Calcio, l’Italia vince ma non brilla contro la Bulgaria. Ora testa alla Lituania

L’Italia ha superato con un perentorio 2-0 la Bulgaria, secondo avversario nel cammino che conduce ai Mondiali di Qatar 2022. Gli azzurri, nonostante una prestazione solida, non hanno rubato l’occhio e hanno brillato meno rispetto ad altre partite. Sembra esserci stato un piccolo passo indietro per quanto concerne la costruzione del gioco. Dato già emerso nella vittoriosa sfida di Parma contro l’Irlanda del Nord.

Nelle ultime due partite è mancata un po’ di fluidità nell’impostazione di gioco. Si sente molto l’assenza di Jorginho vero metronomo di questa nazionale. Nonostante la qualità e la quantità garantita da calciatori del calibro di Verratti, Locatelli e Barella. Probabilmente il tutto è legato alla particolare fase della stagione nella quale sono arrivati questi match. Tutti i calciatori stanno giocando partite molto ravvicinate e forse un calo fisico è più che comprensibile.

Dato assolutamente da sottolineare è quello della tenuta difensiva. Nonostante gli avvicendamenti nella linea davanti a Donnarumma, l’Italia non subisce gol da quattro match. Le soluzioni a disposizione del ct sono innumerevoli e siamo certi che a partire dalle prossime sfide gli azzurri sapranno ritrovarsi per quanto riguarda la costruzione di gioco, riproponendo lo spettacolo al quale ci avevano abituati.

Ventiquattresimo risultato utile consecutivo per l’Italia di Roberto Mancini e quinta vittoria che dimostrano chiaramente la maturità di questa squadra. Gli azzurri con il successo di ieri sono saliti in vetta alla classifica del Gruppo C in coabitazione con la Svizzera. Con ogni probabilità sarà proprio la doppia sfida contro gli elvetici a determinare la nazionale che staccherà il pass per i Mondiali previsto per la prima del raggruppamento.

Dopo due vittorie in altrettante gare in soli tre giorni, l’Italia si prepara al meglio alla sfida di mercoledì contro la Lituania. Anche in questa circostanza gli azzurri partono nettamente favoriti e dovranno necessariamente proseguire il momento positivo, per non perdere punti importanti dalla squadra guidata da Vladimir Petković.

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Masters1000 Miami 2021, Lorenzo Musetti e il piacere di stupirsi: battere Marin Cilic e conquistare gli ottavi

F1, Michael Masi si pronuncia sull’episodio Hamilton-Verstappen: “Giusto restituire la posizione perché tratto un vantaggio”