Volley, Perugia batte Civitanova al tie-break e pareggia la Finale Scudetto! 1-1, battaglia apertissima

Perugia ha sconfitto Civitanova per 3-2 (21-25; 25-21; 27-25; 23-25; 15-12) nella gara-2 della Finale Scudetto e ha pareggiato la serie che assegna il tricolore (1-1). Dopo aver perso in casa quattro giorni fa, i Block Devils hanno immediatamente rialzato la testa e hanno espugnato l’Eurosuole Forum, tenendo apertissima la lotta per la conquista del titolo. La Lube poteva sfruttare il fattore campo per involarsi sul 2-0 e avvicinarsi all’obiettivo, invece gli umbri hanno alzato il ritmo dopo l’esonero di coach Vital Heynen e hanno vinto una vera e propria battaglia durata 156 minuti. La compagine del patron Gino Sirci ha rimesso a posto le cose e tra tre giorni avrà la possibilità di giocare al PalaBarton in una gara-3 fondamentale: chi la vincerà si porterà a un solo successo dallo scudetto.

La contesa è stata disputata ad altissima intensità, anche se in alcuni frangenti è stata caratterizzata da nervosismo e tensione. I cucinieri sono partiti a razzo, risultando più incisivi in attacco e precisi in ricezione. Nel secondo set, però, sono calate le percentuali offensive e Perugia ne ha approfittato, spingendo sull’acceleratore trascinata da un granitico Wilfredo Leon. Gli umbri hanno giganteggiato nel terzo parziale, salvo poi sbagliare tanto nel finale e rischiare un incredibile sorpasso. Civitanova è riuscita a trascinare la partita al tie-break, dove ha anche recuperato tre punti e si è portata sul 10-10. Qui, però, qualche errore di troppo e le magie di Leon, Plotnytskyi e Atanasijevic hanno regalato il successo agli ospiti.

Wilfredo Leon si è scatenato mettendo a segno 38 punti (4 aces, 3 muri). Il regista Dragan Travica ha mandato in doppia cifra anche l’opposto Aleksandar Atanasijevic (14 punti, il serbo è tornato titolare dopo una lunga assenza) e i centrali Sebastian Solé (12, 3 muri) e Roberto Russo (12, 3 stampatone), 8 sigilli per il martello Oleg Plotnytskyi. A Civitanova non sono bastati i 20 punti a testa del centrale Robertlandy Simon (6 muri) e dell’opposto Kamil Rychlicki (4 muri, 2 aces), il grande ex Luciano De Cecco ha mandato in doppia cifra anche gli schiacciatori Osmany Juantorena (14, 3 aces) e Yoandy Leal (10).

Foto LiveMedia/Roberto Bartomeoli

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

LIVE Civitanova-Perugia 2-3, Finale Superlega volley in DIRETTA: la Sir vince una battaglia e riapre la serie!

MotoGP, piove sul bagnato per Valentino Rossi. Caduto proprio quando iniziava a girare su tempi interessanti