F1, presentata la nuova Alfa Romeo a Varsavia: soluzioni interessanti sulla C41

Giorno di presentazione per l’Alfa Romeo. La monoposto del “Biscione” è stata svelata nello scenario del Grand Theatre a Varsavia, Polonia. L’obiettivo è quello di migliorare sensibilmente le proprie prestazioni nel Mondiale 2021 di F1, puntando sulla collaudata coppia di piloti formata dal finlandese Kimi Raikkonen e da Antonio Giovinazzi.

Dai primi scatti si può notare una livrea un po’ diversa da quella del 2020, mentre dal punto di vista tecnico la C41 ha una parte anteriore rivista rispetto al progetto dell’anno passato, con un muso più “sottile” in confronto alla C39, tenendo conto anche delle modifiche apportate sul retrotreno e all’altezza del diffusore, per quanto è previsto dalle regole di questo campionato.

Giovinazzi e Raikkonen sperano di essere più competitivi e di dare un contributo diverso dall’ottavo posto nella classifica costruttori del 2020. Fondamentale sarà capire quale contributo saprà dare il nuovo motore 066 della Ferrari, che equipaggerà appunto la monoposto italo-svizzera, la Rossa ovviamente e la Haas. E’ fatto acclarato che il propulsore sia stato tra i punti deboli della macchina precedente e quindi il target è avere un beneficio in termini di potenza significativo.

Parlando proprio degli obiettivi, il Team Principal della scuderia Fred Vasseur ha detto che le aspettative saranno quelle di battagliare per ottenere i punti, ma nello stesso tempo ha ammesso che ci servirà tempo: “Il target della scuderia è quello di continuare a migliorare, la squadra ha grandi motivazioni e dobbiamo puntare alle posizioni di centro-gruppo. Sappiamo che sarà una sfida difficile, ma dobbiamo continuare a lavorare con dedizione“.

Giova ricordare che l’Alfa Romeo e tutti i team avranno modo di testare le nuove vetture nelle prove in programma dal 12 al 14 marzo in Bahrain, prima dell’esordio iridato previsto sempre sul tracciato di Sakhir il 28 marzo.

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

F1, Toto Wolff: “Non vedo perché la Red Bull non possa lottare per il titolo. La Ferrari deve imparare dai suoi errori”

MotoGP, presentato il team Repsol Honda, Marc Marquez: “Sto meglio ma non so quando tornerò in pista”