Rugby, Pro 14: Benetton Treviso, con Connacht la vittoria sfuma allo scadere

Match equilibratissimo e in bilico fino al fischio finale a Monigo nella sfida tra Benetton Treviso e Connacht. E alla fine di 80 minuti combattutissimi è la squadra irlandese a imporsi con una meta nel finale a ribaltare tutto e a negare a Treviso il primo successo stagionale.

Parte bene Treviso, che spinge fin da subito sull’acceleratore. Sbaglia molto Connacht, concedendo palloni e occasioni ai biancoverdi, ma anche il XV di Crowley non approfitta e spreca un paio di buone occasioni in attacco. Al 9’ Sarto spreca clamorosamente e invece di liberare Riera calcia lungo linea, ma la palla esce direttamente e nulla di fatto. Poco dopo Duvenage si fa intercettare un pallone, ma per fortuna Marmion viene placcato e poi fa tenuto e Benetton che si salva. Non si salva Treviso al 15’, quando dopo un break perfetto di Connacht gli irlandesi insistono con i pick&go conquistando una punizione. Mischia per gli irlandesi, ancora una vantaggio e arriva la meta con Bealham per lo 0-7.

Prova a reagire subito la Benetton, che torna ad attaccare mettendo in sofferenza la difesa irlandese. Ma non riesce a concretizzare la squadra di casa, che continua a cadere su piccoli errori che vanificano gli sforzi e, anzi, danno la possibilità ai ragazzi di Galway di rendersi pericolosi. Grande equilibrio, così, a Monigo con i veneti che fanno più possesso e irlandesi che si rendono più pericolosi nelle poche occasioni in cui hanno l’ovale. Al 33’ spinge Treviso nei 22 avversari, ma Mitrea vede il vantaggio per Connacht e altra occasione fermata per i padroni di casa. Un minuto dopo durissimo, e falloso, placcaggio ai danni di Jayden Hayward e arriva il cartellino giallo per Delahunt che lascia Connacht in inferiorità numerica per 10 minuti a cavallo dei due tempi. Spinge Treviso sui 5 metri e va oltre Davide Ruggeri per il pareggio con la trasformazione di Padovani. E al 38’ la Benetton sfrutta nuovamente la superiorità e lo fa con Leonardo Sarto che liberato al largo accelera, supera due avversari, si invola e non viene raggiunto dai difensori per la seconda meta a padroni di casa che vanno al riposo avanti 14-7.

Parte fortissimo il Connacht nei primi secondi della ripresa, dopo l’avanti biancoverde sul calcio d’inizio, nonostante sia ancora in inferiorità numerica, e dopo due minuti va oltre la squadra irlandese con McAllister, che così impatta il risultato al 42’. Molto confusa Treviso in questa fase della partita, con il nervosismo che aumenta in campo e al 49’ rischia grosso la squadra di casa con un pallone perso, un calcio e Padovani che fatica e riesce in qualche modo ad annullare. Benetton ottima in difesa che impedisce agli irlandesi di colpire nuovamente. Fiammata Treviso al 57’, con una bella azione corale che porta i padroni di casa nei 22 avversari. Ma, ancora una volta, un tenuto ferma tutto.

Si entra nell’ultimo quarto in perfetto equilibrio a Monigo, con Treviso che produce sempre più possesso, ma non concretizza. Così il tanto territorio per i padroni di casa non porta punti ed è Connacht a rendersi pericoloso al 68’, ma la buona difesa biancoverde evita danni. Non riescono le due squadre a sbloccare un punteggio che non cambia dalla meta a inizio ripresa di McAllister. Insiste la squadra di Crowley, torna nuovamente nei 22 irlandesi, lunghissima azione con tantissime fasi e al 76’ arriva il fischio di Mitrea che dà un fallo per Treviso. Va sulla piazzola Padovani e trova i tre punti del 17-14 a quattro minuti dalla fine. Ma ecco che, subito dopo, arriva il fallo di Treviso e Connacht può andare in touche per cercare la vittoria. Ma ecco che Treviso ruba immediatamente l’ovale e si salva. Ma ancora una volta fallo dei padroni di casa, tenuto, e altra touche per gli irlandesi a 60 secondi dalla fine. E la seguente maul punisce Treviso. Arriva la meta di Aki che fissa il punteggio finale sul 19-17 per Connacht.

Foto: Alfio Guarise – LPS

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Benetton Treviso Connacht Guinness Pro 14

ultimo aggiornamento: 26-02-2021


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Judo, Grand Slam Tashkent: i convocati dell’Italia. 21 azzurri in gara, assenti Giuffrida e Lombardo

Rugby, Sei Nazioni 2021: Galles-Inghilterra, è già una sfida per il titolo