Sci alpino, Dominik Paris al comando nell’ultima prova di discesa dei Mondiali. Bene Schieder e Marsaglia

Dominik Paris ha fatto segnare il miglior tempo nella seconda prova cronometrata della discesa dei Campionati Mondiali di Cortina d’Ampezzo 2021. Una conferma del suo ottimo stato di forma e che domani “Domme” punterà al gradino più alto del podio, senza mezzi termini. L’altoatesino ha domato la “Vertigine” (che vede una tracciatura da superG in molti punti) con il tempo di 1:39.57 migliorando l’andamento di ieri, pennellando in curva e lasciando sfogare gli sci nei tratti più veloci.

Se ieri per un errore aveva saltato una porta, oggi è risultato impeccabile, anzi dando la sensazione di rallentare in alcuni tratti. L’altoatesino non è stato l’unico a nascondersi in alcuni frangenti di questo secondo allenamento. Tra questi anche Christof Innerhofer, che nel tratto finale si è palesemente rialzato, oppure lo svizzero Beat Feuz che, nonostante si trovasse su intermedi eccellenti, ha scelto di tirare il freno a mano nel finale. Al netto di queste considerazioni l’Italia ha dato buone risposte sulla pista di casa, piazzando tre portacolori nella top ten.

Al secondo posto con un distacco di 13 centesimi troviamo l’austriaco Max Franz, mentre a 36 si è classificato proprio Beat Feuz, confermando di essere il grandissimo rivale del nostro Paris nella corsa verso la medaglia d’oro. Quarto tempo per l’austriaco Otmar Striedinger a 43 centesimi (anche se ha saltato una porta dopo la trasversale), quinto un brillantissimo Florian Schieder a soli 44 centesimi mettendo in mostra miglioramenti importanti sul fronte velocità, davanti al tedesco Andreas Sander sesto a 45.

Settimo Matteo Marsaglia a 64 centesimi, ribadendo come la squadra azzurra sia in un buon momento nel suo complesso, quindi troviamo l’austriaco Daniel Hemetsberger ottavo a 85, davanti allo sloveno Miha Hrobat nono a 86 ed allo svedese Felix Monsen decimo a 87. Undicesimo l’austriaco Vincent Kriechmayr a 88 centesimi, pronto a fare il bis dopo la medaglia d’oro in superG, mentre è sedicesimo il suo connazionale Matthias Mayer.  Chiude 20° Emanuele Buzzi a  1.25, quindi 36° Christof Innerhofer a 2.23.


Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sci alpino, Coppa Europa 2021: l’austriaca Moerzinger vince il gigante di Berchtesgaden. Indietro le azzurre

Pattinaggio artistico: Matteo Rizzo al comando dopo lo short alle Finali del Gran Premio Italia, secondo Grassl