua caricatura. Poi condividiamo lo stesso giorno di nascita, provo sempre qualcosa di speciale nei suoi confronti“.

Bernal è poi intervenuto anche al Processo alla Tappa di RaiSport, parlando dell’accorciamento della tappa: “Tutte e due le versioni mi piacevano, stamattina ero preparato per tutto, preferivo la tappa con tutte le salite per fare ancora più spettacolo. Il bacio a Maria Fernanda? Finalmente la vedo, lei e la mia famiglia sanno quello che noi ciclisti facciamo per essere al 100%, la vittoria è anche per loro. Ganna? Lavora tantissimo, è impressionante, come anche Puccio e Moscon. Se tutti e tre si mettono a tirare in pianura non li terrei nemmeno cinque chilometri (sorride, ndr)”

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Egan Bernal Giro d'Italia 2021

ultimo aggiornamento: 24-05-2021


Lascia un commento

Giro d’Italia 2021, tutte le classifiche dopo la sedicesima tappa: Egan Bernal domina, vicino anche alla Maglia Azzurra

Giro d’Italia 2021, Mauro Vegni: “Basta pietismi! I ciclisti hanno scelto questo lavoro, i rischi ci sono”