Sci di fondo: Federico Pellegrino è terzo nella sprint di Ulricehamn! Podio prezioso per la Coppa del Mondo

Federico Pellegrino conclude al terzo posto la sprint a tecnica classica di Ulricehamn, in Svezia, valida per la stagione 2020-2021 di Coppa del Mondo di sci di fondo. A superare il poliziotto di Nus per 30 centesimi, nella finale odierna, sono lo svedese Oskar Svensson (2’55″34), alla sua seconda vittoria in carriera sul circuito maggiore dopo quella in Val di Fiemme all’interno del Tour de Ski, e il russo Gleb Retivykh (a 16 centesimi), che è il più diretto rivale dell’italiano nella graduatoria di specialità. Ora tra i due ci sono 45 punti. Assenti sia Alexander Bolshunov che Johannes Klaebo: il russo, complice la mancata presenza del connazionale Ivan Yakimushkin, ha già la Sfera di Cristallo assoluta tra le mani.

Una finale, quella odierna, in cui Pellegrino non riesce a sviluppare la sua solita gara di testa e viene attaccato dai francesi, con Richard Jouve e Lucas Chanavat che hanno buon gioco nel riuscire a provocarne la chiusura nelle retrovie. Con Svensson e Retivykh che si muovono con grande agilità in questa situazione, “Chicco” riesce però a rimontare spuntando quasi dal nulla per arraffare il podio per un solo centesimo su Jouve; più staccato (a 1″19) Chanavat, mentre è sesto a 6″09 Sergey Ustiugov, che esce nella fase conclusiva dalla lotta.

In termini statistici, per Pellegrino si tratta del quarto podio individuale della stagione. Ha fatto meglio in tre occasioni, e cioè nelle stagioni 2015-2016 (cinque vittorie), 2017-2018 (due vittorie e tre secondi) e infine 2018-2019 (due vittorie e quattro secondi posti, per un totale di sei, il suo massimo). Questi dati escludono Mondiali e Olimpiadi dal conteggio. Pellegrino è diventato l’uomo con più podi della storia in questa specialità.

L’altro italiano in grado di qualificarsi per la fase a eliminazione, Michael Hellweger, chiude ultimo nel proprio quarto di finale in 3’05″51, a 7″51 dal norvegese Finn Haagen Krogh, poi uscito in semifinale.

Foto: Pentaphoto – Alessandro Trovati

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

VIDEO Federico Pellegrino 3° nella sprint di Ulricehamn: highlights e sintesi Coppa del Mondo sci di fondo

Slittino: a St.Moritz vince Nico Gleirscher, battuti i tedeschi. Lontani i cugini Fischnaller