Volley, i migliori italiani della 18. giornata di Superlega. Rossini e Balaso: liberi di stupire. La “second life” di Baranowicz

LUCA VETTORI: Modena riparte da lui per conquistare tre punti fondamentali contro Padova: 16 punti per l’opposto gialloblù con un’efficienza in attacco del 50% e un ace ad impreziosire la sua prova.

DANIELE MAZZONE: Un’altra prova di sostanza del centrale modenese che chiude i tre set contro Padova con 8 punti, il 71% in attacco e un muro.

MATTIA BOTTOLO: Anche nelle giornate nere per la sua squadra questo giocatore non delude mai. Chiude la prova di Modena con 9 punti all’attivo e il 53% in attacco, un muro. unico neo: la ricezione, al 37% ma in una grande giornata dei battitori avversari.

DAVIDE CANDELLARO: Una prova impeccabile del centrale piacentino che limita gli errori nella difficile sfida con Vibo. Per lui 8 punti con uno stratosferico 86% in attacco, un muro e un ace.

MICHELE BARANOWICZ: L’ex alzatore azzurro dirige con maestria, efficacia e in modo essenziale l’orchestra piacentina, anche nei momenti più complicati del match. Arrivano anche due punti pesanti.

SALVATORE ROSSINI: In una partita complicata per Trento, che rischia di cedere interrotta la striscia positiva, la sua prova in ricezione riesce a dare quell’impulso in più all’Itas che serve a portare a casa il successo consecutivo numero 12.

MATTEO PIANO: Prova di grande spessore del centrale di Milano contro la seconda forza del campionato: 13 punti, il 67% in attacco e ben 5 muri, una spina nel fianco per i marchigiani.

FABIO BALASO: Chiude il match con il 68% di positività in ricezione e si rende protagonista qua e là di interventi difensivi di grande spessore.

SIMONE ANZANI: Bella prova del centrale azzurro che si riprende il posto da titolare e conclude il match di Milano con 11 punti, il 55% in attacco, 4 muri e un ace.

Foto LM-LPS/Roberto Tommasini

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tennis: Matteo Berrettini sconfitto ai quarti dell’ATP Antalya 2021 da Alexander Bublik

Qualificazioni Australian Open 2021, Martina Di Giuseppe si arrende in tre set a Margarita Gasparyan