Australian Open, terminata l’avventura dell’Italia. Con Jannik Sinner subito fuori era difficile fare di più

E’ stato un Australian Open in chiaroscuro per l’Italia. Iniziamo con le note positive. Fabio Fognini è stato eliminato agli ottavi di finale da Rafael Nadal, uno dei grandi favoriti al trionfo finale. Il ligure ha fatto vedere un buon livello di gioco nel suo torneo a dimostrazione che il lavoro svolto per recuperare dalle operazioni alle caviglie ha portato i risultati sperati. Il tennista di Arma di Taggia, dopo il convincente esordio contro il transalpino Pierre-Hugues Herbert e la battaglia vinta nel derby contro Salvatore Caruso, ha strabiliato nella sfida contro Alex De Minaur. Nulla ha potuto contro il campione maiorchino ma il bilancio non può che essere estremamente positivo.

Peccato per Matteo Berrettini che è stato costretto ad abbandonare gli Australian Open 2021 a causa di un problema agli addominali. Il tennista romano, dopo aver superato brillantemente al primo turno il sudafricano Kevin Anderson e al secondo con un po’ più di difficoltà il ceco Tomas Machac, ha dimostrato il livello di maturità raggiunto contro  il russo Karen Khachanov. L’azzurro ha gestito alla grande i momenti chiave del match. Purtroppo il numero 10 del mondo ha dovuto far fronte all’ennesimo infortunio che gli ha impedito di affrontare Stefanos Tsitsipas.

Jannik Sinner è stato eliminato al primo turno da Denis Shapovalov. L’azzurro è stato sfortunato nel sorteggio, al primo turno subito il numero 12 del mondo, ma si tratterà di un evento praticamente unico visto che ben presto riprenderà la sua ascesa al ranking e non potrà più essere coinvolto in situazioni di questo tipo. Probabilmente la più grande delusione degli Australian Open 2021 in casa Italia è stato Lorenzo Sonego eliminato da Feliciano Lopez al secondo turno quando era avanti 2-0 nel conto set.

Niente da fare per Stefano Travaglia eliminato al primo turno Frances Tiafoe. Il torneo di Salvatore Caruso è l’ennesima conferma del livello raggiunto dal siciliano che potrebbe aspirare ad entrare nella top-50 entro la fine di questa stagione. Il tennista nativo di Avola ha giocato ad armi pari con Fognini regalandoci un derby di alto livello. Caruso sembra aver raggiunto quella consapevolezza che gli consentirà di qui in avanti di stabilizzarsi in una posizione del ranking più consona alle sue attuali qualità.

In campo femminile l’unica vera nota lieta è Sara Errani che si è dovuta arrendere al terzo turno contro la tennista di Taipei Su-Wei Hsieh. Martina Trevisan, Jasmine Paolini ed Elisabetta Cocciaretto sono state eliminate all’esordio mentre Camila Giorgi ha dovuto fare i conti al secondo turno con la fenomenale Iga Swiatek e con un piccolo problemino fisico.

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sci alpino, gli azzurri in gara nel parallelo dei Mondiali. Marta Bassino e Federica Brignone le punte

Australian Open 2021, Fabio Fognini: “C’è rammarico per il secondo set ma sono felice di essere tornato a questo livello”