Snowboardcross, stagione finita per Emanuel Perathoner. Azzurri impegnati nel weekend a Bolere in due gare FIS

Stagione finita ancor prima di cominciare per Emanuel Perathoner, costretto ad operarsi nella giornata di domani dopo essersi procurato la frattura del piatto tibiale della gamba sinistra in allenamento. Il 34enne del Centro Sportivo Esercito, impegnato nel raduno di Bolere insieme al resto della Nazionale italiana di snowboardcross, dovrà sottoporsi ad un intervento chirurgico presso l’Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano dai dottori Andrea Panzeri e Gabriele Thiebat della Commissione Medica FISI. Perathoner vanta in carriera cinque podi ed una vittoria nel circuito maggiore, oltre ad una medaglia di bronzo iridata ottenuta nel 2019 ai Mondiali di Solitude.

Sabato 16 e domenica 17 gennaio la pista bergamasca di Bolere ospiterà due gare FIS in cui l’Italia sarà presente con i seguenti atleti: Omar Visintin, Lorenzo Sommariva, Tommaso Leoni, Filippo Ferrari, Michele Godino, Francesca Gallina, Raffaella Brutto, Michela Moioli, Sofia Belingheri, Thomas Belingheri, Devin Castello, Matteo Menconi e Caterina Carpano. Si tratterà di una prova generale in vista del debutto stagionale in Coppa del Mondo, previsto finalmente nel weekend 22-24 gennaio in Valmalenco dopo svariate cancellazioni.

Foto: mountainpix / Shutterstock.com

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Atletica leggera: doping, sospesa l’americana Brianna McNeal, campionessa olimpica a Rio 2016

Biathlon, le pagelle di oggi: Eckhoff è la vera marziana ma Wierer è riuscita ancora una volta a zittire tutti