Volley femminile, le migliori italiane della 18ma giornata di Serie A1. Sara Bonifacio: la partita perfetta!

ROSSELLA OLIVOTTO: che partita per la centrale di Busto, che chiude con ben 15 punti all’attivo il derby con Brescia: 60% in attacco, due ace e tre muri all’attivo.

CAMILLA MINGARDI: si sobbarca buona parte del compito offensivo di Busto e giocoforza, nonostante i 27 punti messi a segno, chiude con una percentuale non elevatissima: 34%. Molto bene a muro con 5 punti e c’è anche un ace ad impreziosire il suo score.

CATERINA BOSETTI: un’altra prova di forza della schiacciatrice novarese nel derby di Cuneo: 14 punti per lei con il 45% in attacco e addirittura il 67% in ricezione, 3 muri e un ace per l’ennesima partita da incorniciare.

CRISTINA CHIRICHELLA: la condizione è arrivata e, una volta di più, dimostra di essere fra le migliori centrali del mondo: 12 punti, 64% in attacco e tre muri per demolire Cuneo.

SARA BONIFACIO: semplicemente perfetta! Non sbaglia niente, fa l’en plein in attacco mettendo a segno tutti gli undici palloni che Hancock gli serve e non contenta piazza anche 5 muri vincenti.

ALESSIA ORRO: non è una partita facile per Monza, quella contro Chieri. Difficile tenere su le truppe quando si gioca sull’altalena, ma l’alzatrice azzurra riesce a sfoderare una bella prova senza perdere mai la tramontana e mettendo a segno anche 6 punti con ben 4 muri.

ALESSIA MAZZARO: nella giornata d’oro delle centrali italiane anche lei dice la sua con una bella prova che aiuta Cuneo a strappare un punto sul campo di Monza: 9 punti per lei con il 50% in attacco e 3 muri.

SILVIA NWAKALOR: demolisce letteralmente Bergamo con una super prestazione: arrivano ben 26 punti per la giovane opposta di Firenze che chiude con il 46% in attacco e ben 5 muri.

SARA ALBERTI: bella prova della centrale fiorentina che mette a segno 10 punti, chiude la sua prova con il 62% e 2 muri all’attivo.

Foto LM-LPS/Danilo Vigo

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tennis, Federico Gaio schiantato da Alexandre Muller nel primo turno delle qualificazioni agli Australian Open

Ciclismo: annullata la Vuelta a San Juan 2021, avrebbero esordito in Argentina Ganna e Viviani