Sei Nazioni rugby 2022, il calendario delle partite dell’Italia. Date, programma, orari

Appuntamento fissato domenica 6 febbraio 2022 con il debutto della Nazionale italiana maschile di rugby nella prossima edizione del Sei Nazioni. Gli Azzurri faranno il loro esordio nella manifestazione in trasferta contro la Francia, prima di vedersela tra le mura amiche domenica 13 febbraio con l’Inghilterra.

Terzo turno previsto domenica 27 febbraio in Irlanda a Dublino, mentre il secondo e ultimo impegno casalingo della squadra tricolore andrà in scena sabato 12 marzo con la Scozia. Ultimo atto domenica 19 marzo a Cardiff contro i campioni in carica del Galles.

Obiettivo azzurro è quello di spezzare la maledizione e tornare a vincere una partita in questa manifestazione dopo sette anni di attesa. Di seguito il calendario completo delle partite dell’Italia al Sei Nazioni 2022 di rugby: 

CALENDARIO SEI NAZIONI RUGBY 2022

PRIMA GIORNATA

Domenica 6 febbraio

Francia-Italia

SECONDA GIORNATA

Domenica 13 febbraio

Italia-Inghilterra

TERZA GIORNATA

Domenica 27 febbraio

Irlanda-Italia

QUARTA GIORNATA

Sabato 12 marzo 

Italia-Scozia

QUINTA GIORNATA

Sabato 19 marzo 

Galles-Italia

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Sei Nazioni rugby 2022

ultimo aggiornamento: 28-04-2021


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Europa League, la Roma va all’Old Trafford con lo United: match di carattere per sperare nella Champions

Basket, Mondiali Under 19 2021: Italia presente al femminile, sorteggio duro con Stati Uniti e Australia