Atletica, l’Italia inizia i lavori per portare tutte e cinque le staffette in pista a Tokyo 2021

L’Italia punta al “5 su 5”, ovvero cinque staffette su cinque in pista ai Giochi Olimpici di Tokyo 2021 nel comparto dell’atletica. Per questo obiettivo, quindi, sono già incominciati i lavori, suddivisi tra Roma e Formia, per il team dei velocisti azzurri guidato dal responsabile di settore Filippo Di Mulo. Proprio quest’ultimo ha parlato ai microfoni della FIDAL sulla situazione delle nostre staffette. Andiamo a scoprire i concetti più importanti.

“Quando ho visto i ragazzi che provavano i cambi quasi non ci credevo, dopo tre raduni annullati negli ultimi mesi a causa della pandemia ho trovato un gruppo molto motivato e forse un po’ arrugginito: lo scopo di questa settimana è togliere quella polvere e prepararci al meglio per le World Relays di Chorzow”.

La manifestazione polacca (che si disputerà il primo e 2 maggio prossimi) sarà fondamentale perchè metterà in palio la qualificazione a Tokyo: “Faremo del nostro meglio per raggiungere questo 5 su 5, un obiettivo che dopo i Mondiali di Doha sembrava praticamente raggiunto. Ma con la revisione del meccanismo di qualificazione dobbiamo ancora completare il lavoro, portando in finale a Chorzow 4×100 uomini, 4×400 donne e 4×400 mista. Quello che è sicuro è che nell’ultimo quadriennio il livello della velocità azzurra è cresciuto notevolmente. Una 4×100 maschile bellissima, con due elementi che spiccano come Tortu e Jacobs, entrambi da finale olimpica nei 100 metri, e con un Desalu che a sua volta può farsi strada verso la finale dei 200. Aggiungo, una crescita nei 400 metri che in così breve termine non era nemmeno auspicabile. E poi lasciatemi sottolineare il lavoro della 4×100 femminile: da quattro anni cercavo di far capire che il record italiano fosse alla portata, e loro sono riuscite a far gruppo, a diventare una vera squadra, trovando i giusti meccanismi nei tanti raduni e nelle tante gare insieme”.

Per la prima volta il programma dei Giochi Olimpici presenterà anche la staffetta mista: “Considerato che la 4×400 maschile è già qualificata per Tokyo e quindi possiamo permetterci di non proporre il quartetto top, nella mista schiereremo i due uomini migliori e anche due donne tra le più in forma. Questo comporterà qualche rischio per la 4×400 femminile che però avrà l’opportunità di qualificarsi anche nel successivo impegno degli Europei a squadre, alla fine di maggio”.

Foto:  Davide Re Fidal/Colombo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Atletica Tokyo 2021 Filippo Di Mulo

ultimo aggiornamento: 08-04-2021


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

NASCAR, equilibrio totale con sette vincitori diversi da Daytona ad oggi. Chi sarà il prossimo?

Canotaggio, Europei 2021: le speranze di medaglia dell’Italia. Si può migliorare il bilancio di Poznan 2020?