Beach volley, World Tour 2021 Cancun3. Abbiati/Andreatta vincono il derby e volano al tabellone principale

Notte dolce per Andrea Abbiati e Tiziano Andreatta che tornano dopo 21 mesi nel tabellone principale di un torneo 4 stelle (l’ultimo fu Espinho a luglio 2019) vincendo due sofferte sfide di qualificazione, prima con i gemelli inglesi Bello/Bello e poi, nella sfida tutta italiana, contro i giovani azzurri della Nazionale Windisch/Cottafava.

Sfida subito durissima per Abbiati/Andreatta nel primo turno contro i gemelli britannici di origine argentina Bello/Bello che sono partiti fortissimo dominando il primo set, vinto con il punteggio di 21-16. nel secondo set gli azzurri reagiscono, partono forte (6-2) e si impongono con il punteggio di 21-14. Tie break all’insegna dell’equilibrio con le due squadre che procedono a braccetto fino al 13 pari e lo sprint finale vincente (15-13) per Abbiati e Andreatta che si sono assicurati il derby azzurro per entrare nel tabellone principale.

Nella partita che valeva l’accesso al main draw sono stati Abbiati/Andreatta a partire meglio e a mantenere un vantaggio di tre punti fino all’11-8. Windisch/Cottafava non si scompongono e nel finale piazzano la rimonta vincente che permette loro di imporsi con il punteggio di 21-17. Nel secondo set si gioca punto a punto, Windisch/Cottafava sprecano un paio di buone occasioni per mettere all’angolo i rivali e nel finale Abbiati/Andreatta fanno valere la loro maggiore esperienza vincendo 23-21.

Nel tie break grande equilibrio nella parte iniziale e scatto vincente nel finale della coppia più esperta, Abbiati/Andreatta che vince 15-11 e va a prendersi il primo main draw stagionale in un 4 stelle con tanti punti che serviranno per i prossimi tornei internazionali.

Primo turno qualificazioni uomini: Krattiger/Breer (SUI)-Bye, Blanco/Garcia (GUA)-Kuvichka/Kislytsyn (RUS) 0-2 (16-21, 15-21), Pedro Solberg/Arthur (BRA)-Flores/Pepe (ESA) 2-0 (21-10, 21-12), Fañe/Henriquez (VEN)-Åhman/Hellvig (SWE) 1-2 (21-18, 13-21, 12-15), Windisch/Cottafava (ITA)-Bye, Bello/Bello (ENG)-Abbiati/Andreatta (ITA) 1-2 (21-16, 14-21, 12-15), Plantinga/Nusbaum (CAN)-Hoey/MacNeil (CAN) 2-0 (21-16, 22-20), Bye-Huber/Dressler (AUT), Azaad/Capogrosso (ARG)-Bye, Ringøen/Solhaug (NOR)-O’Dea/O’Dea (NZL) 1-2 (22-24, 21-11, 13-15), Boermans/de Groot (NED)-Cardenas/Espinoza (MEX) 2-0 (21-17, 21-7), Bye-Rudol/Szalankiewicz (POL), Schalk/Brunner (USA)-Bye, Faiga/Ohana (ISR)-Métral/Haussener (SUI) 0-2 (19-21, 18-21), Mora/Lopez (NCA)-Brinck/Thomsen (DEN) 1-2 (19-21, 21-12, 7-15), Bye-Guto/Arthur (BRA)

Secondo turno qualificazioni uomini: Krattiger/Breer (SUI)-Kuvichka/Kislytsyn (RUS) 2-1 (15-21, 21-19, 15-13), Pedro Solberg/Arthur (BRA)-Åhman/Hellvig (SWE) 2-1 (22-20, 16-21, 15-12), Windisch/Cottafava (ITA)-Abbiati/Andreatta (ITA) 1-2 (21-17, 21-23, 11-15), Plantinga/Nusbaum (CAN)-Huber/Dressler (AUT) 0-2 (14-21, 18-21), Azaad/Capogrosso (ARG)-O’Dea/O’Dea (NZL), Boermans/de Groot (NED)-Rudol/Szalankiewicz (POL), Schalk/Brunner (USA)-Métral/Haussener (SUI), Brinck/Thomsen (DEN)-Guto/Arthur (BRA)

Primo turno qualificazioni donne: Barbara/Carol (BRA)-Bye, Helland-Hansen/Hjortland (NOR)-Böbner/Vergé-Dépré (SUI) 1-2 (25-27, 21-14, 13-15), Bocharova/Ganenko (RUS)-Sakurako/Suzuki (JPN) 2-1 (18-21, 21-17, 15-13), Dumbauskaite/Grudzinskaite (LTU)-Lehtonen/Ahtiainen (FIN) 0-2 (12-21, 14-21), Van Iersel/Ypma (NED)-Cruz/Cortes (MEX) 2-0 (21-12, 21-16), Caluori/Lutz (SUI)-Gruszczynska/Wachowicz (POL) 1-2 (21-19, 11-21, 12-15), Schoon/Stam (NED)-Ishitsubo/Shiba (JPN) 2-0 (21-16, 21-19), Bye-Lidy/Sanchez (CUB), Bieneck/Schneider (GER)-Bye, van Driel/van Driel (NED)-Diana/Yuly (COL) 2-0 (21-18, 21-17), Gordon/Marcelle (CAN)-Andrea/Gorda (COL) 2-0 (21-13, 21-19), Albarran/Gutierrez (MEX)-Kubickova/Kvapilova (CZE) 1-2 (21-19, 19-21, 14-16), Placette/Richard (FRA)-Lunde/Olimstad (NOR) 0-2 (16-21, 19-21), Dave/Starikov (ISR)-Leila/Maylen (CUB) 0-2 (11-21, 18-21), Vieira/Chamereau (FRA)-Agudo/Gabi (VEN) 1-2 (21-16, 8-21, 0-15), Bye-Claes/Sponcil (USA).

Secondo turno qualificazioni donne: Barbara/Carol (BRA)-Böbner/Vergé-Dépré (SUI) 0-2 (16-21, 21-23), Bocharova/Ganenko (RUS)-Lehtonen/Ahtiainen (FIN) 0-2 (12-21, 15-21), Van Iersel/Ypma (NED)-Gruszczynska/Wachowicz (POL) 2-0 (21-12, 21-15), Schoon/Stam (NED)-Lidy/Sanchez (CUB) 0-2 (17-21, 11-21), Bieneck/Schneider (GER)-van Driel/van Driel (NED) 2-0 (21-17, 21-16), Gordon/Marcelle (CAN)-Kubickova/Kvapilova (CZE) 0-2 (19-21, 12-21), Lunde/Olimstad (NOR)-Leila/Maylen (CUB) 2-0 (21-18, 23-21), Agudo/Gabi (VEN)-Claes/Sponcil (USA) 0-2 (18-21, 16-21).

Foto Fivb

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Basket, Ettore Messina ammette: “Il Bayern Monaco ha fatto la differenza in avvio del primo e del terzo periodo”

Hockey pista, Serie A1: i preliminari dei playoff scudetto si aprono con la vittoria del Sandrigo