Curling, Mondiali 2021: l’Italia batte la Norvegia ma crolla con la Scozia. Olimpiadi sempre più lontane

Giornata agrodolce per l’Italia che ha ottenuto una vittoria, contro la Norvegia, e una sconfitta, contro la Scozia, ai Mondiali di curling in corso di svolgimento a Calgary (Canada). Purtroppo si complica terribilmente il percorso che porta alle Olimpiadi di Pechino 2022. Gli azzurri, infatti, vedono allontanarsi sempre di più il sesto posto che varrebbe la qualificazione a cinque cerchi. Joel Retornaz, Amos Mosaner, Sebastiano Arman, Mattia Giovanella devono vincere le prossime due sfide e sperare in qualche favorevole combinazione, anche se a questo punto servirebbe un miracolo sportivo.

Gli azzurri hanno letteralmente dominato la sfida contro la Norvegia. Dopo un avvio equilibrato, nel terzo end l’Italia trova i due punti che consentono di allungare sul 3-1. La svolta del match, però, arriva nel quinto end con la Nazionale che costruisce bene la struttura della sua giocata, lasciando nella casa ben quattro stone vincenti, che con l’ultimo fantastico lancio di Retornaz diventano 5, con il parziale che passa così sull’8-2. Il resto per l’Italia è semplice controllo fino al 10-3 finale.

Nella seconda sfida gli azzurri si sono dovuti arrendere, invece, alla fortissima Scozia. Anche questo è stato un match senza storia, purtroppo nel senso opposto rispetto al precedente. Gli azzurri, dopo aver subito due punti nel secondo end, hanno perso nei successivi due la mano vedendo scappare via gli avversari fino al 4-0. L’inseguimento dell’Italia è vano e non porta grandi risultati. Il finale è scontato 7-2 in favore degli scozzesi.

L’Italia tornerà sul ghiaccio domani alle ore 17.00 per affrontare la Danimarca mentre alle ore 22.00 dovrà vedersela con l’Olanda. Gli azzurri sono chiamati a vincere entrambe le sfide e a sperare nella buona sorte se intendono ancora cullare il sogno olimpico.

CLASSIFICA MONDIALI CURLING 2021

1. Svezia 9 vittorie (11 partite giocate)
2. Russia 8 (10)
2. Scozia 8 (11)
2. Norvegia 7 (10)
2. USA 7 (10)
6. Canada 7 (11)
7. Svizzera 5 (10)
8. Italia 5 (11)
9. Giappone 4 (10)
9. Germania 3 (10)
9. Danimarca 3 (10)
12. Corea del Sud 2 (10)
12. Cina 2 (10)
13. Olanda 1 (10)

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Nuoto, Benedetta Pilato: “Ripresa dal Covid complicata. Castiglioni e Carraro sono uno stimolo”

Hockey ghiaccio, programma Finale ICE League 2021: Bolzano sfida Klagenfurt per il titolo