Sci alpino, le pagelle di oggi: Feuz piazza la doppietta, Gut domina, Innerhofer meglio di Paris, Brignone c’è

Una domenica davvero intensa per quel che riguarda la Coppa del Mondo di sci alpino 2020-2021. A Kitzbuhel abbiamo assistito alla seconda discesa sulla Streif, che si è conclusa con il medesimo risultato di venerdì, ovvero la vittoria di Beat Feuz, mentre in quel di Crans Montana il supergigante femminile ha eletto la padrona di casa Lara Gut-Behrami come vera dominatrice della prova odierna, ma le italiane non sono state certo a guardare. Andiamo, quindi, a consegnare le pagelle di questa splendida giornata di sci.

LE PAGELLE DELLA GIORNATA DI SCI ALPINO

LE PAGELLE DELLA DISCESA #2 DI KITZBUEHEL

BEAT FUEZ 10: completa uno straordinario bis sulla Streif a distanza di due giorni ma, se venerdì era stato perfetto, oggi non è stato impeccabile. Ad ogni modo, dopo una “stradina” nella quale ha lasciato decimi pesanti, da metà gara in avanti è imbattibile. Vola e pennella. Approfitta dell’uscita del sole proprio nel momento giusto e va a vincere di nuovo sull’Hahnenkamm.

JOHAN CLAREY 9.5: gli è mancata davvero una inezia per la vittoria sulla Streif. A differenza di Feuz nella “stradina” è clamoroso con ottimi materiali e scorrevolezza. Arriva nella parte conclusiva con soli 17 centesimi di distacco dal successo. Ancora una ottima prova per il francese che, mai come oggi, ha sognato il colpaccio. Non dimentichiamoci che nella seconda prova di discesa è stato protagonista di una caduta rovinosa e, nonostante ciò, ha saputo piazzarsi quarto e secondo nelle due discese.

MATTHIAS MAYER 8.5: si gioca la vittoria fino agli ultimi metri della discesa odierna, ma deve accontentarsi del terzo posto a 38 centesimi da Feuz. Ce la mette tutta, prova a sfruttare i tratti a lui più congeniali, ma oggi contro i primi due della classe non c’erano chance.

CHRISTOF INNERFHOFER 8.5: mezzo voto in più per le settimane precedenti a questa gara. Reduce da due settimana di Covid-19, l’altoatesino arriva all’ultimo minuto a Kitzbuhel e, nonostante queste difficoltà, oggi stampa un quarto posto davvero splendido. Taglia il traguardo ed esulta perchè lui in primis si era accorto di avere completato una discesa di spessore. Si ferma a 86 centesimi dalla vittoria e torna ai suoi livelli. Un ottimo viatico in vista del superG di domani e, soprattutto, dei Mondiali di Cortina.

ROMED BAUMANN 7.5: il tedesco chiude al quinto posto, ma si mangia ampiamente le mani. Disputa una prova di primissimo livello, salvo qualche lieve imprecisione che, con il senno di poi, gli costa a carissimo prezzo. Finisce quinto a 97 centesimi dalla vetta ma è conscio che se è in giornata può salire sul podio quasi su ogni pista. Ai Mondiali potrebbe essere la vera mina vagante…

DOMINIK PARIS 6: dopo il podio di venerdì si accontenta di un settimo posto nella discesa numero 2. Parte forte nel primo settore ma, sin dalla “stradina” sembra non avere la giusta brillantezza. Dopo metà gara inizia a perdere terreno e arriva al traguardo scarico. Finisce settimo a 1.18 dalla vetta e non può certo essere soddisfatto di un risultato simile sulla “Sua” Streif. L’attenuante della scarsa visibilità non va dimenticata, ma non è sufficiente a spiegare la sua prova.

FLORIAN SCHIEDER 7: venerdì non ha potuto gareggiare perchè la gara è stata “mozzata” al numero 30. Fa quindi oggi il suo esordio nel fine settimana della Streif e conclude quattordicesimo a soli 25 centesimi da Dominik Paris. Una boccata d’ossigeno per la squadra italiana che, a parte “Domme” e Innerhofer, ha bisogno di qualche volto nuovo.

LE PAGELLE DEL SUPERGIGANTE DI CRANS MONTANA

LARA GUT-BEHRAMI 10: straordinaria! Domina dal primo all’ultimo metro e conferma il suo ottimo momento psico-fisico. La padrona di casa fa viaggiare gli sci come nessuna oggi, pennella le curve e risulta sempre efficace. Quando scende così è durissima da battere ed i distacchi abissali rifilati a tutte le avversarie lo confermano.

TAMARA TIPPLER 9: zitta zitta vola fino alla piazza d’onore. Becca 93 centesimi dal Lara Gut, ma è la prima “delle altre” con pieno merito. Non sempre sa essere continua nel corso di una gara, ma oggi ci riesce eccome.

FEDERICA BRIGNONE 8.5: scende con il numero 5 e disintegra le rivali. Inizia a cullare sogni di vittoria (che le manca dalla scorsa stagione) ma si deve accontentare del terzo posto. Prova sicuramente molto positiva, terzo posto che conferma la sua capacità di esserci sempre.

FRANCESCA MARSAGLIA 8.5: sogna il podio, ma ne scende per appena 4 centesimi. Anche se non entra nelle prime tre deve tenersi stretta questa gara perchè le conferma come la sua crescita sia sempre più importante e che ormai sia una garanzia in superG.

CHRISTINE SCHEYER 8: lascia il cancelletto di partenza con il numero 33 e si piazza in quinta posizione. Risultato di platino per l’austriaca che sorprende le rivali e va a piazzare la zampata giusta.

MARTA BASSINO 6.5: ieri si era risparmiata la seconda discesa per dare tutto nel superG odierno. Conclude ottava e non è certo un risultato che la possa soddisfare. La piemontese non riesce a risultare veloce nei tratti più di scorrimento della pista elvetica e lascia 1.41 sul terreno. Peccato, ma avrà modo di rifarsi…

SOFIA GOGGIA 7: un voto in meno per l’errore finale che la estromette dalla gara (e che poteva costarle anche una caduta rovinosa) ma fino a quel momento era pronta a cogliere un altro podio dopo la doppietta in discesa. La bergamasca volava sulle ali dell’entusiasmo e stava confermando il suo ottimo momento. Purtroppo quel passo falso sul salto finale lo rimpiangerà a lungo, ma c’ha provato, come sempre!

PETRA VLHOVA 4: esce di scena anzitempo con un errore grossolano. Dopo la buona discesa di ieri oggi compie un notevole passo indietro. La favorita per la Sfera di Cristallo rimane lei, ma ci si aspettava che ormai, senza Mikaela Shiffrin, avesse già chiuso i conti.


Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Equitazione, Coppa del Mondo dressage 2021: successo di Jessica von Bredow-Werndl nel Grand Prix Freestyle della Salzburg Arena Messezentrum

LIVE Short track, Europei 2021 in DIRETTA: Pietro Sighel da urlo! Trionfa nella Super Final ed è argento overall, staffette sul podio!