F1, Carlos Sainz: “Alla Ferrari manca la velocità di punta per fare i sorpassi”

Carlos Sainz probabilmente si aspettava di più dal proprio Gran Premio di casa. Lo spagnolo però è rimasto intruppato alla prima curva ed è scivolato all’ottavo posto. Nel corso della gara è riuscito a scavalcare l’Alpine di Esteban Ocon, ma non ha avuto modo di fare altrettanto con la McLaren di Daniel Ricciardo. Il madrileno ha quindi concluso settimo, con la consapevolezza che probabilmente confermare la sesta piazza della qualifica sarebbe stato possibile. Ecco quando ha dichiarato il ventiseienne iberico ai microfoni di Mara Sangiorgio su Sky Sport F1.

“Oggi è dipeso tutto dalla partenza. Non so cosa sia successo, dovremo analizzare con calma l’accaduto per capire cosa fare di diverso la prossima volta. Mi sono trovato in mezzo a due macchine e non ho potuto staccare tardi, così ho perso due posizioni”.

Peccato, perché il risultato avrebbe potuto essere migliore. Il passo era molto buono. La macchina oggi era facile da guidare, si comportava bene anche con gli pneumatici. Oggi eravamo molto competitivi. Peccato non poter ancora sorpassare, perché ci manca ancora un po’ di velocità di punta. Se fai una brutta partenza, come ho fatto io, si fa tanta fatica. Ho avuto un paio di opportunità di passare Ocon e Ricciardo, ma non c’era modo di farlo in pista. Però la strategia è stata perfetta e non ci sono stati errori neppure nei pit-stop. Adesso io devo provare a migliorare la partenza e in generale dobbiamo crescere sulla velocità di punta”.

F1, Charles Leclerc: “Abbiamo fatto la gara perfetta, ho anche sperato nel podio”

Dunque, complessivamente un bilancio agrodolce. “L’auto era bilanciata molto bene, andavamo molto bene soprattutto nel secondo e nel terzo settore. Per questo non sono soddisfatto del settimo posto, perché c’era il potenziale di arrivare quinto. Purtroppo tutto è dipeso dalla partenza, si è vista la differenza tra fare una partenza buona e una cattiva. Questo weekend siamo stati più veloci della McLaren e esperiamo di esserlo anche a Monaco”.

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

F1, Lando Norris: “Una gara complicata, me la sono rovinata con le qualifiche di ieri”.

F1, Charles Leclerc: “A Montecarlo la Ferrari andrà bene, ma Mercedes e Red Bull saranno davanti”