Sci alpino, Alex Vinatzer è tornato! 2° a metà gara nello slalom iridato, caccia alle medaglie!

Sarà battaglia per le medaglie e c’è un azzurro! Questo un brevissimo riassunto a metà gara dello slalom maschile dei Mondiali di Cortina. Dopo una prima manche difficile in testa c’è l‘austriaco Adrian Pertl, che ha chiuso con il miglior tempo (52”24), ma come detto la lotta per la vittoria e per il podio è veramente aperta a tantissimi atleti, considerando che nella seconda manche ci sarà l’inversione dei quindici e non quella consueta dei trenta a causa del caldo.

In piena corsa per una medaglia si trova uno straordinario Alex Vinatzer, che cancella i fantasmi del mese di gennaio e ritrova la sua sciata proprio nella gara più importante. Veramente eccezionale la prova dell’azzurro, partito con il pettorale 17, che ha chiuso al secondo posto con 14 centesimi di ritardo dalla vetta.

Distacchi veramente ravvicinati. In terza posizione si è piazzato il norvegese Sebastian Foss-Solevaag, staccato di 16 centesimi da Pertl. Quarto lo svedese Kristoffer Jakobsen (+0.18), che ha preceduto il francese Clement Noel (+0.34) ed il norvegese Henrik Kristoffersen (+0.38).

Settimo Alexis Pinturault (+0.41) davanti al principale favorito di oggi, l’austriaco Marco Schwarz (+0.57). A completare la Top-10 ci sono, invece, lo svizzero Daniel Yule (+0.64) ed il sorprendente americano Jett Seymour, che con il 43 si è inserito ad 68 centesimi dalla testa della classifica.

Manfred Moelgg non è riuscito a trovare il ritmo e ha chiuso ad 1.40 dalla vetta, non riuscendo a restare tra i quindici. Sono enormi, invece, i rimpianti in casa Italia per Stefano Gross, che è stato in testa per 2/3 di gara con quasi 3 decimi di vantaggio su Pertl. Un’inforcata ha poi messo fine alla strepitosa prova dell’azzurro. Giuliano Razzoli ha commesso subito un grave errore nella parte alta, chiudendo ad oltre sei secondi.

Foto LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Prada Cup, Ben Ainslie: “Sarà una bella sfida tra Luna Rossa e New Zealand. Noi ci riproveremo”

Alex Vinatzer 2° a metà gara: “Conta la prossima manche. L’inversione dei 15 mi aiuta ma non è giusta”