Nuoto, Martina Carraro stampa il record italiano! Battute Pilato e Castiglioni in un 100 rana stellare!

A Riccione va in scena una finale dei 100 rana femminili di livello stratosferico durante gli Assoluti 2021 di nuoto. Addirittura tre atlete hanno nuotato sotto il precedente primato nazionale, segno che la concorrenza interna sta portando enormi benefici. Martina Carraro ha trionfato in 1’05″86, precedendo di 14 centesimi Benedetta Pilato ed Arianna Castiglioni, seconde a pari merito.

Se Benedetta Pilato aveva già staccato lo scorso mese di dicembre il pass per le Olimpiadi di Tokyo 2021, oggi è toccato a Carraro e Castiglioni ottenere il tagliando per il Giappone. C’è un “piccolo” problema: ogni nazione può schierare appena due atlete per ciascuna gara individuale. Ciò significa che una di queste tre meravigliose atlete dovrà rimanere fuori. Non vi sono dubbi, ad ogni modo, che tutte verranno portate ai Giochi: l’eventuale esclusa dai 100 rana potrà comunque tornare utilissima per le staffette.

Martina Carraro ha sfoderato una progressione impressionante negli ultimi 25 metri di gara: è in quel frangente che ha fatto la differenza sulle connazionali. Va rimarcato inoltre che Arianna Castiglioni ha superato solo da qualche giorno la positività al Covid e sino alla scorsa settimana il suo forfait per questi Assoluti veniva dato quasi per scontato.

Per dare un’idea della consistenza della rana femminile italiana, Carraro ha ottenuto il secondo miglior tempo al mondo nel 2021, Castiglioni e Pilato il quarto. La migliore, per ora, resta la campionessa olimpica americana Lilly King (1’05″32).

Stavo male al pensiero di non partecipare alle Olimpiadi. Ero molto tesa, mi giocavo la qualificazione in questa gara. Sono davvero molto contenta, ho nuotato davvero bene“, le prime parole a caldo di Martina Carraro. Il podio a cinque cerchi non è una chimera.

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Rugby, Challenge Cup 2021: Bruno dà spettacolo, ma Bath espugna Parma

Moto3, risultati FP2 GP Doha 2021: Darryn Binder emerge dalla mischia, Fenati e Antonelli unici italiani nella top14