Sci alpino, dominio statunitense nella prima prova della discesa di Kitzbuhel, fuori dai 30 tutti gli italiani

Dominio statunitense nel corso della prima prova della discesa di Kitzbuhel (Austria) valevole per la Coppa del Mondo di sci alpino maschile 2020-2021. In questo allenamento (che in teoria doveva essere il secondo, ma la cancellazione di ieri lo ha fatto diventare l’esordio ufficiale sulla Streif) gli americani piazzano la doppietta al comando e, nel complesso, tre sciatori nei primi cinque classificati.

Una conferma di come la squadra di velocità a Stelle e strisce sia davvero in un ottimo momento di forma. In casa Italia, invece, un mercoledì senza il minimo guizzo, non riuscendo nemmeno a inserire un atleta nei primi 30. Domani, sempre alle ore 11.30. la seconda ed ultima prova, prima del via ufficiale del weekend austriaco che proporrà ben due discese e un superG.

Il miglior tempo di giornata è stato messo a segno dallo statunitense Ryan Cochran-Siegle in 1:56.89 con 35 centesimi di margine sul connazionale Travis Ganong. Terzo in classifica l’austriaco Hannes Reichelt a 48 centesimi, quarto lo svizzero Beat Feuz a 55, quinto lo statunitense Jared Goldberg a 57, mentre è sesto il tedesco Andreas Sander a 61 davanti al connazionale Romed Baumann, settimo a 71. Ottava posizione per il francese Johan Clarey a 74 centesimi, nono il suo connazionale Matthieu Bailet a 79, quindi decimo l’austriaco Christopher Neumayer a 80, sceso con il pettorale numero 43.

Lontani, come detto, tutti gli italiani: il primo dei nostri, trentunesimo, è Matteo Marsaglia a 1.98 dalla vetta, 37° Dominik Paris a 2.36 dopo una prova nella quale non ha voluto forzare minimamente, quindi 45° Emanuele Buzzi a 3.05, 52° Davide Cazzaniga a 4.86 e, infine, 55° Pietro Zazzi a 5.37. Non è partito invece Christof Innerhofer essendo arrivato a Kitzbuhel solamente nelle ultime ore dopo due settimane di isolamento e il tampone negativo di ieri sera.

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tennis: Coppa Davis 2021, Torino ospiterà una parte delle Finals? L’ipotesi con la tripla sede

Prada Cup: American Magic in acqua per la semifinale. E’ corsa contro il tempo per gli statunitensi