Zach LeDay, l’urlo della vittoria! Olimpia Milano sulla sirena rimonta e vince gara-1 con il Bayern Monaco

Basta 1″2 per la gioia. L’Olimpia Milano va sull’1-0 nella serie di quarti di finale di Eurolega 2020-2021 con il Bayern Monaco grazie a un’intuizione clamorosa sull’ultima rimessa dell’asse Delaney-LeDay, dopo aver avuto 19 punti di distacco nel secondo quarto. Zach LeDay è anche MVP della partita con 17 punti e 7 rimbalzi, con un maestoso Sergio Rodriguez che va ben al di là della quota 13 raggiunta. Dall’altra parte vani diventano i 23 di un pazzesco Dennis Seeley, vera spina nel fianco della difesa degli uomini di Ettore Messina. Si replicherà tra quarantott’ore, sempre al Forum.

Inizio con pochi canestri e una magia di Baldwin per il gioco da tre punti del 3-6. Il pari di Micov arriva dopo quattro minuti esatti, e vale l’8-8. Si segna comunque davvero poco, con i tentacoli delle difese che arrivano ovunque, poi Reynolds ed Evans dalle rispettive parti fanno tornare a marciare le due squadre. Si vive comunque di tanto equilibrio, con tanti protagonisti diversi a ogni possesso, ma alla fine del primo quarto a ridere per ultimo è Reynolds, che stoppa Rodriguez mandando la palla dritta sul luogo One Team. JaJuan Johnson, uno che ha fatto le fortune di Pistoia e Cantù in passato, trova il piazzato del 16-18 alla prima sirena.

Reynolds ricomincia inchiodando il 16-20, con la tripla successiva di Seeley che obbliga Messina al time out. I tre USA principali del Bayern, però, semplicemente non ci sentono e fanno volare i tedeschi fino al +14 (18-32). Sul 21-32, a 4’16” dall’intervallo, si fa male Weiler-Babb, ma non si fermano i bavaresi, che con una coppia di liberi di Baldwin aggiornano il massimo vantaggio sul 21-36, con Johnson che rincara la dose e scrive il +19 sul tabellone del Forum, che Seeley riconferma con un gioco da quattro e Hines, di gran tecnica, riduce fino al 27-44 di metà gara.

Quattro minuti, un ottimo Delaney e una maggiore precisione offensiva di Milano, unita a un calo del Bayern, permettono ai padroni di casa di trovare qualcosa che assomiglia a un rientro fino alle otto lunghezze (39-47). Ci pensano Sisko da tre, Lucic con tre liberi e Seeley ancora dall’arco a respingere l’Olimpia, con quest’ultimo ancora protagonista nel ristabilire un margine di vantaggio di 15 lunghezze (49-64). La squadra di Messina, però, questa volta è viva, e continua ad avere contributi da Rodriguez e LeDay. Si entra così negli ultimi 10 minuti con un complicato, ma non impossibile, 53-64.

Un solo uomo domina le prime fasi del quarto decisivo, ed è Sergio Rodriguez, che da solo trova una magia dietro l’altra per riportare i compagni fino al 61-67. Nella metà campo difensiva si accende anche Tarczewski, che rifila una stoppata a Reynolds che si sente fino al PalaLido, ed è poi la coppia Datome-LeDay ad accorciare ancora: 65-67. Gist e il solito, inafferrabile Seeley riportano il Bayern a +6. Il finale si fa sempre più teso, vicino a canestro LeDay e Hines iniziano a diventare il problema per eccellenza della difesa bavarese, e a 1’17” dalla fine arriva la schiacciata del 74-74. Gist va a prendersi due liberi con il fallo di Delaney, li sbaglia entrambi e dall’altra parte Rodriguez, con l’arte del Chacho, piazza la tripla del 77-74 con 36″2 da giocare. Baldwin in lunetta fa 2/2, Delaney sbaglia da tre senza che il Bayern faccia fallo sull’ultima azione milanese (o presunta tale in quel momento), Gist si fa ariete nel pitturato e guadagna il fallo di Punter. Liberi, entra il primo, entra con gambe e braccia il secondo. C’è 1″2 per la rimessa, Delaney pesca LeDay, e il parente stretto dell’alley oop equivale alla vittoria finale per l’Olimpia, con tutti che lasciano la panchina e sommergono, letteralmente, l’uomo del destino.

OLIMPIA A|X ARMANI EXCHANGE MILANO-BAYERN MONACO 79-78 (16-18, 27-44, 53-64)

MILANO – Punter* 11, LeDay* 17, Micov* 8, Roll, Rodriguez 13, Tarczewski 2, Delaney* 10, Shields 8, Brooks, Evans 2, Hines* 6, Datome 2. All. Messina

BAYERN – Weiler-Babb* 3, Baldwin* 10, Seeley 23, Reynolds 7, Lucic* 6, Flaccadori, Amaize, Zipser 5, Gist* 7, Johnson 10, Sisko 7, Radosevic*. All. Trinchieri

Credit: Ciamillo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Hockey ghiaccio, Asiago ko ai supplementari contro l’HK Olimpija in gara-1 della finale di Alps League 2021

VIDEO Milano-Bayern Monaco 79-78, canestro decisivo di LeDay sulla sirena! Rimonta da -17. Highlights Eurolega