ATP Estoril 2021, Corentin Moutet sorprende Denis Shapovalov, Garin avanza senza giocare

Si è chiuso il giovedì del torneo ATP 250 di Estoril, in Portogallo. La giornata di oggi ha disegnato il quadro dei quarti di finale, con i migliori otto che si giocheranno il titolo di trentunesimo campione in terra lusitana.

Tra di loro, a gran sorpresa, non c’è Denis Shapovalov. Il primo favorito del seeding si è inchinato in tre set a Corentin Moutet, sprecando un break di vantaggio nell’ultima frazione. Il canadese ha pagato la brutta giornata al servizio, mostrando il fianco al francese capace di salvare nove delle tredici palle break a cui è andato incontro.

Contro di lui ci sarà un vecchio volpone come Albert Ramos-Vinolas, che non ha avuto grandi grattacapi contro Pierre-Hughues Herbert. L’esperto spagnolo ha comandato il match a proprio piacimento nella prima frazione, chiusa sul 6-2; il francese ha provato a impensierire il suo avversario con la forza della disperazione, ma senza procurarsi palle break e capitolando nel tie-break.

Nella parte bassa del tabellone avanza invece Cameron Norrie che ha dovuto sudare parecchio contro l’iberico Pedro Martinez, numero 100 del mondo. L’americano ha subito una flessione sul finale di primo set, perdendo per due volte in fila il servizio mandando avanti il suo avversario. Da lì in poi ha alzato la qualità degli scambi, riuscendo a ribaltare l’inerzia dell’incontro; Martinez ha dato tutto per portarsi a casa un altro importante scalpo dopo quello di Alexander Bublik, ma si è dovuto inchinare al sesto match point. Norrie se la vedrà ora con Cristian Garin, numero 2 del tabellone, che non è dovuto nemmeno scendere in campo visto il forfait di Richard Gasquet.

ATP ESTORIL 2021, RISULTATI 29 APRILE

C. Norrie b. P. Martinez 4-6 7-6 7-5
C. Moutet b. D. Shapovalov 6-4 2-6 6-4
C. Garin b. R. Gasquet WALKOVER
A. Ramos-Vinolas b. P.H. Herbert 6-2 7-6

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Finale di Coppa Italia col pubblico: 4300 tifosi per Juventus-Atalanta al Mapei Stadium

Volley, Finale Champions League: lo ZAKSA Kedzierzyn Kozle ai raggi X. Tante insidie per Trento