Classifica stipendi ciclisti 2021: quanti soldi guadagnano? Froome il più ricco, Nibali in top-10, Aru al ribasso

Mancano dieci giorni all’inizio del Giro d’Italia 2021, prima grande corsa a tappe di questa stagione che è ormai entrata nel vivo. Le Classiche Monumento ci hanno tenuto compagnia durante una frizzante primavera, ora è tutto pronto per il grande evento nel nostro Paese, a cui faranno seguito il Tour de France, le Olimpiadi e la Vuelta di Spagna. Il ciclismo sta naturalmente facendo i conti con la crisi economica generata dalla pandemia, come tantissimi altri settore, e il momento molto difficile ha portato anche ad alcune revisioni sugli ingaggi degli atleti.

Ritocchi necessari per superare le criticità, ma gli stipendi dei big in gruppo non hanno subito particolari diminuzioni, anzi in alcuni casi sono anche aumentati (complici alcuni cambi di casacca). C’è anzi stato un grosso stravolgimento nella classifica dei ciclisti più pagati al mondo nel 2021, pubblicata poche settimane fa da L’Equipe. Il quotidiano francese ha stilato una graduatoria, precisando che gli importi non sono ufficiali ma si tratta di stime (anche se spesso gli emolumenti riportati si sono poi rivelati reali).

Quanti soldi guadagnano i ciclisti? Quali sono le loro buste paga? C’è stato un sorprendente sorpasso al vertice. Peter Sagan ha ceduto lo scettro di Paperon de’ Paperoni dopo anni di dominio: lo slovacco, tre volte Campione del Mondo, percepisce sempre 5 milioni di euro dalla sua Bora-hansgrohe, ma è stato scavalcato da Chris Froome. Il britannico, quattro volte trionfatore al Tour de France, ha ricevuto un evidente beneficio lasciando la Ineos Grenadiers e accasandosi alla Israel Start-Up Nation: il keniano bianco, infatti, è diventato il ciclista più pagato al mondo con 5,5 milioni di euro a stagione.

La UAE Emirates ha deciso di coccolare Tadej Pogacar: dopo la vittoria alla Grande Boucle, infatti, lo sloveno è stato premiato con un assegno faraonico da 5 milioni di euro. A seguire tre uomini della Ineos Grenadiers: il britannico Geraint Thomas (3,5 milioni), il colombiano Egan Bernal (2,8 milioni per il vincitore del Tour de France 2019), il polacco Michal Kwiatkowski (2,5 milioni).

Alle loro spalle una serie di atleti che percepiscono attorno ai 2 milioni di euro. Sono presenti il francese Julian Alaphilippe (2,3 milioni per il Campione del Mondo in carica), il belga Wout Van Aert (2,1) e l’olandese Mathieu van der Poel (2), l’ecuadoriano Richard Carapaz (2,1), l’eterno spagnolo Alejandro Valverde (2,2), il danese Jakob Fuglsang (2), lo sloveno Primoz Roglic (2).

Il nostro Vincenzo Nibali è decimo nella speciale classifica con 2,1 milioni di euro percepiti dalla Trek-Segafredo. Da segnalare anche Elia Viviani, che porta a casa 1,9 milioni dalla Cofidis. Fabio Aru è uscito dalla top-20: lo scorso anno era quinto con più di 2 milioni di euro, ora è passato alla Qhubeka-Assos e il suo ingaggio è notevolmente ridimensionato (si parla di 100.000-120.000 euro). Di seguito la classifica dei ciclisti più pagati per il 2021 (top-20, quella citata da L’Equipe).

CLASSIFICA CICLISTI PIÙ PAGATI 2021

1. Chris Froome (Gran Bretagna, Israel Start-Up Nation): 5,5 milioni di euro

2. Peter Sagan (Slovacchia, Bora-hansgrohe): 5 milioni

2. Tadej Pogacar (Slovenia, UAE Emirates): 5 milioni

4. Geraint Thomas (Gran Bretagna, Ineos Grenadiers): 3,5 milioni

5. Egan Bernal (Colombia, Ineos Grenadiers): 2,8 milioni

6. Michal Kwiatkowski (Polonia, Ineos Grenadiers): 2,5 milioni

7. Julian Alaphilippe (Francia, Deceuninck Quick-Step): 2,3 milioni

8. Alejandro Valverde (Spagna, Movistar): 2,2 milioni

8. Wout van Aert (Belgio, Jumbo-Visma): 2,2 milioni

10. Vincenzo Nibali (Italia, Trek-Segafredo): 2,1 milioni

10. Richard Carapaz (Ecuador, Ineos Grenadiers): 2,1 milioni

11. Romain Bardet (Francia, Team DSM): 2 milioni

11. Jakob Fuglsang (Danimarca, Astana): 2 milioni

11. Thibaut Pinot (Francia, Groupama-FDJ): 2 milioni

11. Primoz Roglic (Slovenia, Jumbo-Visma): 2 milioni

11. Mathieu van der Poel (Paesi Bassi, Alpecin-Fenix): 2 milioni

11. Adam Yates (Gran Bretagna, Ineos Grenadiers): 2 milioni

17. Nairo Quintana (Colombia, Arkéa-Samsic): 1,9 milioni

17. Elia Viviani (Italia, Cofidis): 1,9 milioni

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giro d’Italia 2021, il video promozionale: tra passato e presente, la Corsa Rosa scatena emozioni

Giuseppe Martinelli: “Nibali resta il faro, Aru si metteva tante cose in testa. Io ct? Nessuno mi ha chiamato”